Articoli

Trofei Renault: la Casa cala il tris e fa debuttare la Clio V

Finalmente si riparte. Con un calendario rivisto i rally italiani riprendono il via e Renault, come al suo solito, è pronta a fare la sua parte con ben tre diversi trofei: Clio Trophy Italia, Corri con Clio N3 Open e Twingo R1 Open. Eccome saranno i nuovi trofei del Costruttore francese, che vedranno debuttare la nuovissima Clio V Rally (di cui vi abbiamo parlato in questo articolo)

Clio Trophy Italia – Atteso il debutto della nuova Clio V rally, presentata pochi mesi fa e pronta ad animare il Clio Trophy Italia. Un calendario di 5 gare che prenderanno il via dalla tappa del CIR del 43° Rally del Ciocco e Valle del Serchio (21-22 agosto), per poi proseguire al 40° San Martino di Castrozza (5-6 settembre) in occasione del CIWRC. Il Clio Trophy Italia tornerà poi nel CIR per affrontare il 67° Rallye Sanremo (3-4 ottobre) e il 38° Rally Due Valli (23-24 ottobre). La chiusura invece sarà in occasione del 39° Rally Aci Como (6-7 novembre).

Gli equipaggi potranno scegliere di iscriversi all’intero trofeo o gara per gara, nel qual caso diventeranno trasparenti ai fini della classifica solo dalla quarta gara. In palio ci saranno circa 50.000 euro divisi fra gare e classifica finale. Al termine di ciascuna gara saranno infatti premiati dal primo al quinto oltre al miglior Junior (nato dopo il 31/12/91), mentre al termine della stagione i premi riguarderanno i migliori tre classificati e il vincitore Junior.

Corri con Clio N3 Open – Ancora pochi giorni e con il 33° Rally Lana, in programma questo weekend (11-12 luglio), prenderà il via il Corri con Clio N3, organizzato nell’ambito della Coppa Rally di Zona. Il trofeo non prevederà le prove su terra e per questo motivo nella Zona 5 al posto dei rally Adriatico e San Marino è stato aggiunto il Rally del Ciocco Nazionale. Inoltre alla Zona 9 (Sardegna) sono stati aggiunte le validità di due prove, quelle del Città di Pistoia e di Lucca.

Per iscriversi basteranno appena 100 euro, che consentiranno di concorrere ai premi d’onore previsti a fine stagione per ciascuna Zona, ma soprattutto al montepremi finale, di 15.000 euro complessivi, che premierà i piloti con i 5 punteggi più alti.

Twingo R1 Open – Anche il Twingo R1 Open vedrà il via della stagione dal Rally Lana. In questo caso il calendario comprenderà le prime zone dalla 1 alla 6, con le medesime modifiche alla Zona 5 del Corri con Clio, ossia Rally del Ciocco Nazionale in sostituzione di Adriatico e San Marino. Per gli equipaggi delle Twingo R1 l’iscrizione sarà gratuita. In palio premi d’onore per ciascuna zona e 6.500 di montepremi complessivo per i primi tre equipaggi con i punteggi più alti.

Ufficiale, Luca Pedersoli conferma: ‘Ad Alba con la WRC Plus’

Un post su Facebook, subito rimosso. Ma avevamo avuto il tempo di vederlo e così avevamo anticipato che Luca Pedersoli sarebbe stato al Rally di Alba al volante della Hyundai i20 WRC Plus. Non avevamo né rimosso né modificato la notizia. Avevamo scommesso sul “Pede”, perché sapevamo che non poteva essersi sbagliato. Il suo non poteva essere un errore. Scommessa vinta. I vincitori del Campionato Italiano WRC 2019 risaliranno in macchina e lo faranno in grande stile su una Hyundai i20 WRC Plus, all’edizione numero 14 del Rally Alba, che darà il via al Campionato Italiano WRC 2020.

Per Luca Pedersoli ed Anna Tomasi si tratta di un debutto importante con Hyundai Motorsport, nella gara che lo scorso anno li ha visti salire sul podio condiviso insieme a Sebastian Loeb e Stephane Sarrazin. I campioni in carica del CIWRC dunque correranno all’interno della gara #RAplus, riservata alle top car del Mondiale Rally, con una classifica separata dalla competizione tricolore, volando sulle PS langarole con la WRC Plus coreana.

