Articoli

Alessandro Cresto si regala la S1600 al Castiglione

Dopo la vittoria di classe A7 con la Renault Clio Williams al Rally di Castiglione Torinese 2018, Alessandro Cresto si è fatto un altro bel regalo correndo in classe Super 1600 quest’anno. L’appassionatissimo imprenditore piemontese, che guida una importante azienda di lavorazione dell’acciaio e stampaggio a caldo a Forno Canavese, in provincia di Torino, è un grandissimo appassionato di rally.

Quest’anno, Alessandro Cresto, 28 anni di Pertusio, ha deciso di partecipare alla gara torinese cambiando categoria perché voleva sfidare alcuni cari amici con cui condivide da sempre la passione per i rally. Peccato che, sfortuna ha voluto, un amico è stato impossibilitato a partecipare alla gara, mentre l’altro ha dovuto dare forfait a sfida appena partita.

In ogni caso, non è stata una gara facile quella di Alessandro Cresto. Seppure rimasto senza i suoi amici in classe, l’imprenditore canavesano non si è perso d’animo e ha lanciato la sfida alla classifica assoluta, piazzandosi quinto dietro ai migliori e quinto anche in classe. Peccato solo che il lavoro lo tenga lontano dai rally quasi tutto l’anno.

‘Zippo’ infila Audirac e vince a Castiglione Torinese

Una incertezza allo start dell’ultima prova è costata la vittoria assoluta a Cyril Audirac e Jessica Jemes al via sulla Renault Clio Super 1600 in favore di “Zippo”. Il pilota di Mougins aveva assunto il comando delle operazioni facendo segnare il miglior tempo a Lauriano e Casalborgone, le due prove ripetute che hanno caratterizzato questa edizione del Rally di Castiglione. Il parziale di Cordova è stato annullato a causa del cedimento della sede stradale.

Il francese aveva poi resistito al ritorno di Mattia Pizio e Paolo Tozzini più veloci nel terzo impegno cronometrato. Ma al via dell’ultimo crono, pare a causa di una incomprensione con i cronometristi, il transalpino della Renault esitava a partire perdendo nove secondi. Ne approfittavano “Zippo” e Ceschino, vincitori lo scorso anno,i quali facevano segnare il miglior tempo scavalcando al fotofinish l’avversario.

A nulla servivano le lamentele finali del veloce driver francese che chiudeva al secondo posto. Sul terzo gradino del podio salgono Mattia Pizio e Paolo Tozzini. Il giovane di Oleggio, anch’egli in gara sulla Clio Super 1.6 è autore del miglior tempo sul secondo passaggio a Lauriano e chiude ad un solo decimo da Audirac.

Ottima prestazione per Fabrizio Giovanella e Andrea Dresti (Clio Super 1.6) che concludono appena giù dal podio. Quinta posizione assoluta per Alessandro Cresto e Simone Sparvieri a completare un quintetto Renault. Gara da incorniciare per Diego Martinelli e Ermes Bagolin che portano la Opel Astra Gsi al sesto posto assoluto e sono i vincitori della Classe A7.

Settimo posto finale per Julien Albertini e Paoli Sylvain, equipaggio corso al via su una Clio Super 1.6. Successo nella classifica Under 25, nella classe R3c e ottavo posto assoluto per Della Maddalena e Belfiore a bordo della Renault Clio seguiti nella generale dai locali Andrea Da Lozzo e Diego Sacco all’esordio sulla Renault Clio S1.6 identica a quella che ha permesso a Nicholas Cianfanelli e Jacopo Innocenti di entrare nella top ten assoluta. Monica Caramellino e Giulia Patrone conquistano la classe rosa a bordo della Peugeot 208.

L’ultimo appuntamento rallystistico nella provincia di Torino è stato condizionato pesantemente dal maltempo che ha flagellato l’intera regione. Come già detto, il cedimento di un tratto della sede stradale ha costretto la direzione gara ad annullare entrambi i passaggi sulla prova di Cordova. Hanno concluso la gara 85 equipaggi.