Articoli

Ad Autoexpo 2019 sono state celebrate auto, gare e campioni

Ha chiuso con il sorriso, ma anche con l’ottimismo, Autoexpo 2019, proposto nel fine settimana appena trascorso negli spazi espositivi de “La Cattedrale – Pistoia Fiere” di Pistoia. Organizzato da Pistoia Corse in collaborazione con l’Automobile Club Pistoia, l’evento era partito al meglio nella vigilia, conoscendo un notevole interesse da parte degli operatori economici, con la parte espositiva che ha incrementato del 15% rispetto all’edizione dello scorso anno, segno che la vetrina è stata ritenuta un importante volano per l’immagine dell’attività di chi espone oltre che per favorire ed avviare importanti contatti commerciali.

Per due giorni, a Pistoia si è parlato di passione, soprattutto. Passione per l’automobilismo, per il motorsport, per le due ruote ed un forte interesse per la mobilità. Con tutto questo Autoexpo 2019 ha ricevuto una concreta risposta del pubblico, sia locale che arrivato anche da molte parti d’Italia, permettendo di registrare lo stesso afflusso della passata edizione, nonostante sul territorio fossero presenti altre manifestazioni.

Autoexpo 2019, facendo anche “cultura” di automobilismo e motociclismo, sia con lo sport che con il racconto dell’industria e dell’indotto ad essi legato, dove l’Italia eccelle da sempre, ha comunicato quindi anche il territorio, favorendo l’incoming di tanti appassionati, come peraltro accaduto nelle tre edizioni passate, segno tangibile della dimensione che il salone sta assumendo in un contesto nazionale.

Già due anni fa ed anche l’anno passato le “rosse” di Maranello fecero sfoggia del loro design unico, del loro colore inconfondibile. Anche quest’anno la Ferrari ha fatto parte integrante di Autoexpo, si è potuta ammirare un modello della vettura Formula 1, in una delle ultime versioni, vero oggetto di culto per gli appassionati di motorsport. Un successo oltre le aspettative anche il tributo organizzato alla Porsche 911. Alla celebre coupé di Stoccarda, dalla silhouette iconica ed il design senza tempo, un simbolo intramontabile delle vetture sportive ed anche da competizione, è stata dedicata un’ampia mostra di modelli che ne hanno raccontato la storia inimitabile.

L’Automobile Club Pistoia ha presentato il nuovo passaggio da Pistoia della 1000 Miglia. La “corsa più bella al mondo” transiterà dalla città il 17 maggio, con un controllo a timbro in Piazza Duomo, oltre a passare in altre parti del territorio. Legata alla storia della mitica gara della “freccia rossa” era la mostra di vetture della Ermini, il celebre costruttore di auto a connotazione sportiva di Firenze (nato nel 1932 e chiuso nel 1956) con modelli che hanno contribuito a fare grande la storia della corsa della “freccia rossa”. Sono stati esposti diversi modelli d’epoca, oggetto anche essi di grande interesse da parte del pubblico, anche da coloro non propriamente ispirati dalla passione per l’automobilismo sportivo, ma della storia industriale toscana.

La kermesse toscana ha avuto quest’anno il valore aggiunto della premiazione del portale web Rallylink.it, online dal 1998. E’ stato premiato, con i voti delle migliaia di utenti del portale, il Campione Italiano Rally (per l’undicesima volta) Paolo Andreucci. “Personaggio del Rally 2018”, un titolo che ha conquistato per la terza volta. Il “Trofeo Loris Roggia”, istituito nel 2004 dopo la scomparsa del copilota veneto (ideatore e fondatore del sito Rallylink), è stato vinto da Luca Beltrame, che al fianco di Enrico Brazzoli, lo scorso anno è diventato campione del mondo rally in categoria WRC 3.

Alfredo Acetulli debutta sulla Mitsubishi Lancer Evo IX Gruppo R

Come un anno fa, quasi, con Alfredo Accettulli che si appresta a dare il via alla stagione agonistica 2019 con una grossa novità. Il pilota di Montagnana, archiviato un anno sabbatico con l’unica apparizione allo Slalom dei Colli Euganei ad inizio Luglio, rilancia le proprie ambizioni sportive, già a partire dal prossimo fine settimana. Un esordio di ritorno per il portacolori della scuderia Ten Job, il quale sarà impegnato alla quarta edizione del Motors Rally Show Pavia, i prossimi 2 e 3 marzo, alla guida della Mitsubishi Lancer Evo IX Gruppo R, curata da Assoclub Motorsport.

