Articoli

Secondo posto nel CIR 2WD per Alessandro Casella dopo il Rally di Roma

Positivo esordio stagionale per i portacolori della Cst Sport Alessandro Casella e Rosario Siracusano al Rally di Roma Capitale, primo appuntamento del Campionato Italiano Rally. L’equipaggio messinese, in gara sulla Peugeot 208 R2B del team MS Munaretto, ha tenuto una condotta di gara accorta, finalizzata esclusivamente a portare il maggior numero di punti possibili sui difficili asfalti romani in vista dei futuri appuntamenti di campionato.

Un’inizio di gara brillante aveva visto il giovane siciliano in testa alla classifica del CIR 2 Ruote Motrici e dei Trofeisti Peugeot dopo il primo giro di prove, ma anch’esso è stato rallentato da una foratura durante la seconda ripetizione della P.S. “Pico-Greci”, rilegandolo al quarto posto della classifica riservata alle tutto avanti nel Campionato Italiano Rally.

La medesima sfortuna si è ripresentata anche durante la seconda tappa con la rottura del potenziometro del cambio durante il primo passaggio sulla impegnativa “Guarcino” costata all’equipaggio Cst Sport una decina di secondi e la seconda piazza fra le 2 Ruote Motrici.

“Il Rally di Roma Capitale si rivela sempre una gara molto impegnativa, ne sono dimostrazione i numerosi concorrenti che già dallo Shakedown hanno avuto problemi. La nostra gara è sicuramente stata influenzata dai piccoli problemi riscontrati che non ci hanno permesso di raccogliere quanto sperato. Una foratura sul secondo passaggio della “Pico-Greci” e la rottura del potenziometro del cambio sul primo passaggio della “Guarcino” hanno vistosamente rallentato la nostra gara”, spiega Alessandro Casella dopo il Rally di Roma.

“Tutto sommato il bilancio post-Roma non è sicuramente negativo poiché il quarto posto in Gara 1 ed il terzo in Gara 2 ci hanno portato ad essere secondi sia nella Classifica 2 Ruote Motrici del Campionato Italiano Rally che nella Classifica del Peugeot Competition Top. Ci tengo a ringraziare la mia squadra per l’eccellente lavoro svolto durante il primo parco assistenza di domenica, grazie al quale sono riuscito a rimontare sui miei diretti avversari”, conclude il pilota.

Classifica CIR 2 Ruote Motrici dopo il Rally di Roma

1) Davide Nicelli 27 pti, 2) Alessandro Casella 18 pti, 3) Christopher Lucchesi 18 pti, 4) Marco Pollara 15 pti, 5) Andrea Mabellini 15 pti, 6) Davide Campanaro 12 pti, 7) Fabio Farina 12 pti, 8) Robeto Gobbin 12 pti, 9) Roberto Daprà 9 pti, 10) Martina Iacampo 7 pti, 11) Rachele Somaschini 5 pti.

Mirco Straffi di nuovo in testa al Peugeot Competition

A otto mesi di distanza dallo splendido tris di successi che gli aveva garantito il titolo nella scorsa stagione del Peugeot Competition 208 Rally Cup Pro, il ventiseienne empolese Mirco Straffi si è ripetuto sfoggiando il quarto asso consecutivo con la vittoria al Rally del Casentino, la gara che ha riaperto l’attività rallistica nazionale inaugurando anche la stagione 2020 del trofeo promozionale del Leone.

In effetti, gran parte dei protagonisti della serie 208 Rally Cup PRO, legata a quella nazionale IRCup Pirelli, hanno offerto prestazioni notevoli, dimostrando ancora una volta la straordinaria competitività e affidabilità delle loro Peugeot 208 R2B, vettura che sta continuando a dominare fra le due ruote motrici a livello nazionale (e non solo) ormai da sette stagioni: al Casentino hanno occupato i primi due posti della graduatoria delle “tutto-avanti” e tutti e 13 gli esemplari al via sono arrivati al traguardo.

Mirco Straffi è stato al comando sin dall’inizio, ma per tutto il rally ha dovuto guardarsi dall’altrettanto scatenato reggiano Alessandro Zorra: al traguardo i due – unici dei trofeisti presenti anche lo scorso anno – erano divisi da soli 20” e hanno concluso entrambi nella Top 20 assoluta.

Terzo posto per Paolo Oriella, molto efficace e costante, che ha preceduto il giovane Cristopher Lucchesi jr. – al via soprattutto per preparare il debutto di fine mese nella 208 Rally Cup TOP legata al CIR così come Davide Nicelli e Fabio Farina.

Proprio il trentino Farina l’ha spuntata per meno di 6” nel duello per il quinto posto sull’alessandrino Mario Cecchini. Buon rodaggio, infine, per il romagnolo Franco Ricciardi e per l’emiliano Giovanni Giaquinto. Prossimo appuntamento per il Peugeot Competition 208 Rally Cup PRO sarà a fine settembre al Rally di Bassano.

Peugeot Competition: 4 risultati per CIR, 3 per IRC

Mancano gli ultimi ritocchi ma il rinnovato regolamento del Peugeot Competition è praticamente fatto, con conferma di tutte le specialità inizialmente previste: CIR, IRC, Coppe di Zona e Raceday. Pur rivisto, il montepremi conferma l’assegnazione di premi di gara sia nel CIR che nel IRC, mentre fra i premi finali la stagione da ufficiale per il vincitore del CIR quest’anno verrà sostituita da un premio in denaro e pneumatici.

Ridotti anche i calendari. Nel 208 Top del CIR si passerà a quattro gare: la prima sarà a scelta del singolo pilota: Ciocco o Targa Florio. Le altre tre saranno per tutti: Sanremo, Due Valli e Tuscan Rewind. Nel 208 Pro del IRC tre gli appuntamenti del calendario (Casentino, Bassano e Appennino Reggiano). Sia nel CIR che nel IRC confermata la struttura dei punteggi annunciata a inizio anno: di gara, di power stage più il bonus corrispondente al numero di partecipanti.

Ma con il ridotto numero di gare non ci saranno scarti nel Peugeot Competition. Quanto al Regional Rally Club che coinvolge le Coppe di Zona, premi in pneumatici per il solo vincitore di ogni zona con almeno tre gare disputate e premio legato al Rally di Como per il primo classificato degli iscritti che conquistano il diritto alla finale.