Articoli

Simone Miele e la sua grande passione nelle corse

Simone Miele, classe 1988, del 3 luglio per la precisione, è da oltre un decennio sulla breccia. Qualche anno fa era un ragazzo promettente, oggi è un rallysta competente. Peccato corra poco per questioni di lavoro e che stia lontano dal massimo campionato Tricolore della specialità. Sarebbe un’ottima risorsa e darebbe vita ad interessanti sfide. “Se solo nel CIR ci fossero le WRC…”, potrebbe pensare Simone. E su questo avrebbe ragione da vendere.

Ne approfittiamo per parlare di lui, oggi che è il suo compleanno, e ci piace ricordare la sua prima vittoria nel CIWRC. Rally Elba 2019. Una grande gara, quella disputata nel fine settimana sui difficili e selettivi asfalti dell’Isola. Una gara che sembrava destinata a vedere sul gradino più alto del podio Corrado Fontana con la Hyundai I20 WRC, in testa a poco meno di due prove dal traguardo con 11” di vantaggio su Marco Signor e Patrick Bernardi con la Ford Fiesta WRC.

Invece, negli ultimi chilometri tutto è cambiato. Una toccata alla Hyundai ha costretto l’equipaggio Fontana-Agnese a ritirarsi. Ne hanno subito approfittato i principali avversari prima soprattutto Simone Miele, protagonista di una lotta serrata sul filo dei secondi con Marco Signor.

Lo scratch finale – con 5,5 negli ultimi 18 chilometri di prova – ha consentito a Miele di scavalcare al fotofinish i rivali conquistando il primo successo stagionale e il primo trionfo nel CIWRC. “Quest’anno siamo partiti decisi su come affrontare il campionato.” ha detto Simone Miele: “Quando abbiamo visto fermo Fontana abbiamo capito che potevamo puntare alla vittoria visto che il gap con Signor era risicato”.

Secondo assoluto alla fine è stato Marco Signor, autore di un’ottima gara, ma che non è bastata. “Miele è stato fortissimo, non sappiamo dove abbiamo perso tempo. Abbiamo mantenuto un passo regolare, senza forzare, ma loro sono stati più veloci”.

Con la vittoria all’Elba, Miele è passato al comando della classifica provvisoria del CIWRC, scalzando Luca Pedersoli, terzo con la Citroen DS3 WRC, ma con la soddisfazione di essere stato il più veloce nella più lunga e dura prova del rally elbano, la Volterraio-Cavo.

Miele Racing: in arrivo Fabia R5 Evo e 208 Rally4

In casa Miele Racing si scaldano i motori in vista della stagione 2020 pronti ad affrontare i palcoscenici nazionali ed esteri con le proprie vetture. L’anno inizia con una new entry nella sede piemontese di Chiusa Pesio. Ad affiancare le due Fabia R5, nel mese di febbraio è in arrivo l’ultima versione del modello della casa Ceca, la nuova Skoda Fabia Evo sempre in allestimento R5.

Omologata a luglio dello scorso anno, rispetto alla versione precedente presenta alcuni accorgimenti estetici anteriori al fine di favorire l’aerodinamica. Ma è il motore che ha avuto modifiche sostanziali generando maggiore potenza e migliore guidabilità.

“L’idea di proseguire con il marchio Skoda – commenta Riccardo Miele – è stata supportata dalla potenzialità di questa vettura e dall’affidabilità che ha dimostrato in gara. Altro punto a favore fondamentale è l’ottimo supporto fornito dalla casa madre. Un insieme di fattori che ci ha portato a continuare a lavorare con questa casa automobilistica ritenendola una valida soluzione per soddisfare i clienti sportivi sempre più esigenti nel noleggio. “

Altro appuntamento importante per il preparatore piemontese sarà in estate con l’arrivo della nuova Peugeot 208 Rally 4, vettura che andrà a sostituire il medesimo modello della categoria R2. Basata sulla nuova versione stradale della casa del leone, è dotata di un motore turbo 1.2 litri a tre cilindri che utilizza la più recente tecnologia Puretech in grado di erogare oltre 200 cavalli.

La 208 Rally 4 andrà ad incrementare l’importante parco auto delle vetture destinate al noleggio clienti andando ad affiancare le tre Peugeot 208 in allestimento R2. La stagione del Team inizierà con la Ronde Val Merula in programma in data 8/9 febbraio con alcune vetture impegnate nella gara savonese.