Non un debutto a tutti gli effetti, quello di Accettulli sulla trazione integrale nipponica: nella stagione 2013 il montagnanese aveva disputato l’Imola Rally Event ed il Monza Ronde by Vedovati Corse con la versione di produzione. Si riparte dal termine ed Accettulli è pronto a riscattare lo sfortunato ritiro targato 2018, avvenuto sul circuito di Castelletto di Branduzzo, quando noie all’impianto elettrico, sulla Renault Clio Williams gruppo A, lo fermarono mentre era in lotta per le posizioni di vertice.

“Siamo pronti per questa nuova ed entusiasmante avventura” – dice Accettulli – “e non vediamo l’ora che scatti il via della prima prova speciale per dare il massimo. Siamo molto contenti di tornare a competere con la Mitsubishi Lancer Evo IX. Abbiamo già affrontato qualche gara in passato con la Gruppo N ma questa è tutt’altra storia. I ragazzi di Assoclub Motorsport hanno svolto un lavoro notevole sulla vettura e non vediamo l’ora di provarla. Siamo riusciti ad effettuare qualche chilometro di test, giusto per prendere un po’ di confidenza con la Lancer. Le sensazioni sono decisamente positive.”

Affiancato, per la prima volta, dall’esperta Marinella Bonaiti il pilota di Ten Job aprirà la propria stagione, sabato pomeriggio, con la prova speciale “Aci Pavia” (7,33 km) e con la “Castelletto Circuit” (8,35 km). Quattro i tratti cronometrati previsti per la domenica con le versioni allungate di “ACI Pavia” (8,71 km) e “Castelletto Circuit” (9,80 km), da ripetere per due tornate ciascuna. Una gradita riconferma, quella di Accettulli verso i rally show in circuito che, in questi eventi, apprezza la possibilità di far combaciare gli impegni di lavoro con la sana passione motoristica.

“L’esperienza di Marinella tornerà sicuramente utile” – sottolinea Accettulli – “perché ci permetterà di prendere, in tempi rapidi, le giuste misure alla Lancer. Questi eventi in circuito sono, da sempre, spartiacque tra i rallysti puristi e chi, come noi, cerca di continuare a dar vita alla propria passione nonostante il lavoro. Correre in circuito è divertente e poco impegnativo in termini di tempo. Il nostro 2019 sarà incentrato su questa tipologia di eventi. Castelletto è sempre affascinante, prove miste con guidato e veloce. Crediamo che la Lancer, con un buon compromesso tra potenza ed assetto, sia una vettura giusta per questo tipo di competizioni.”

WRC 2019, Rally Sweden: Thierry Neuville rileva il comando

Freddo, tanto. Da poterlo esportare. Ma non basta a gelare le emozioni che questo avvio della seconda prova del WRC 2019, il Rally Sweden, riesce a regalare agli spettatori, molti dei quali letteralmente immuni alle temperature (per loro) casalinghe che hanno allietato lo shakedown e la prima PS della prima giornata di gara. Un antipasto, quello servito dal Rally Svezia, che ci ha fatto vedere Thierry Neuville grintoso e velocissimo nel test di velocità Skalla, cioè lo shakedown, per 2”2 secondi sulla Toyota Yaris di Ott Tänak.

Sébastien Ogier, vincitore della gara di apertura del WRC, il Rally MonteCarlo, non è andato oltre la decima posizione assoluta, dietro la Citroën C3. Neuville ha mostrato i chiodi ai suoi rivali, più che gli artigli, sul tratto di 6,66 chilometri innevati e ghiacciati vicino a Torsby. “Alla fine ho avuto un buon feeling in macchina. Ho faticato un po’ nel primo passaggio e ho adattato il set-up per la seconda manche e tutto poi mi è sembrato perfetto. Le condizioni della strada sono cambiate molto e man mano si poteva andare sempre più veloci, come sempre qui in Svezia”, ha spiegato Neuville.

Jari-Matti Latvala ha segnato il ritmo, prima che Teemu Suninen salisse in vetta alla classifica con la Ford Fiesta dopo il secondo passaggio. Neuville si è ripreso nella sua terza e ultima manche e, nonostante diversi piloti abbiano completato un quarto passaggio, nessuno è stato più veloce di lui. Kris Meeke è arrivato quarto, staccando Ogier di 0”2 secondi nel suo passaggio finale. Nel passaggio precedente, il britannico è stato aiutato dagli spettatori a tornare in strada. Era finito letteralmente sotto un cumulo di neve in una curva a destra. I compagni di squadra della M-Sport Ford Elfyn Evans e Suninen hanno completato la prima sestina assoluta. Le due della Fiesta erano separate da un solo decimo.

