Articoli

Presentato il programma del Rally Terra Sarda in Gallura

L’inaugurazione della nuova sede della Porto Cervo Racing è stata l’occasione per presentare il programma del Rally Terra Sarda-Rally della Gallura in programma dal 4 al 6 ottobre. L’ottava edizione della gara, valida per la Coppa Rally di Zona ACI Sport e per il Sardegna Rally Cup, partirà da Tempio Pausania e terminerà ad Arzachena dopo aver affrontato 410,55 chilometri complessivi dei quali 82,56 cronometrati. Nove le prove speciali: sabato le speciali “Calangianus” e “Sant’Antonio di Gallura” da ripetere entrambe due volte, domenica la “Luogosanto-Aglientu” da percorrere tre volte e la “Porto Cervo” da effettuare due volte.

“E’ un rally molto bello e atteso, ha detto Mauro Atzei, “sono previste diverse iniziative collaterali di valorizzazione del territorio a supporto della manifestazione. Il rally verterà su tre giornate: venerdì sera, a Tempio Pausania, inizieremo con le verifiche tecniche e sportive per tutti gli equipaggi che vorranno fare lo shakedown. Un ringraziamento particolare va rivolto all’amministrazione di Tempio per mettere a disposizione tutta la zona centrale della città, con le verifiche tecniche nel corso Matteotti, il viale principale di Tempio e l’assistenza sempre nella zona centrale. Sabato mattina, ad Aggius, gli equipaggi potranno effettuare lo shakedown, molto tecnico, un tracciato che sarebbe bello anche come prova speciale, in un paesaggio unico come quello della Valle della Luna.”

“La partenza è in programma alle 14.30 da Tempio, con due prove speciali molto belle da ripetere due volte, la Calangianus, la mitica Lovia Avria, in mezzo alle rocce della Gallura, e l’inedita prova Sant’Antonio di Gallura, una delle novità per gli equipaggi che vorranno partecipare a questo bellissimo rally. Dopo le prime due speciali ci sarà un riordino a Luras, l’assistenza a Tempio, e la sera, arrivo ad Arzachena dove sono previsti i fuochi d’artificio, un ulteriore spettacolo per i cittadini, che invito”.

“Domenica, dopo la partenza da Arzachena, è in programma la mitica prova speciale Luogosanto-Aglientu, tredici chilometri molto impegnativi che saranno ripetuti tre volte. Sono previsti i riordini nel centro di Luogosanto e l’assistenza nel centro di Arzachena dove sarà allestita la direzione gara. L’altra prova speciale sarà la Porto Cervo, molto caratteristica, che non poteva mancare anche in questa edizione del “Terra Sarda”. E’ un rally per i piloti perché la nostra scuderia è formata da piloti, co-piloti, ufficiali di gara, ovvero da persone che hanno uno spirito di sportività particolare”.

Tra le numerose iniziative legate all’evento, è prevista la campagna sulla sicurezza stradale e di sensibilizzazione sul riciclo della plastica, le visite guidate per la promozione del territorio, il Villaggio Rally, struttura interamente dedicata ai concorrenti e agli appassionati di motori e la valorizzazione dei prodotti locali in appositi stand.

“Il Rally Terra Sarda è alle porte”, ha detto Dino Caragliu, vicepresidente della Porto Cervo Racing, “rispetto alle scorse edizioni ci saranno delle novità. In collaborazione con la Regione Sardegna abbiamo voluto creare una sinergia tra i vari artigiani, che vorranno esporre i loro prodotti negli stand, e il mondo del rally, perché il rally non è soltanto una gara automobilistica fine a se stessa, ma anche rapporti di collaborazione e interconnessione tra i vari mondi, quello dello sport e dell’economia”.

