Articoli

Simone Miele vince per la prima volta al Città dei Mille

I pronostici lo davano favorito e lui non ha disatteso le aspettative: il varesino Simone Miele iscrive per la prima volta il suo nome nell’albo d’oro della Ronde Città dei Mille insieme a Mario Cerutti, il navigatore con il quale solo un mese fa aveva trionfato a Monza per lo Special Rally Circuit.

Due scratch nelle prime due speciali sono bastati a Miele per portare in fondo da vincitore la sua Citroen DS3 Wrc curata dalla Dream One Racing. Il terzo crono “lasciato” a Paccagnella ed il quarto al conterraneo De Tommaso non hanno spostato di una virgola la situazione del pilota della Giesse Promotion. Il suo ruolino di marcia stagionale è impressionante: in 11 gare Simone Miele ha vinto quattro volte finendo dieci volte nel podio assoluto ed una volta in quarta posizione (al Rally di Alba vinto dal nove volte campione del mondo Loeb).

Seconda posizione meritata per il lecchese Marco Paccagnella, recordman di presenze in questa gara: insieme a Davide Bozzo il driver della Focus Wrc H Sport ha tenuto un ritmo sostenuto arrivando ad un soffio dal leader e dimostrandosi comunque un sempre ottimo interprete di questa speciale, la “Selvino”. Per l’equipaggio della ABS il ritardo generale è di 7”7.

Bella lotta per il podio finale: lo sprint ha premiato il giovane De Tommaso che ha così coronato l’ottimo fine settimana dei varesini. Insieme alla svizzera Moira Lucca sulla Skoda Fabia R5 (Metior) De Tommaso ha vinto l’ultimo crono mostrando tutta la loro abilità su una strada mai vista prima. Primo di R5, ha prevalso per solo un secondo sui bravi Alessandro Perico e Mauro Turati, alla “prima” su VW polo R5 (PA Racing). Caffoni, Nodari, Della Casa, Bondioni, Ghelfi e Gritti completano la top ten.

Con la vittoria assoluta Simone Miele conquista il 2° Trofeo Città di Alzano consegnato direttamente dal sindaco ed amministratori; Damiano De Tommaso è il vincitore della classifica Under 25 e si aggiudica così il memorial Tiziano Gimondi.

Luca Bottarelli, 22° assoluto con Max Minazzi, è il vincitore del 2Ruote Motrici sulla Renault Clio S1600 Diego Racing (New Turbomark) mentre i loveresi Alberto Marini e Giuseppe Morina sono primi del gruppo N e pure di N3 con la Clio Rs by 3 B Racing.

La zampata di Simone Miele al Rally Circuit Vedovati

Simone Miele e Mario Cerutti hanno vinto per il secondo anno consecutivo lo Special Rally Circuit Vedovati andato in scena oggi, domenica 17 novembre, all’interno del Monza Eni Circuit. In una gara resa molto insidiosa dalla forte pioggia abbattutasi senza soluzione di continuità, l’equipaggio della Giesse Promotion ha prevalso sulla stessa Citroen DS3 WRC (Dream One Racing) con la quale aveva conseguito la vittoria nel 2018, grazie al vantaggio accumulato nella prima prova speciale che, ironia della sorte, li aveva visti addirittura andare in testacoda.

La scelta di utilizzare pneumatici usati nella prima parte del Rally Circuit Vedovati ha impedito loro di prendere vantaggi rassicuranti tenendo tutti sulle spine fino all’ultima prova. Questa suspance è stata motivata anche dall’ottima prova dei fratelli siciliani Nucita: Andrea, fresco vincitore del Trofeo Abarth nell’ERC, ritrovava la Hyundai i20 (Bernini) dopo otto mesi ma la gestione superlativa del mezzo gli ha consentito di soffiare sul collo ai capoclassifica e, addirittura, di aggiudicarsi anche lo scratch nella speciale conclusiva.

Il podio del Rally Circuit Vedovati è completato dal duo bresciano Tosini-Peroglio (Skoda R5 GIMA); anche il pilota camuno si rammarica per non aver optato per pneumatici nuovi viste le condizioni meteo ma il terzo gradino dell’assoluta è sicuramente un piazzamento di prestigio.

Con questo successo Miele sale a quota due vittorie nella corsa brianzola mentre Mario Cerutti mette a segno una tripletta avendo vinto anche nel 2017 con il bergamasco Cesare Brusa.

Di poco fuori dal podio ma letteralmente imprendibile nella categoria Under 25 il duo bresciano formato da Andrea Mabellini e Virginia Lenzi: i due “fidanzatini volanti” hanno condotto come sempre al limite la loro Hyundai i20 R5 (Bernini) classificandosi in quarta piazza con soli 4”2 di distacco da Tosini. Ottimo quinto il pugliese Rizzello che con Sorano, oltre ad aver vinto una prova speciale, è stato autore di tempi altisonanti sulla Skoda by Colombi.

“Siamo felici di questa vittoria: è la mia 17° affermazione; oggi ci siamo divertiti ma non abbiamo certo scherzato perché un nostro errore iniziale non ci ha consentito di avere un margine rassicurante sui rivali, motivo per il quale siamo stati sulle spine fino alla conclusione” ha raccontato Miele.

Il comitato organizzatore della Vedovati Corse ha messo in palio premi molto interessanti. Andrea Nucita (primo di R5), Gianluca Quaderno (vincitore della R3C) e Matteo Garonzi (primo di S1600) si sono aggiudicati n.2 pneumatici Pirelli; Michele Imberti, leader della R2B e primo Under 25 della stessa classe ne ha invece vinti quattro mentre Andrea Mabellini, in quanto primo Under 25 della gara si è aggiudicato due pneumatici Pirelli e l’iscrizione gratuita al prossimo Monza Rally Show.

La Vedovati Corse, che in questo fine settimana ha festeggiato i trent’anni di attività, ha potuto offrire al pubblico un grande parterre di vetture: lo Special Rally Circuit 2019 ha infatti visto la partecipazione della nuovissima Ford Fiesta WRC Plus della GMA con Fontana-Savastano ma anche la Ford Fiesta R5 Evo2 di Araldo-Boero (Balbosca) e la Skoda Fabia R5 Evo con Zanazio-Ricci (Erreffe).