Articoli

Al Rally Roma Capitale debutta la nuova Fiesta

Le prossime tre (anzi quattro visto che la Sardegna vale doppio) gare del Tricolore saranno determinanti. Il Targa Florio sarà cruciale per Craig Breen, Andrea Crugnola e Stefano Albertini. Il programma italiano dell’irlandese è garantito sino alla Sicilia, ma la vittoria sanremese ne faciliterà sicuramente l’eventuale allungamento. Per gli altri due la necessità è di fare parecchi punti, visto che entrambi sono attardati in classifica e dopo avranno l’impegno sardo sullo sterrato, fondo a cui sono meno abituati.

Il Rally d’Italia sarà un passaggio importantissimo per tutti, ma soprattutto per Luca Rossetti. Mentre Simone Campedelli, terraiolo di nascita e con una vettura gestita da M-Sport Poland – che con il mondiale e le sue gare va a nozze – punta sulla prova iridata italiana per fare un passo avanti determinante aspettando poi il Rally di Roma Capitale dove gli verrà affidata la nuova Fiesta. Un prodotto determinante per le sorti commerciali di M-Sport e che debutterà nel contesto del campionato europeo che è una vetrina internazionale importante.

Anzi è possibile che Simone venga coinvolto nei test di sviluppo della vettura come ‘asfaltista’, genere in fondo carente nei quadri dei piloti della formazione di Malcom Wilson. Roma sarà atteso come appuntamento favorevole anche da Giandomenico basso, che lo scorso anno sfiorò il successo contro il campione europeo Lukyanuk nonostante una preparazione sommaria della gara.

Peugeot 208 Rally Cup Top, Sanremo è di Nicelli

Secondo appuntamento stagionale per il 208 Rally Cup Tope secondo successo per il giovane pavese Davide Nicelli, ora da solo al comando della classifica generale della serie di vertice del Peugeot Competition che assegnerà al vincitore finale un programma ufficiale Peugeot Sport Italia nella stagione 2020.

Come al Ciocco, tutto si è deciso all’ultima prova speciale, ma dopo una gara condizionata dalle condizioni atmosferiche alquanto variabili e dai colpi di scena con un finale ancora più thrilling, come spiega la classifica: vittoria a Davide Nicelli con soli 4” su Giorgio Cogni e 7” su Alessandro Nerobutto, che al via dell’ultima prova speciale era in testa con 36”4 sul vincitore e 58”6 su Cogni.

Michele Griso è stato di nuovo il primattore nelle battute iniziali, mentre per Cogni la gara era iniziata nel peggiore dei modi: strappando una ruota nella prova spettacolo. Solo il grande lavoro dei meccanici del team Sportec gli ha permesso di riprendere, anche se dall’ultimo posto con 1’15” di ritardo.

Con Giacomo Guglielmini subito ritirato per una uscita di strada, Griso e Cogni sono stati i protagonisti delle successive tre prove, compresa la Power Stage vinta da Griso davanti a Cogni e Nerobutto. Ma sulla Mini Ronde notturna il veneto veniva fermato da un guasto, così Nerobutto passava in testa mentre Nicelli saliva al posto d’onore davanti a Cogni, a sua volta già risalito in terza piazza grazie alla sua rimonta (a fine gara sarà il trofeista ad aver vinto il maggior numero di prove speciali) ed alle difficoltà altrui. Foratura per il veloce Christopher Lucchesi Jr., difficoltà di adattamento per Jacopo Trevisani e Davide Craviotto, persino un tamponamento subito in trasferimento per Patrizia Perosino, alla fine comunque premiata da preziosi punti per il Tricolore femminile.

Con Nerobutto nettamente in testa, si arrivava all’ultima prova, la più lunga con i suoi 34,45 km, dove si sono alternati asciutto, umido, pioggia battente e nebbia per l’ennesima roulette nella scelta degli pneumatici. La peggiore decisione si rivelava quella di Nerobutto, autore anche di un testa-coda, che scendeva in terza posizione, mentre Cogni sfiorava la clamorosa vittoria arrivando vicinissimo all’impeccabile Nicelli.

