Articoli

WRC 3, Solberg, Kajetanowicz e Guerra puntano al podio

Mentre Petter Solberg ha ottenuto la vittoria assoluta con la Subaru Impreza, Oliver si trova alla guida della Volkswagen Polo ed è armato di molti consigli e altrettanta buona volontà, mentre si offre di passare alla testa della classifica del campionato della categoria.

“Mio padre mi ha parlato di uno stile di guida leggermente diverso. Quando puoi perdere fino al 25% della potenza perché stiamo guidando a più di 2000 metri, allora devi essere molto più preciso negli angoli”, ha detto Oliver, che ha aggiunto: “Questa è una manifestazione molto strana per me, non ho mai corso una gara simile. Aaron (il copilota, Johnston) e io abbiamo bisogno di prendere ottimi appunti sul ritmo e poi concentrarci solo su quelli durante il rally”.

“Se riusciamo a stare lontano dai guai, in passato abbiamo visto che possiamo ottenere un buon risultato”, ha aggiunto il diciottenne. Tutti tranne uno degli otto rivali di Solberg sono al debutto stagionale. Il brasiliano Paulo Nobre, alla guida di una Skoda Fabia, si schiera per la seconda volta dopo aver iniziato la sua stagione al Rally di MonteCarlo.

Altri probabili concorrenti sono Kajetan Kajetanowicz e il campione di casa Benito Guerra, arrivati secondi e terzi nel WRC 2 della scorsa stagione. Entrambi guidano le Fabia ma mentre Guerra ha molta esperienza in Messico, Kajetanowicz è qui per la prima volta.

“Nonostante quattro titoli nel Campionato Polacco Rally e tre nel Campionato Europeo, non sappiamo cosa aspettarci qui. Le tappe sono molto complicate e si svolgono in alta quota. L’aria sottile sarà una complicazione in più per noi e per le macchine”, ha spiegato.

La Bolivia è rappresentata da Marco Bulacia, sulla Citroën C3 in questa stagione, mentre ci sono sulle Fabia il messicano Ricardo Trivino e il cileno Emilio-Andres Fernandez. Il compagno cileno Alberto Heller e l’italiano Gianuca Linari che guidano le Ford Fiesta.

WRC 2, Kajetan Kajetanowicz passa sul sedile della Volkswagen Polo GTi R5 BRR

Anche la lunga storia fra Kajetan Kajetanowicz e la Ford Fiesta – che ha fruttato ben tre titoli europei consecutivi – è finita: il campione polacco ha infatti ufficializzato il suo passaggio alla Volkswagen Polo R5 curata in Austria dalla BRR – Baumschlager Rallye & Racing, guidata dal pluricampione nazionale Raimund Baumschlager – con cui debutterà al Tour de Corse di fine marzo. Immutati invece lo sponsor Lotos ed il sodalizio con la Pirelli per i pneumatici. Il programma di ‘Kajto’ prevede sette dei rimanenti appuntamenti del WRC2 con la speranza di potersi giocare il titolo visto che la classifica finale conteggerà i sei migliori risultati di ciascun pilota.

‘È consentito sognare? Sì. Devo crederci? Sì. Per ogni realtà che si avvera? Non so – ma se si aggiunge un duro lavoro per realizzare i vostri sogni, allora si ha una maggiore possibilità rispetto a chi neppure sogna. Facile? Se sì, allora iniziamo a lavorare. Questo è quello che ho detto a me stesso molti anni fa. E questo giorno è arrivato. Un grande premio per me. Sogni enormi, enormi sfide – ha detto Kajetan Kajetanowicz -. Il mio sogno si sta avverando, una completa stagione nel Campionato del Mondo’.

‘La nostra sfida inizia con Tour de Corse, sicuramente uno dei più difficili eventi su asfalto in tutto il mondo. Molte grazie per il sostegno portato dal nostro partner strategico. Senza di loro sarebbero solo sogni. Sono grato a M-Sport Polonia che negli ultimi cinque anni mi ha consentito di raggiungere i grandi successi che abbiamo condiviso. Insieme a tutta la squadra Lotos Rally faremo del nostro meglio. Come possiamo farlo? Saremo costantemente a sognare, a credere e a lavorare duro’, aggiunge Kajetan Kajetanowicz.