La prima prova di questa giornata è la super speciale Karlstadt: 1,9 chilometri. Che a chiamarla super viene da ridere… Il più veloce è di nuovo Neuville, che sigla un 1’34″9 e riesce a mantenere dietro, ad appena 0″8, Sebastien Ogier. Terzo tempo per Andreas Mikkelsen con 1’36″0, a 0″3 da Ogier e a 1″1 dal compagno di squadra Neuville. A ridosso del podio si inserisce Ott Tanak con 1’36″8, ad appena 1″9 da Neuville. La Toyota fa sempre più paura, ma anche Citroen avanza. Jari-Matti Latvala, con l’altra Toyota, è subito dietro Tanak a 0″1 e a 2″0 netti dal vertice della gara. Dunque, cinque equipaggi racchiudi in un fazzoletto di due secondi. Pazzesco.

A 0″7 da Latvala si piazza Suninen. Molto bravo, con la Fiesta riesce a strappare un tempone di 1’37″6. Lotta serrata nelle ultime quattro posizioni della classifica assoluta che vedono Esapekka Lappi respingere gli attacchi di Marcus Gronholm che si avvicina a 1″1. Dietro, Erik Pietarinen e Kris Meeke impattano in uno splendido ex-aequo (1’39″3), che contribuisce ancor di più a rendere splendido questo inizio della seconda prova del WRC 2019. Tamara Molinaro è ventottesima assoluta (1’45″8), mentre Lorenzo Bertelli è trentesimo (1’46″0).

La classifica del Rally Sweden dopo la PS1

1. 11 BELT. NEUVILLE 1:34.9
2. 1 FRAS. OGIER 1:35.7 +0.8 +0.8
3. 89 NORA. MIKKELSEN 1:36.0 +0.3 +1.1
4. 8 ESTO. TÄNAK 1:36.8 +0.8 +1.9
5. 10 FINJ. LATVALA 1:36.9 +0.1 +2.0
6. 3 FINT. SUNINEN 1:37.6 +0.7 +2.7
7. 4 FINE. LAPPI 1:37.9 +0.3 +3.0
8. 68 FINM. GRÖNHOLM 1:39.0 +1.1 +4.1
9. 26 FINE. PIETARINEN 1:39.3 +0.3 +4.4
10. 5 GBRK. MEEKE 1:39.3 +4.4
11. 46 FINJ. HUTTUNEN 1:39.3 +4.4
12. 33 GBRE. EVANS 1:39.7 +0.4 +4.8
13. 7 SWEP. TIDEMAND 1:39.7 +4.8
14. 21 NORM. OSTBERG 1:39.9 +0.2 +5.0
15. 25 FINK. ROVANPERÄ 1:40.3 +0.4 +5.4
16. 19 FRAS. LOEB 1:40.9 +0.6 +6.0
17. 49 SWEM. BERGLUND 1:41.0 +0.1 +6.1
18. 47 SWEJ. KRISTOFFERSSON 1:41.5 +0.5 +6.6
19. 43 NORH. SOLBERG 1:41.7 +0.2 +6.8
20. 93 NORE. BRYNILDSEN 1:42.8 +1.1 +7.9
21. 55 GBRR. YATES 1:42.8 +7.9
22. 94 SWEJ. JANSSON 1:43.0 +0.2 +8.1
23. 95 SWEJ. JONASSON 1:43.1 +0.1 +8.2
24. 34 GBRG. GREENSMITH 1:43.7 +0.6 +8.8
25. 35 POLL. PIENIAZEK 1:43.8 +0.1 +8.9
26. 92 FINJ. TUOHINO 1:44.2 +0.4 +9.3
27. 57 TURY. TIMUR 1:45.2 +1.0 +10.3
28. 48 FINE. LINDHOLM 1:45.3 +0.1 +10.4
29. 56 ITAT. MOLINARO 1:45.8 +0.5 +10.9
30. 53 SWEL. STUGEMO 1:45.8 +10.9
31. 37 ITAL. BERTELLI 1:46.0 +0.2 +11.1
32. 41 JPNT. KATSUTA 1:46.3 +0.3 +11.4
33. 42 NORO. VEIBY 1:46.8 +0.5 +11.9
34. 45 SWEE. BERGKVIST 1:48.6 +1.8 +13.7
35. 99 SWEA. KARLSSON 1:49.2 +0.6 +14.3
36. 44 RUSN. GRYAZIN 1:49.3 +0.1 +14.4
37. 50 SWEP. FLODIN 1:49.9 +0.6 +15.0
38. 71 SWED. RADSTROM 1:50.9 +1.0 +16.0
39. 76 LVAM. SESKS 1:51.0 +0.1 +16.1
40. 74 SWET. KRISTENSSON 1:51.3 +0.3 +16.4
41. 72 ESTK. TORN 1:51.5 +0.2 +16.6
42. 54 SWEJ. ROMAN 1:52.2 +0.7 +17.3
43. 73 DEUJ. TANNERT 1:52.8 +0.6 +17.9
44. 51 SWEM. MONELIUS 1:52.9 +0.1 +18.0
45. 79 ROUR. BADIU 1:53.1 +0.2 +18.2
46. 104 FRAA. FOURMAUX 1:56.1 +3.0 +21.2
47. 77 GBRT. WILLIAMS 1:57.6 +1.5 +22.7
48. 81 ITAE. OLDRATI 1:57.9 +0.3 +23.0
49. 75 ESTR. POOM 1:57.9 +23.0
50. 80 DEUN. KNACKER 1:59.0 +1.1 +24.1
51. 82 PRYF. ZALDIVAR 1:59.1 +0.1 +24.2
52. 52 SWEA. ERIKSSON 1:59.2 +0.1 +24.3
53. 83 USAS. JOHNSTON 2:00.2 +1.0 +25.3
54. 78 ESPJ. SOLANS BALDO 2:00.5 +0.3 +25.6