Ora il 208 Rally Cup TOP avrà un periodo di sosta: riprenderà a luglio con il Rally di Roma Capitale, valevole anche per il Campionato Europeo Rally.

La classifica dopo il Rallye Sanremo: 1. Davide Nicelli 21 punti; 2. Giorgio Cogni 16; 3. Alessandro Nerobutto 14; 4. Giacomo Guglielmini 11; 5. Michele Griso e Jacopo Trevisani 5; 7. Christopher Lucchesi jr. e Patrizia Perosino 3.

Cir e Cirt: dettagli Rally Italia Sardegna

Due mesi di distanza dal Rally Italia Sardegna, gara quest’anno valida anche per le due serie nazionali, il Cir e il Campionato Italiano Rally Terra. Come anticipato, il secondo round della serie tricolore dedicata agli specialisti delle strade bianche avrà un programma particolare.

Per quanto riguarda la classifica del Cirt darà punteggio solamente la prima parte del rally, ovvero la prima frazione di gara che si svolgerà il 13 e 14 giugno. Inoltre la 1° Tappa del Ris avrà coefficiente 1,5. Gli equipaggi iscritti al Cirt svolgeranno regolarmente la gara insieme agli altri partecipanti del Ris, naturalmente seguendo il classico ordine in base alle priorità ed alla classe di appartenenza.

La partenza sarà quindi dal lungomare di Alghero a partire dalle ore 16.00 di giovedì 13 giugno, prima della PS1 Ittiri Arena Show seguita l’indomani da otto prove speciali. Il percorso complessivo che interessa il Cir Terra sarà di 523,92, dei quali 124,20 distribuiti su 9 piesse. Al termine della tappa di venerdì 14 giugno, a partire dalle ore 18.40, gli equipaggi iscritti al Cirt taglieranno il traguardo per la gara di Campionato. Ovviamente avranno tutti la possibilità di proseguire il rally.

Il programma facoltativo per i partecipanti al Cir Terra partirà dal test pre-gara, che si svolgerà nella giornata di lunedì 10. Martedì 11 giugno le registrazioni per le ricognizioni e le verifiche amministrative. Mercoledì 12, sempre in forma opzionale, si svolgeranno le ricognizioni sulle 9 prove speciali dalle ore 8.00 alle 17.00. Per quanto riguarda le verifiche e le ricognizioni, i concorrenti del Cir Terra potranno scegliere di seguire il programma RIS.

Il Rally Italia Sardegna sarà valido anche come quarto appuntamento del Campionato Italiano Rally. La gara, che si svolgerà all’interno del rally mondiale, prevede l’assegnazione di due punteggi per il CIR, (gara 1 e gara 2), uno al temine della prima tappa, comprensiva anche della Super Prova Speciale ed uno che terrà conto esclusivamente della seconda e terza tappa.

Christopher Lucchesi: ‘Quest’anno non va’

Primi punti tricolori conquistati ed insieme ad essi anche quelli per il trofeo Peugeot. Per Christopher Lucchesi, la seconda prova del “tricolore” rally, al 66° Rallye Sanremo (leggi qui la nostra diretta web), finito oggi pomeriggio, rappresenta il classico bicchiere mezzo pieno. Al volante della Peugeot 208 R2 della Rally Experience ed affiancato da Marco Pollicino, Lucchesi ha finito la gara in quinta posizione tra gli iscritti al Campionato Italiano Due Ruote Motrici, al termine di una gara decisamente sofferta.

Da una parte la soddisfazione di essere andato a punti, dall’altra l’aver conosciuto di nuovo il tradimento della Dea bendata, vicende sfortunate che non hanno permesso di cogliere quel risultato da podio che era alla portata, in virtù di quanto ha evidenziato il cronometro. Il 20enne figlio d’arte portacolori della Scuderia Rally Revolution+1, dopo aver avviato al meglio la sfida rivierasca, in seconda posizione di categoria, durante la terza chrono è incappato in una foratura causata da una pietra trovata in traiettoria, inevitabile, che oltre ad aver rovinato uno pneumatico anteriore, ha danneggiato il condotto dell’olio freni.

