Articoli

Rally e giovani: Igor Iani e Nicola Puliani, 42 anni in due

Il Campionato Italiano Rally 2020 si avvicina allo start e continua a crescere il numero di equipaggi iscritti per le diverse validità comprese nella massima serie tricolore. Tra questi c’è particolare interesse per due nomi nuovi che hanno di recente reso ufficiale la loro partecipazione al Campionato Italiano R1 2020: Igor Iani e Nicola Puliani.

Iani e Puliani, due giovanissime new entry nel CIR, correranno con una Suzuki Swift 1.6 gestita dalla Gilese Engineering con il supporto della Scuderia New Turbomark di Peppe e Claudio Zagami. Il pilota di Malesco, Igor Iani, compirà 20 anni il 27 marzo 2020, mentre il navigatore Nicola Puliani festeggerà 22 anni ad aprile, una giovane coppia che proverà a mettersi in mostra nel CIR R1 come nella Suzuki Rally Cup.

Calendario Campionato Italiano R1

Rally 1000 Miglia (BS) 17-18 aprile

Targa Florio (PA) 8-9 maggio

Rally Roma Capitale 24-26 luglio

Rally Sanremo (IM) 25-26 settembre

Rally 2Valli (VR) 23-24 ottobre

Finale Suzuki Rally Cup- Rally Trofeo Aci Como (CO) 7-8 novembre

La guida di Ilario Bondioni al Camunia Rally

Il Camunia Rally numero 6 è alle porte: il giorno 13 maggio si chiuderanno le iscrizioni di una gara che ogni anno crea parecchie aspettative grazie al grande lavoro che la  scuderia New Turbomark ha profuso nelle edizioni precedenti. Il percorso che attende i concorrenti è parzialmente differente rispetto al passato e le novità proposte per questo 2019 sono a dir poco frizzanti.

La tabella tempi e distanze si presenta con quattro prove speciali differenti che verranno sviluppate in due giorni di gara. Si partirà a Breno alle 15.31 di sabato 18 maggio mentre si arriverà il giorno seguente con la cerimonia finale prevista alle 17.00 davanti al municipio di Bienno. Nel mezzo le prove “Essetre”, Deria, Astrio (sia nella versione lunga che corta) e Lozio.

Abbiamo scomodato il vincitore delle ultime due  edizioni, Ilario Bondioni, per farci raccontare nei dettagli, le speciali che attenderanno lui, che vorrà tenere ancora lo scettro, e gli altri partecipanti. Ecco il racconto di “Gilly” Bondioni, driver di Bienno classe 1977.

Guida alle prove speciali del Camunia Rally

PS1 Essetre (Km 4,90)

“La speciale prende il nome dall’azienda sostenitrice della gara che si occupa di medicina e salute per l’azienda. Essetre è una “piesse” inedita: è un mix tra prova speciale e circuito cittadino e sarà l’unica che verrà percorsa solo una volta. Si parte in località Mezzarro con un paio di tornanti spettacolari e subito dopo ci si lancia in un tratto di circa 2 km tecnico e veloce dove, con gomme ancora fredde, qualche pilota potrà già fare la differenza. Si entrerà quindi in paese a Bienno con un momento spettacolare grazie anche a chicane e rallentamenti; usciti dall’abitato si va incontro ad un altro tratto veloce e pianeggiante con curvoni da urlo e tre tornanti finali nella location di Prestine dove è situato il fine prova;  buono lo spazio per il pubblico”.

PS 2-3 Deria (5,90 km)

“Si corre sempre di sabato ma mentre il primo passaggio avverrà nel  tardo pomeriggio, il secondo si svolgerà completamente al buio. La prova si sviluppa sulla strada che da Capodiponte porta a Paspardo: 5.90 km quasi tutti in salita. Con l’anticipo del rally a maggio, rispetto agli anni precedenti, si tratterà del primo anno nel quale verrà percorsa con il buio. Sarà sicuramente ostica e scivolosa essendo quasi tutta dislocata nel sottobosco. consigliato per il pubblico il primo tratto e quello finale”.