Luigi Bruccoleri e Alessio Deledda al Franciacorta Rally Show

Un intenso avvio di stagione per la scuderia Project Team che, reduce da un più che positivo Rally della Val d’Orcia, proseguirà i propri impegni in vista del 12° Franciacorta Rally Show, in scena il prossimo fine settimana lungo l’asfalto dell’autodromo bresciano intitolato a Daniel Bonara. Una parentesi agonistica dove il sodalizio schiererà al via due equipaggi, partendo da quello formato dal “patron” Luigi Bruccoleri e dalla giovane Ilaria Rapisarda. Il sempre più affiatato binomio siciliano si affiderà alla performante Ford Fiesta WRC curata dalla Step-Five Motorsport.

“Ad un anno di distanza e sul medesimo tracciato, torno alla guida di una WRC. Allora, per la prima volta, ho condiviso l’abitacolo e il volante, seppur brevemente, con l’amico Marco Perniconi, team manager della Step Five – ha raccontato Bruccoleri alla vigilia – Stavolta, sfrutterò appieno l’esperienza sul sedile di sinistra per testare al meglio la vettura. Sarà, altresì, un’ulteriore occasione per offrire meritata visibilità ai nostri partner e sponsor nell’ambito di una manifestazione ben curata, dall’ottima copertura mediatica e che vedrà ai nastri di partenza molti tra i migliori specialisti del panorama nazionale”.

Grande attesa e curiosità, anche, per il duplice esordio assoluto del rookie Alessio Deledda, tanto in questa tipologia di gare quanto a bordo della Skoda Fabia R5 della Project Team/Step-Five Motorsport. Il giovane conduttore romano, classe 1994, reduce dal debutto nell’Italian F4 Championship 2018 e con trascorsi tra le due ruote nella serie tricolore “Supersport 600”, potrà contare sull’esperto Francesco Pezzoli alle note. La competizione, entrerà nel vivo sabato 16 febbraio con la disputa delle prime tre di sei prove speciali in programma; domenica, semaforo verde per le tre frazioni cronometrate rimanenti.

Roberto Malvasio ricomincia dal Franciacorta Rally Show

Chiuso positivamente il 2018 con la partecipazione allo Special Rally Circuit by Vedovati Corse sul Circuito di Monza, Roberto Malvasio aprirà la sua nuova stagione con una gara analoga, il 12° Franciacorta Rally Show, in programma sabato e domenica prossimi sul circuito di Franciacorta. Il pilota di Ronco Scrivia si cimenterà sulla pista bresciana al volante dell’Abarth 124 Rally che gli sarà messa a disposizione dalla Bernini Rally ed in coppia con la genovese Martina Balducchi, già al suo fianco nella prova brianzola.

“Si ricomincia con la massima tranquillità – il portacolori della Winners Rally Team – stimolato dalla curiosità di vedere come si comporta in pista la 124 Abarth, che nel 2019 utilizzerò in questo rally in circuito e nel successivo Motors Rally Show a Castelletto di Branduzzo ad inizio marzo: se i riscontri con la vettura saranno positivi, non è da escludere un nuovo utilizzo in due gare analoghe nella seconda parte della stagione.

All’impegno di Franciacorta non chiedo molto, se non divertirmi ed iniziare a ritrovare il ritmo gara in vista di un mio impegno in una serie di cronoscalate del Trofeo Italiano Velocità Montagna con la Mini John Cooper Works di Gruppo Racing Start Plus”. Quella di Franciacorta non sarà la prima volta che Roberto Malvasio utilizzerà l’Abarth 124 Rally. Il pilota di Ronco Scrivia, infatti, è stato il primo in Italia a farla debuttare negli slalom in salita, nella gara dei Giovi nel 2017.