Articoli

Rallycross, Luciano Visintin: ”Buono il debutto nel CIRX 2020”

Il Campionato Italiano Rallycross ha finalmente preso il via, con i primi due round tenutisi alla Maggiora Offroad Arena. In virtù di un calendario pesantemente condizionato dalle normative per il contenimento del Coronavirus la serie tricolore ha vissuto i primi due appuntamenti sul tracciato piemontese. Costretto a saltare, per problemi tecnici, l’evento di apertura Luciano Visintin si è presentato ai nastri di partenza, domenica 13 settembre, del secondo atto stagionale, alla guida del proprio kartcross Yacar, iscritto per i colori della scuderia Rally Team.

Un ritorno, quello del pilota bassanese sul tracciato di Maggiora, a distanza dall’ultima apparizione, avvenuta tre anni fa, alla guida di un Demoncar motorizzato Honda. “Erano tre anni che non giravo più sul circuito di Maggiora” – racconta Visintin – “ed altrettanti che non partecipavo ad un evento di rallycross. Qui, nel 2017, avevamo partecipato con un Demoncar quindi, in sostanza, per me si trattava di una ripartenza, da zero. Abbiamo corso qualche evento, nel recente passato, per prendere le misure al nostro Yacar ma trovarsi in una gara vera di rallycross è tutt’altra cosa. Abbiamo dovuto saltare, purtroppo, il primo appuntamento di campionato, quello del Sabato, per via di un problema di natura tecnica.”

Al via della prima heat, delle quattro previste, il sorteggio non sorrideva a Visintin, ritrovatosi a battagliare con i big del tricolore, accusando un divario di esperienza importante. “La prima heat è un po’ come giocare alla tombola” – sottolinea Visintin – “perchè non sai mai chi ti può capitare. Questa volta mi sono ritrovato al via con i migliori della serie e mi hanno letteralmente sbranato. È naturale che, dal mio canto, abbiamo molta strada da fare, per prendere confidenza con il nostro kartcross, ma è stimolante confrontarsi con quelli più forti.”

Uno stimolo che ha dato linfa vitale al bassanese, capace di centrare il successo nella terza heat e di risalire alcune posizioni utili, guadagnando punti importanti per la semifinale. Una gioia spenta dalla penalità incassata al via dell’ultima e decisiva tornata, con Visintin che si rendeva autore di una partenza anticipata e si vedeva costretto a percorrere due joker lap. Partito con il coltello tra i denti e consapevole di non aver più nulla da perdere il portacolori del sodalizio vicentino chiudeva con un ottimo sedicesimo posto finale, siglando il miglior tempo personale nonostante la penalità, a conferma di una crescita costante di affiatamento.

Un colpo di reni conclusivo che, per un solo punto, non gli è valso l’accesso alla semifinale. “Per essere il debutto nel Campionato Italiano Rallycross” – conclude Visintin – “non posso che essere soddisfatto perchè i tempi confermano la nostra crescita. Complimenti allo Sporting Club Maggiora per la notevole copertura mediatica che hanno messo in piedi per l’evento.”