Articoli

Adria Rally Show, Finotti ai piedi del podio

Nonostante un risultato sotto le aspettative, complice alcuni intoppi nel cammino, il pilota di Taglio di Po è raggiante per aver concluso l’appuntamento di casa.

Un Adria Rally Show comunque positivo, seppur il risultato ottenuto non soddisfi a pieno, quello vissuto da Eros Finotti nel recente fine settimana.
Il pilota di Taglio di Po, affiancato dal clodiense Nicola Doria, ha portato la Peugeot 208 R2, messa a disposizione da Baldon Rally, al quarto posto della classifica riservata alle R2B.
Un podio mancato per soli 6”9 non ha però tolto il sorriso al portacolori di Taglio di Po Rally Club a.s.d., felice di aver finalmente sfatato il tabù con la gara di casa, ritiro nelle ultime due edizioni della versione storica, e di aver ricevuto il supporto dei tanti tifosi giunti in pista.

“Non siamo contentissimi del risultato finale” – racconta Finotti – “ma quello che ci ha reso felici è stato l’afflusso di persone al nostro stand, il divertimento che abbiamo provato nella guida sul nostro circuito e la possibilità di giocarci il podio con una vecchia volpe come Ferronato. Possiamo dire che, nella totalità, siamo abbastanza soddisfatti del nostro weekend. Abbiamo incontrato parecchie persone che sono passate a salutarci in assistenza, dandoci il loro supporto morale. Correre a casa propria, seppur non si trattasse di un rally vero, è sempre qualcosa di speciale. Con l’Adria non abbiamo mai avuto tanta fortuna, è una tradizione, ma qui è andata meglio delle precedenti e siamo contenti così. Era utile per togliere un po’ di ruggine.”

Un avvio, quello del Sabato, che metteva Finotti già in difficoltà, quinto tempo di classe con quasi un minuto di passivo, rallentato dal notevole traffico in pista che lo ha penalizzato.

“Nella prima prova abbiamo trovato tantissimo traffico” – sottolinea Finotti – “e questo ha un po’ rovinato la nostra gara. Siamo stati frenati parecchio, soprattutto nelle inversioni. Trovandoci a competere con auto di pari potenza non riuscivamo a sfilare, nei rettilinei, chi ci precedeva. Aggiungiamoci anche un testacoda, con relativa manovra, ed ecco spiegato tutto il ritardo.”

Un passo in crescita sul secondo impegno del Sabato, quarto parziale, veniva seguito da un inizio di Domenica condizionato, nuovamente, da problemi di traffico.
Con la sola “Adria Karting Raceway” da disputare il tagliolese, non del tutto convinto, tentava l’aggancio al podio che, a conti fatti, sfumava per poco meno di una decina di secondi.

“Ci siamo davvero divertiti molto” – conclude Finotti – “e di questo dobbiamo ringraziare la famiglia Altoè e tutta l’organizzazione. Il percorso, articolato su tre sezioni, era davvero molto bello e spettacolare per il pubblico. Abbiamo faticato molto sulle inversioni strette perchè, sulla 208, il retrotreno è molto incollato al suolo ed è difficile farla girare di dietro. Visto come si era messa la classifica abbiamo cercato di regalare un po’ di spettacolo al nostro pubblico. Siamo molto felici del successo globale dell’evento, con la diretta televisiva come ciliegina sulla torta. Ora ci aspettiamo un’edizione 2021 ancora più bella di questa. Ben arrivato Adria Rally Show.”

Riparte dall’Adria Raceway il 2020 di Finotti

Archiviata la stagione passata, con il secondo assoluto nel Trofeo Italia Rally all’Adria Motor Week, il pilota di Taglio di Po torna in pista per l’Adria Rally Show.

Ricomincio dalla fine, questo il pensiero cardine dell’inizio di stagione 2020 per Eros Finotti, in procinto di tornare a calcare l’asfalto dell’Adria International Raceway, in occasione della prima edizione di Adria Rally Show.
La kermesse polesana, che riprende e rinnova il format già visto nel 2012 e 2013, rilancia il territorio, rimasto orfano dopo la scomparsa del Rally Storico Città di Adria, grazie ad un evento che, stando alle voci di corridoio, potrà vantare un parco partenti di oltre settanta concorrenti.
Tra questi troveremo Eros Finotti, già protagonista sul finale della passata annata con il secondo posto assoluto ottenuto nel Trofeo Italia Rally, nell’ambito dell’Adria Motor Week.

“Possiamo dire che il nostro è un cammino che prosegue” – racconta Finotti – “perchè inizieremo la nuova stagione da dove abbiamo chiuso la precedente. Era il mese di Novembre e chiudevamo il 2019 con un bel secondo posto finale, nel Trofeo Italia Rally, all’Adria Motor Week. Siamo a Febbraio, a pochi mesi di distanza da quella bellissima iniziativa, e torneremo sul nostro tracciato di casa per aprire il 2020 con lo stesso pacchetto tecnico e sportivo. L’evento è molto sentito in zona, come era tanti anni fa, e questo è merito di uno staff organizzativo che sta lavorando molto bene. Mi auguro un elenco iscritti che parli tanto polesano. Vi aspettiamo tutti al nostro paddock dove avremo una sorpresa per i più piccini.”