“Sono molto felice di poter correre ad Alba con un’autovettura così performante. Si tratta di una grande opportunità, per me e per Anna, che non potevo lasciarmi sfuggire.” ha dichiarato il driver bresciano“Mi rendo conto che cogliendo questa opportunità, perderò di fatto la possibilità di poter difendere il titolo di campione italiano WRC 2019. Ma non mollo, cercherò di rimboccarmi le maniche e tentare di vincere nuovamente il titolo nel 2021. Per ora spero di divertirmi ad Alba”.

Luca Pedersoli e Anna Tomasi con Andrea Adamo
Luca Pedersoli e Anna Tomasi con Andrea Adamo

Ricapitolando, ad Alba Hyundai Motorsport schiererà per il team ufficiale Thierry Neuville e Ott Tanak con la WRC Plus e con il team privato Luca Pedersoli e il giovane francese Pierre Louis Loubet, promessa fortemente supportata dalla federazione francese.

Tanak e Neuville al Rally di Alba: Hyundai Motorsport conferma

Il campione del mondo in carica Ott Tanak e il suo compagno di squadra, nonché rivale nella corsa al titolo WRC da tre anni, Thierry Neuville saranno al via del Rally di Alba firmato Cinzano Rally Team. Ad annunciarlo sono direttamente i piloti dell’ingegnere cuneese Andrea Adamo (di casa al rally langarolo) attraverso i propri profili Twitter. Dunque, Tanak e Neuville porteranno in gara altre due WRC Plus, per dare vita ad un evento indimenticabile insieme allo spagnolo Dani Sordo.

Avrà proprio un sapore iridato il Rally di Alba di inizio agosto 2020. Hyundai Motorsport, squadra che schiera le vetture del Costruttore coreano nel Mondiale, dopo aver confermato la sua presenza nella corsa sulle strade dell’Albese, dove si inaugura il Campionato Italiano WRC, ha confermato i suoi tre piloti. Al via con le Hyundai i20 ci saranno, quindi, il campione del mondo in carica, il belga che si è piazzato secondo nel Mondiale Rally 2019, e lo spagnolo.

“Sarà una gara che regalerà grandi emozioni”, spiega Bruno Montanaro, presidente dell’associazione sportiva che promuove la corsa assieme all’Automobile Club Cuneo. “Emozioni ispirate dal profumo iridato che farà respirare con la presenza delle vetture World Rally Car dell’ultima generazione a cui si aggiungeranno i protagonisti del Campionato Italiano WRC”.

Altra novità per la gara è la partenza da Cherasco con una passerella di auto e piloti nella serata di sabato 1 agosto. “Per la ripartenza della stagione agonistica Aci Sport ha deciso di concentrare la parte agonistica dei rally in una sola giornata, quindi abbiamo dovuto rinunciare alla prova speciale spettacolo del sabato sera ma proponiamo una cerimonia di partenza nel bel centro storico di Cherasco”.

Domenica 2 agosto le auto lasceranno piazza Cagnasso ad Alba per affrontare tre prove speciali, a Igliano, Bonvicino e Bossolasco, da ripetere per tre volte ciascuna per poi tornare in città per la proclamazione dei vincitori, che saranno due: la gara sarà formalmente divisa in due parti, una che comprende i partecipanti al Campionato Italiano WRC e la Coppa Rally di Zona, l’altra riservata alle WRC Plus.

La PS Igliano (17,14 chilometri) è la prova nell’alta Langa che tocca anche i paesi di Torresina e Paroldo è che è stata utilizzata a partire dal 2016. La Lovera (10,45 chilometri) somma vecchio e nuovo comprendendo il tratto tra Murazzano e Bonvicino che è storico per il Rally di Alba e introducendo, nella parte finale, l’unico tratto inedito per 2020 e infine, la Niella-Bossolasco (6,2 chilometri) che per un rallista ha un solo significato: tornanti in discesa e poi altri tornanti in salita. La prova ha fatto parte del Rally di Alba nel 2018 e, prima ancora, di molte edizioni negli anni Duemila, fino al 2007.