Articoli

Il Rally Valdinievole diventa un rally day: il programma

Un solo giorno di gara, due distinte prove speciali da ripetere tre volte, partenza da Lamporecchio ed arrivo a Larciano, il 10 maggio. Ecco i caratteri salienti del 36° Rally della Valdinievole (la passata edizione vide la vittoria dei lucchesi Pierotti-Milli, con una Skoda Fabia R5 nella foto di AmicoRally), che quest’anno Laserprom015 propone con la formula rally day, quindi con un format di gara e di logistica più snello, con due sole prove speciali da ripetere tre occasioni.

Un cambio “di pelle” ma non di sostanza, per una delle gare più apprezzate e longeve in ambito toscano, assai gradita anche da concorrenti da fuori regione, una modifica sostanziale dettata dal voler andare incontro a chi corre proponendo, in un momento in cui è difficile trovare risorse economiche importanti, un rally evidentemente appetibile ad un ampio respiro di equipaggi.

Poi, quanta più partecipazione la gara avrà, quanta anche più gente arriverà sul territorio, andando ad avvalorare la nostra idea dell’essere oltre che sport anche veicolo di promozione turistica e di ricaduta economica sul territorio. Perciò l’organizzazione ha deciso di dare una virata decisa all’evento proponendolo appunto in un format certamente più snello come logistica ed anche come lunghezza di percorso, da corrersi in un solo giorno.

“E’ stata una scelta operata pensando di dare uno stimolo in più a chi corre – commenta Gianni Lazzeri, a capo dell’organizzazione – certamente il format ridotto potrà dare modo a molti più piloti di poterlo inserire nei propri programmi del 2020 proprio perché ha costi di partecipazione ridotti ed inoltre chi vorrà aderire alla nostra proposta troverà un percorso che ha sostanza, come abbiamo sempre cercato di offrire. Ed il fatto che potranno arrivare molti più piloti a correre dà forza alla nostra idea di portare sempre più persone sul territorio, la gara sarà sempre più un veicolo di comunicazione dei nostri bellissimi luoghi, capace di generare un importante ricaduta economica per il comparto turistico-ricettivo”.

Il programma di gara prevede al sabato 9 maggio le verifiche sportive e tecniche ed anche lo “shakedown”, il test con le vetture da gara, previsto su un tratto di una delle due “piesse” in programma. La gara, come già accennato sarà interamente alla domenica, su un totale di sei prove speciali.

Quartier generale sempre a Larciano, nelle funzionali strutture del Ready Center, partenza da Lamporecchio ed arrivo a Larciano (conferma della notevole sinergia con le Amministrazioni locali), completano il programma del “Valdinievole” 2020, pronto ad accendere le sfide per confermarsi una delle competizioni su strada più avvincenti, per proseguire la tradizione che dura dal 1985.

Il Rally Valdinievole 2019 scalda i motori

Cantiere terminato, per il 35° Rally della Valdinievole, che Laserprom 015 proporrà quest’anno per il 18 e 19 maggio, in collaborazione con l’ACI Pistoia.Sarà un’edizione con alcuni ritocchi rispetto al recente passato, ma che manterrà in linea di massima i caratteri forti  delle edizioni precedenti, sempre assai apprezzate da chi vi ha corso.

Rispetto all’edizione 2018, varierà il programma di svolgimento delle sfide, al sabato verrà prevista una sola prova speciale, un tratto che sicuramente sarà apprezzato perché ricorda le sfide degli anni ottanta. Oltre a Larciano, sede della partenza e dell’arrivo (oltre che del “quartier generale” dell’evento) vi sarà un sempre maggiore coinvolgimento di Lamporecchio, con un controllo a timbro nella ristrutturata piazza IV novembre, oltre che sede anche del riordinamento notturno tra il sabato e la domenica.

La gara interesserà anche la città di Pescia, nel cui territorio verrà disputata una “piesse” anche in questo caso decisamente storica, e conferma anche la collaborazione con Monsummano Terme, nella cui Piazza Giusti verrà allestito il secondo ed ultimo riordinamento della domenica.

Nove, in totale le prove speciali previste, per arrivare al chilometraggio totale di 82, 540 chilometri (288,200 la distanza totale), il massimo consentito dalla regola Federale per tale tipo di manifestazioni. Quattro diversi tratti cronometrati dei quali una da correre in tre chilometraggi diversi, delineano una gara di spessore sotto l’aspetto tecnico, che guarderà decisamente in faccia chi accetterà di essa il guanto di sfida.

Il primo atto ufficiale dell’evento sarà l’apertura delle iscrizioni, il 18 aprile, quando anche sarà possibile rivelare i nomi delle prove speciali previste. Il termine per accettare le adesioni sarà il 10 maggio.