Squadra che vince non si cambia ed ecco confermato il clodiense Nicola Doria, sul sedile di destra, e la Peugeot 208 R2, targata Baldon Rally, con la quale il portacolori di Taglio di Po Rally Club a.s.d. ha firmato due successi di classe, nel 2019, al Bellunese ed al Città di Scorzè.
Un inizio di stagione che vedrà il polesano nuovamente impegnato nella Coppa Rally ACI Sport.

“Sono fermamente convinto che solo con una squadra coesa si possano ottenere risultati importanti” – aggiunge Finotti – “ed ecco spiegato il motivo per il quale saremo nuovamente tutti assieme, io e Nicola con Baldon Rally a fornirci la propria Peugeot 208 R2. Lo scorso anno è andato molto bene e ci auguriamo che questo possa essere ancora meglio, avendo un ulteriore anno di rodaggio assieme. Ripeteremo il cammino nella Coppa Rally ACI Sport, seguendo assieme un paio di trofei, ed ecco come l’Adria Rally Show potrà essere una utilissima palestra per rimettersi in forma e per migliorare ulteriormente il nostro feeling.”

Due le giornate di gara per questa prima edizione di Adria Rally Show: Sabato 15 Febbraio i concorrenti si affronteranno su due prove speciali, “Adria International Raceway 1” (12,15 km) e “Adria International Raceway Night Edition” (12,15 km) in senso orario, mentre alla Domenica seguente saranno due i crono in programma, in senso antiorario per la “Adria International Raceway 3” (14,12 km) e per la “Adria International Raceway 4” (14,12 km), prima della sfida diretta, nel solo kartodromo, con la “Adria Karting Raceway” (3,87 km).

Baldon Rally brilla all’Adria Motor Week

La compagine vicentina chiude seconda assoluta, nel Trofeo Italia Rally, grazie al polesano Finotti mentre è sfortunata protagonista, con Baruffa, al Tuscan Rewind.

Weekend quasi a limitatore per Baldon Rally, impegnata, senza tregua, tra gli sterrati del Tuscan Rewind, ultimo atto del Campionato Italiano Rally e del Campionato Italiano Rally Terra, e tra l’asfalto dell’Adria Karting Raceway.
Proprio dal kartodromo polesano sono arrivate le maggiori soddisfazioni, grazie ad un Eros Finotti in grande forma che ha portato la Peugeot 208 R2 al secondo posto assoluto, nell’ambito del Trofeo Italia Rally, disputato nell’inedito contesto dell’Adria Motor Week.
Il pilota di Taglio di Po si faceva notare sin dalla prima tornata di prove libere domenicali, chiuse al terzo assoluto, prima di imbattersi nella roulette delle ufficiali, corse in un meteo incerto.
Stabiliti gli accoppiamenti il polesano affrontava il compaesano Bellan, incassando si una doppia sconfitta diretta ma concludendo con la seconda prestazione nella classifica generale, a 3”531 dal leader, che si traduceva nell’aver staccato il pass per l’accesso diretto alla finale.
Rinnovata la sfida con Bellan, questo in gara su una Renault Clio R3, Finotti si difendeva a spada tratta, archiviando quindi un’annata che lo ha visto già vincitore al Bellunese e a Scorzè.

“Adria Motor Week, un evento davvero molto interessante” – racconta Baldon (titolare Baldon Rally) – “ma non tanto le la parte sportiva di sfida testa a testa, dove erano presenti poche vetture e di categorie diverse, quanto per la possibilità di essere presenti ed incontrare appassionati, partners, e tanti curiosi che sono passati al nostro stand a salutarci. Mi ha riportato al vecchio Motor Show di Bologna. Una vera festa tra appassionati dei motori. Il cronometro c’era ma non era la priorità assoluta. Abbiamo sfruttato quest’occasione, assieme ad Eros, per provare diverse soluzioni di assetto, dato il tempo condizionato da forti temporali e continui cambiamenti. Eros è sempre un leone, ha portato a casa un secondo posto notevole e, sicuramente, questo farà morale per la prossima stagione. Siamo certi che sarà protagonista.”

Se la pioggia polesana ha battezzato, nel segno della fortuna, il team di Castelgomberto peggio è andata sugli incantevoli sterrati toscani dell’ultimo round valido per il CIR e per il CIRT.
Al via del Tuscan Rewind il giovane Giovanni Benvenuto Baruffa, affiancato da Jessica Rosa, si vedeva costretto ad abbandonare la compagnia, al termine della seconda prova speciale, causa una toccata che si traduceva nel cedimento del radiatore della Peugeot 208 R2.
Il ventenne bresciano, all’esordio assoluto sullo sterrato, stava iniziando a muovere i primi passi su un fondo a lui del tutto sconosciuto, felice di affrontare un importante banco di prova.
L’impossibilità di affrontare le ulteriori due speciali che lo separavano dalla service area, dove la trazione anteriore di casa Peugeot sarebbe stata ripristinata, ha decretato la parola fine.

“Peccato per un’opportunità persa” – aggiunge Baldon – “perchè il Tuscan Rewind era sicuramente un’occasione molto formativa per un giovane che ha tanta voglia di crescere. Siamo certi che avremo occasione di rifarci. Purtroppo lo sappiamo, le gare sono fatte così.”