Articoli

Gomitolo di Lana, la macchina organizzativa va a tutta

Aumentano i giri del motore della decima edizione del Rally Ronde Gomitolo di Lana, organizzata dal New Turbomark Rally Team guidato da Giuseppe Zagami in programma sabato 9 e domenica 10 novembre. Piloti biellesi ai vertici, ma non solo loro. E proprio per evidenziare quanto i piloti biellesi siano tornati ai vertici del panorama nazionale era presente in sala Corrado Pinzano, reduce da una stagione ai massimi livelli che lo ha visto conquistare sabato scorso, 25 ottobre, il successo nella Finale Nazionale ACI Sport Cup a Como che va a bissare la vittoria conquistata nella Coppa Rally di Zona ottenuta a Verona appena due settimane prima, affiancato dal navigatore locale Marco Zegna.

Corrado Pinzano ha già confermato ufficialmente di essere al via del Rally Ronde Gomitolo di Lana, ma non sarà certamente l’unico a puntare al successo nella gara biellese. Confermata la presenza di Alessandro Gino, il veloce pilota cuneese alla sua prima esperienza a Biella e Ilario Bondioni che al Gomitolo di Lana partecipò tre edizioni fa salendo sul podio. Questi sono solo i primi nomi fra gli oltre settanta iscritti ufficialmente diffusi mercoledì sera da Giuseppe Zagami, numero destinato sicuramente a crescere visto che le iscrizioni chiuderanno solo nel fine settimana. Fra i certi al via anche Diego Pinzano, padre di Corrado, che è tornato recentemente al volante di una vettura da rally dopo 18 anni di lontananza.

Sfida sulla “Curino” capovolta. Il 10° Rally Ronde Gomitolo di Lana è entrato nel vivo anche per i concorrenti che avranno tempo a inviare le loro iscrizioni sino a venerdì 1° novembre. Le operazioni di verifiche sportive, contestuali con la distribuzione dei radar, si terranno presso il Relais Santo Stefano di Sandigliano (BI) sabato 9 novembre a partire dalle ore 8.00 fino alle ore 12.00. Presso la concessionaria Nuova Mombi Car di Biella (Via Maestri del Lavoro, 8 – Biella) dalle 8.30 alle 12.30 si svolgeranno le verifiche tecniche e nel pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00 i concorrenti potranno visionare il percorso a bordo di vetture stradali.

La parte agonistica della gara si aprirà con la presentazione dei concorrenti sabato sera a partire dalle ore 20.01 in Piazza Martiri della Libertà a Biella, dove i concorrenti faranno ritorno domenica sera alle 18.31 per scalare la pedana di arrivo. La gara avrà come terreno di sfida i 9,20 km della prova speciale di Curino, da affrontare quattro volte, percorsa quest’anno in senso contrario, partendo proprio da Curino, in località San Bononio, per cogliere la bandiera a scacchi a Pray. In totale la gara misura 297,05 km di cui 36,80 cronometrati con quattro riordini e parchi assistenza in Piazza Giovanni Falcone a Biella.

Un decennio di grandi piloti e grandi sfide. Il Gomitolo di Lana è una gara dal palmares stellato. Nella terza edizione (2012) vinse il pilota di F1 polacco Robert Kubica, al suo rientro nelle gare dopo l’incidente, ed ha il suo mattatore nel biellese Corrado Pinzano che si è imposto nelle ultime tre edizioni (2016, 2017, 2018); con l’altro idolo locale, Omar Bergo, che ha fatto centro due volte (2014 e 2015).

Sul gradino più alto del podio sono saliti anche Davide Negri (2010), Massimo Gasparotto (2011) e Marco Colombi (2013). Il navigatore più titolato è Marco Zegna, con tre successi a fianco di Pinzano negli ultimi tre anni. Lo scorso anno fu praticamente un a solo di Pinzano-Zegna (Škoda Fabia R5), che presero il comando sotto la pioggia fin dalla prima prova mantenendolo sino alla pedana di arrivo, lasciando una sola prova a Mattia Pizio-Luca Simoni, Ford Fiesta R5, che hanno concluso secondi a 14”1 davanti a Elwis Chentre-Elena Giovenale, Ford Fiesta R5, terzi a 30” nonostante la rottura dell’idroguida sostituita dai meccanici in assistenza.

Rally di Castiglione Torinese: tutto un fermento

Con l’apertura delle iscrizioni che chiuderanno il 15 Novembre, è partita ufficialmente la terza edizione del Rally Day di Castiglione Torinese. La gara organizzata dalla Mat Racing è stata presentata mercoledì sera nella sala Polivalente di Castiglione presenti molti rappresentati delle istituzioni fra i quali Mario Fadda assessore allo sport del Comune di Castiglione, Sergio Pignatta assessore al commercio e il capogruppo al Consiglio Comunale Samuele Stradella.