Oltre ai due minuti circa persi per la foratura si sono poi sommati i 40” di ritardo al controllo orario della prova successiva, dovuti al dover riparare il problema con i mezzi propri di bordo. Sempre il danno dello pneumatico ha poi generato ulteriori problemi all’idroguida ed alla cinghia dei servizi, con l’ulteriore difficoltà del rimanere senza fari supplementari nella prova conclusiva nella notte di ieri, con altri circa tre minuti persi.

Lucchesi e Pollicino non hanno comunque allentato la concentrazione e la decisione di voler vedere la bandiera a scacchi per incamerare i primi punti della stagione, un importante incentivo per il prosieguo dell’annata tricolore. L’impegno è stato al massimo, confermato anche dai riscontri cronometrici costantemente da podio fatti registrare quando hanno potuto correre senza alcun affanno.

“Quest’anno proprio non va. Ci si impegna al massimo ed anche oltre, ma proprio la Dea bendata non ci vuole aiutare – racconta Christopher Lucchesi -. Purtroppo, la foratura ci può stare, la pietra trovata in mezzo alla strada in velocità non è stato possibile scansarla, ma oltre alla gomma danneggiata si sono innescati troppi altri problemi che ci hanno allontanati troppo presto dal vertice della classifica. Si, siamo arrivati, e questo era vitale, ma peccato anche per il risultato a nostro avviso mancato, a vedere come siamo andati quando tutto era a posto diciamo che il podio perlomeno ci poteva stare. Prendiamo il bicchiere mezzo pieno, anche se con un retrogusto un po’ amaro, un po’ troppo amaro, ma voltiamo pagina pensiamo alla prossima. Come sempre aggressivi e concentrati . . . prima o poi tutto girerà anche per il nostro verso. Un grazie alla squadra che ci ha supportati al meglio possibile, un grazie anche ai tanti amici che ci hanno fatto sentire il loro calore e sostegno lungo le prove”.

Campionati Italiani Rally: elenco iscritti 2019

Sta per partire ufficialmente la stagione 2019 delle serie tricolore rally. Le migliori competizioni nazionali per vetture moderne si avvicinano al taglio del nastro e già dal 22 al 24 marzo al Ciocco, nel bellissimo Granducato da corsa, ci sarà lo start del Campionato Italiano Rally. Continuano ad aumentare di conseguenza le candidature per i diversi titoli in palio, con le iscrizioni per i vari campionati che aumentano con il passare dei giorni. Ecco quindi la lista (in aggiornamento costante) dei piloti iscritti ufficialmente ai Campionati Italiani Rally 2019.

Elenco iscritti

CAMPIONATO ITALIANO RALLY

Albertini Stefano

Basso Giandomenico

Breen Craig

Campedelli Simone

Crugnola Andrea

Gilardoni Kevin

Michelini Rudy

Profeta Alessio

Razzini Marcello

Rossetti Luca

Rusce Antonio

Scattolon Giacomo

CAMPIONATO ITALIANO 2 RUOTE MOTRICI

Ciuffi Tommaso

Lucchesi Christopher

Nicelli Davide

Panzani Luca

Perosino Patrizia

Somaschini Rachele

Trevisani Jacopo

CAMPIONATO ITALIANO JUNIOR

Bernardi Giorgio

Bottarelli Luca

Mazzocchi Andrea

Pollara Marco

Pucella Pasquale

Testa Giuseppe

Vita Mattia

CAMPIONATO ITALIANO RALLY ASFALTO

Albertini Stefano

Crugnola Andrea

Gilardoni Kevin

Michelini Rudy

Profeta Alessio

Razzini Marcello

Rusce Antonio

Scattolon Giacomo

CAMPIONATO ITALIANO COSTRUTTORI

Citroen Italia

Ford Italia

CAMPIONATO ITALIANO COSTRUTTORI 2 RUOTE MOTRICI

Ford Italia

Peugeot Automobili Italia

CAMPIONATO ITALIANO WRC

Andriolo Rudy

Bizzotto Giampaolo

Fontana Corrado

Fontana Luigi

Santini Federico

Schileo Nicola

Signor Marco

Zigliani Rizziero