“Il Rally è un prodotto che crea economia e, di conseguenza, l’economia crea sviluppo. Gli alberghi sono al completo, sono pervenute diverse richieste di prenotazione da equipaggi della penisola, grazie ai pacchetti promozionali che abbiamo predisposto. Il nostro obiettivo è organizzare un ottimo Rally e far correre gli equipaggi nella massima sicurezza”.
L’ottava edizione del Rally Terra Sarda coincide con i festeggiamenti per i vent’anni di attività della Porto Cervo Racing. “La gara sarà molto bella e curata nei dettagli”, ha concluso Mauro Atzei, “invitiamo tutti a partecipare e usufruire delle diverse agevolazioni previste”.

Porto Cervo Racing a tutto rally tra Sardegna e Lombardia

Una stagione intensa e già ricca di soddisfazioni. Nel weekend del “giro di boa” della stagione agonistica 2019, la Porto Cervo Racing traccia un bilancio provvisorio positivo e, con i suoi portacolori, conferma la presenza costante, su più fronti, nelle gare in Sardegna e nella penisola. La Scuderia parteciperà al “2° Shardana Rally Day” con gli equipaggi Musselli-Mele (Renault Clio S1600), Pileri-Baglio (Peugeot 106) e Ferreri-Foschini (Peugeot 106).

Il Team sarà presente in Lombardia dove l’equipaggio Cocco-Deiana (Peugeot 207 S2000) sarà allo start del “34° Rally Prealpi Orobiche”, mentre in Calabria, nella 41ª Cronoscalata Santo Stefano-Gambarie, a rappresentare i colori della Scuderia, ci sarà il pilota Ennio Donato (Ford Escort Cosworth). Intanto, la Scuderia continua alacremente nell’organizzazione del “Rally Terra Sarda” in programma in Gallura il 5 e 6 ottobre 2019, valido come prova di Coppa Rally Aci Sport di Zona.

A “guidare” i portacolori della scuderia a Shardana ci sarà il pilota Vittorio Musselli in coppia con Claudio Mele, reduci dal terzo posto assoluto conquistato nel 2° Rally Parco Geominerario della Sardegna. Musselli, al secondo impegno stagionale, torna allo “Shardana” al volante di una Renault Clio S1600, dopo l’esperienza dello scorso anno (con Fabio Salis).

Il pilota Vanni Pileri, alla guida della sua Peugeot 106, riprende esattamente da dove aveva lasciato e, nell’occasione del riscatto, sarà navigato per la prima volta da Lirio Baglio. Prenderà il via al volante della sua Peugeot 106, il pilota del Team Giovanni Ferreri, che parteciperà con l’amico Carlo Foschini con l’obiettivo di divertirsi. In questa gara l’impegno della Scuderia sarà doppio: sulle prove speciali ci saranno anche dieci Ufficiali di Gara del gruppo di Urzulei.

Trasferta in Lombardia per la Scuderia e i suoi portacolori Roberto Cocco e Sergio Deiana che, a bordo della Peugeot 207 S2000, saranno al via del 34° Rally Prealpi Orobiche. “Per esigenze di sponsor abbiamo deciso di partecipare a questa gara, anche se ci dispiace per la concomitanza con lo Shardana”, commenta Roberto Cocco, “il Prealpi Orobiche sarà l’occasione per fare esperienza con la Super 2000, vettura che avevamo utilizzato, sempre con Sergio, nel 2017 al Rallye des Alpes du Mont Blanc dove avevamo ottenuto il nono posto assoluto. Siamo ben felici di fare questa gara, speriamo nel migliore dei modi”.

Pronto per l’imminente trasferta e la terza gara (la seconda della stagione) con Roberto Cocco, il navigatore Sergio Deiana. “Ci dispiace per la nostra assenza allo Shardana”, ribadisce Deiana, “parteciperemo a questa gara, in previsione già dal 2018, in quanto richiesta dallo sponsor. E’ una gara nazionale, quindi ci confronteremo con delle realtà diverse. Ringraziamo gli sponsor per la bella opportunità e la Scuderia che ci sostiene sempre”.