Presenti inoltre le rappresentanze istituzionali di Settimo Torinese con Enzo Rignanese, di Sciolze con Gabriella Mossetto e di Cinzano con il primo cittadino Emilio Longo. Unanime il consenso espresso dalle istituzioni che hanno evidenziato il successo delle prime due edizioni mettendo in risalto l’importanza di questo evento non solo nell’ottica sportiva ma come traino per la promozione turistica e culturale del territorio.

La competizione motoristica che lo scorso anno riscosse il record di iscritti nella nostra regione, si correrà nel week-end fra il 23 e 24 Novembre con partenza e arrivo dal centro della bella cittadina ai piedi della collina. Saranno tre le prove speciali,intitolate come gli scorsi anni a “Franca Fiorna” (Ps 1/4) “Felice Pozzo” (Ps 2/5) e a “Milena e Gaetano Trolese” (Ps 3/6) che verranno percorse due volte per un totale di oltre trentasei chilometri cronometrati.

Oltre a Castiglione verrà coinvolta anche la città di Settimo Torinese dove verranno allestiti verifiche tecniche alla vigilia e nella giornata di gara Riordino e Parco Assistenza. Le novità più interessanti riguardano il percorso che rispetto allo scorso anno ha subito una importante modifica nella prova intitolata a “Felice Pozzo” che rispetto alla precedente edizione è stata sensibilmente allungata e verrà percorsa in senso contrario, una caratteristica che come ha spiegato da Mario Trolese rende questo tratto molto più spettacolare.

Novità interessanti anche per quanto riguarda il montepremi. Si parla di un noleggio gratuito di una vettura per il vincitore della classe A7 messo in palio da Fr New Motors e di una iscrizione al Rally del Grappolo 2020 messa a disposizione dal San Damiano Rally. Il programma della gara prevede sabato 23 Novembre le verifiche tecniche e sportive che si svolgeranno rispettivamente a Settimo Torinese e Castiglione.

I concorrenti saranno poi impegnati nelle ricognizioni e nello shake down allestito in un tratto della strada provinciale 118 di Gassino. Il via della gara Domenica alle 8.45 da Castiglione dove i concorrenti faranno ritorno nel pomeriggio per l’arrivo e la premiazione. Svelata fra gli iscritti anche una partecipazione straniera, mentre hanno già confermato la loro presenza i primi tre classificati della scorsa edizione.

Il Rally di Frosinone ultimo appuntamento ciociaro

Con il via alle iscrizioni, si è aperta l’edizione 2019 del rally della Provincia di Frosinone. La gara in programma nei comuni limitrofi al Capoluogo ciociaro si disputerà il prossimo 16 e 17 novembre e sarà l’ultimo appuntamento della stagione sportiva 2019 per quanto concerne i rally nella provincia ciociara.

La seconda edizione della gara si presenta con tante novità, la prima riguarda la tipologia, da rally day si è trasformata in rally nazionale, la seconda è il percorso, rivisto in gran parte. La nuova tipologia, consentirà la partecipazione di auto più performanti e prestazionali, ossia quelle di categoria R5, vetture che si distinguono nei vari campionati nazionali europei in cui i principali costruttori sono impegnati come: Citroen, Skoda, Ford, Peugeot e Hyundai, unitamente a tutte le altre vetture allestite per un rally.

Tre le prove cronometrate inserite nel programma di gara, di cui una da ripetersi due volte al sabato (Ferentino), le restanti due: Arnara e Torrice-Ripi da disputare per ben tre volte nel corso della domenica. Il quartier generale della manifestazione motoristica sarà il Parco Matusa a Frosinone, che ospiterà partenza, arrivo e i vari riordini, compreso quello notturno di sabato 16 novembre e tutte le verifiche sportive ante gara.

Il rally della Provincia di Frosinone si ripresenta con una gara diversa, confermando la sua struttura molto snella. Lo scorso anno fu praticamente un assolo di Antonio Pascale con la Mitsubishi Evo X in coppia con Paolo Francescucci sotto una pioggia incessante che li ha accompagnati per tutta la gara, verifiche comprese. La parte agonistica dell’edizione 2019 della gara si aprirà sabato mattina al Parco Matusa con le verifiche amministrative e tecniche e seguirà nel pomeriggio con la partenza (17:00) sempre dal Parco Matusa, mentre l’arrivo è fissato per le ore 16:30.

La gara che andrà in scena fra meno di un mese avrà un significato particolare, perché, solletica le emozioni di tantissimi rallysti ed appassionati del capoluogo e soprattutto riporta il fascino del rally nel territorio di Ferentino, dopo alcuni anni di stop. La campagna di adesioni alla gara sarà aperta sino al 8 novembre, mentre i motori si accenderanno il 16 e 17 novembre dal Parco Matusa.