Articoli

Mikael Korhonen: ‘Confidiamo nelle potenzialità della Polo R5’

Il pubblico italiano ha imparato ad apprezzare Emil Lindholm e Mikael Korhonen, dopo l’edizione numero 51 del Rallye Elba 2018, quando questa coppia di ragazzi finlandesi ha impressionato appassionati ed esperti terminando la competizione sui difficili asfalti elbani, nonostante alcuni contrattempi, in tredicesima posizione assoluta.

Alla loro prima assoluta su asfalto a bordo della Hyundai i20 R5 del team HMI hanno sempre fatto registrare tempi di rilievo e quasi sempre all’interno della top ten assoluta. Protagonisti anche al 38° Rally Internazionale del Casentino 2018, quando ancora con la partnership del team HMI con la Hyundai i20 R5 hanno concluso in decima posizione assoluta, settima di classe R5, alla seconda su asfalto ed alla seconda con Hyundai poiché per il Campionato Finlandese Rally, i due hanno sempre corso su Skoda Fabia R5 del team Printsport Oy. Campionato Finlandese 2018 concluso poi in seconda posizione per la classe SM1.

L’ultima apparizione italiana per Emil e Mikael, sempre a bordo della Hyundai i20 R5 del team HMI, ha coinciso con il 25° Rally Adriatico, concluso in quinta posizione assoluta, con la vittoria di quattro speciali. Stagione 2019 iniziata nel migliore dei modi, per i giovanissimi finlandesi (si spera “volanti”) con la vittoria nell’Arctic Lapland Rally, gara di apertura della serie locale, a bordo della nuova Volkswagen Polo GTi R5 del team Printsport Oy, che ha così ottenuto la prima vittoria all’interno di un campionato nazionale.

Alla vigilia del 67° Rally Sweden 2019 abbiamo scambiato in esclusiva quattro parole prima dell’inizio delle ricognizioni con Mikael Korhonen, classe 1985, copilota del ventiduenne Emil Lindholm che affronterà per la prima volta il Rally Sweden a bordo della Volkswagen Polo GTi R5. Come al solito, Mikael si è rivelato disponibile e professionale, rispondendo con precisione alle nostre curiosità.

Prima gara all’Arctic Lapland Rally con la nuova Volkswagen Polo GTi R5 e prima vittoria. Parlaci brevemente dei punti di forza di questa vettura…

“La Polo R5 è sicuramente un’auto differente dalla Skoda Fabia R5, anche se entrambe sono a mio avviso auto molto simili per caratteristiche e velocità. Uno dei pregi della Polo su fondo innevato è sicuramente la precisione nella guida”.

Su fondo innevato abbiamo visto che la Polo pare non essere seconda a nessuno, anzi. Pensi che possa essere altrettanto veloce sia su asfalto sia su sterrato?

“Certamente. Credo che questa vettura si dimostrerà fortissima anche su asfalto e sterrato, basta dare un’occhiata ad i risultati ottenuti fin’ora da chi ha portato in gara la nuova Polo, che è comunque una vettura che andrà ulteriormente sviluppata e quindi con ampi margini di miglioramento.”

Vi apprestate a partecipare al 67° Rally Sweden 2019. Cosa vi aspettate da questa gara?

“Speriamo ovviamente di raggiungere un buon risultato, anche se dobbiamo tenere in mente che è la nostra prima gara in Svezia non avendo alcuna esperienza su queste strade. Ovviamente, speriamo di progredire e di migliorarci stage dopo stage. Al termine tireremo le conclusioni”.

Un’ultima domanda sui programmi futuri: vi vedremo ancora correre in Italia?

“Al momento non abbiamo niente di programmato per quanto riguarda gare su asfalto in Italia, ma sicuramente stiamo lavorando affinché sia possibile tornare presto a correre sulle strade italiane, perché correre in Italia ti offre la possibilità di confrontarti al più alto standard per quanto riguarda questo tipo di gare. Sono felice che anche in Italia abbiamo molti fans, motivo in più per tornarci, oltre alla bellezza dei posti”.

 

 

Prima uscita, prima vittoria: Lindholm e la Volkswagen Polo GTI R5

Cinque vittorie su dieci prove speciali e, infine, la vittoria assoluta per circa il 50 secondi: i finlandesi Emil Lindholm e Mikael Korhonen hanno avuto un inizio vincente nel Campionato Finlandese Rally con la Volkswagen Polo GTI R5. Il successo è arrivato all’Arctic Lapland Rally, un rally ricco di leggenda.

L’elenco dei vincitori illustri su neve e ghiaccio nel nord della Finlandia comprende campioni del mondo rally come Marcus Grönholm, Tommi Mäkkinen, Hannu Mikkola, Timo Salonen e Ari Vatanen. Lindholm-Korhonen hanno dovuto respingere attacchi vari per 243,78 chilometri, tra cui quelli di Valtteri Bottas e il suo esperto copilota Timo Rautiainen con una World Rally Car.