PS 4-6-8 Lozio (10,10km)

“Torna dopo anni la famosa prova di Lozio usata ai tempi del Campionato 2Litri per il Rally di Vallecamonica e nel recente passato per la Ronde Aci Brescia. Si parte subito dopo il bivio posto sulla SP5 che da Malegno conduce a Borno (tratto, questo, famoso per essere teatro di sfida della Cronoscalata della Vallecamonica che si disputerà in estate) e la strada alterna tratti veloci ad altri guidati; a metà prova ci sono tornanti ampi dove lo spazio in sicurezza a disposizione per gli spettatori non manca. La conclusione è su una curva sinistra in prossimità della frazione di Villa dove ci si imbatte nelle prime abitazioni del borgo. Lozio è una prova in cui le vetture di classe R5 potrebbero avvicinare sensibilmente i 100 km/h  di media e di conseguenza anche con le piccoline 2 ruote motrici non ci si addormenta di sicuro; sarà la prima prova della domenica mattina… ci sarà da svegliarsi bene! Il pubblico potrà godere anche della spettacolare inversione di Sucinva e del tratto finale veloce dove vi sono molti prati a disposizione per appostarsi.”

PS 5-7-9  Astrio (10,65 km)

“Il must delle prove da rally per la Vallecamonica… 10.65 km di pura adrenalina con 50% di salita e altrettanti di discesa; nel mezzo tornanti spettacolari per il pubblico, tratti velocissimi con staccate al limite, pochissimi gli spazi guidati ma allo stesso tempo insidiosi: per i rallysti una discesa da urlo! Finire la Ps ASTRIO è una grande soddisfazione. Vengono attraversate le frazioni Pescarzo e Astrio; quest’ultimo è il paese  originario del mitico GianMario Mazzoli detto “Bacetto”. La prova avrà due versioni: la prima ripetizione (Ps7) sarà caratterizzata da un minore chilometraggio (6,50) e si chiamerà Astrio Corta. L’ultimo crono (di nuovo  nella Long version) chiuderà il rally e dopo pochi metri si sarà accolti per le premiazioni in piazza di Bienno”.

Memorial Tommaso Rocco al Camunia Rally

Chi ha conosciuto Tommaso Rocco sa che si sta parlando di una persona speciale e non solo di una bravo navigatore. Tra i primissimi a credere nelle note attraverso l’IPad, il navigatore bresciano di Adro ha corso con piloti di rilievo e dal piede pesante: su tutti Andrea Dallavilla, Emanuele Dati, Umberto Consigli, Sandro Sottile, Matteo Gamba ed Ilario Bondioni.

A poco più di tre anni dalla sua scomparsa avvenuta nell’ottobre 2015 a causa di una malattia che “Tommy” aveva sempre affrontato a testa alta, i suoi amici vogliono continuare a ricordarlo attraverso il mondo delle corse: i “Soliti 4 Gatti (Sabrina, Carlo, Leo, Sergio, Gigi ed Ercole) hanno indetto il 4° Memorial Tommaso Rocco in coincidenza con il 6° Camunia Rally che si terrà i prossimi 18 e 19 maggio.

Il premio, un IPad con l’applicazione ICodriver per leggere le note, verrà assegnato al navigatore più giovane meglio classificato. Un modo per permettere ai giovani di coltivare un metodo differente e tecnologico nell’approccio alle corse proprio come Tommaso stava sperimentando.

Il Memorial Rocco si è corso due volte in occasione del Rallyday del Sebino mentre dallo scorso anno è “traslocato” in Vallecamonica. Selene Pina Casalini, Massimiliano Milivinti e Denis Ghislini sono i tre giovani navigatori che hanno vinto il trofeo nelle tre precedenti edizioni.