Articoli

Andrea Coti Zelati e Emanuela Revello pronti per il Rally MonteCarlo

Il numero degli italiani al via del Rally di MonteCarlo nel 2019 è forse un record storico: ventuno partecipanti su ottantaquattro iscritti è pari al 25%, molti di più rispetto ai sei al via dell’edizione del 2018. Tuttavia tra questi c’era, e si sarà anche quest’anno, Andrea Coti Zelati, pilota nato a Lecco, per la sua seconda esperienza nel difficile rally del Principato. Stessa vettura dell’anno scorso, la Citroen DS3 R3T Max ma nuova colorazione che fa l’esordio con il 2019.

Il “Monte” 2018 fu segnato da un esordio complicato sulla prima piesse, che diede molti problemi anche ai piloti dell’assoluta tra cui Neuville e Ogier, ma il finale fu tutto in crescendo con ottimi tempi in particolare nell’ultima giornata. Quest’anno Andrea Coti Zelati si presenta con un’esperienza maggiore frutto di una buona annata tra cui anche la partecipazione alla Ronde del Gomitolo di Lana con una Skoda Fabia R5: e l’esperienza sulle strade del rally monegasco fa la differenza insieme alla costanza.

Alle note ci sarà Emanuela Revello, giovane navigatrice di ventitré anni vincitrice del Rally Italia Talent nel 2017, che lo ha accompagnato nella stagione 2018. Ricordiamo che Andrea ha partecipato con merito a sei campionati su neve e ghiaccio tra il 2009 e il 2015 quindi un fondo innevato per lui potrebbe essere preferibile: certo è che le strade aperte sono altra cosa rispetto ai circuiti, le insidie dietro l’angolo e passare dopo i mostri sacri sulle Plus ed errecinque lascia le prove in condizioni al limite della praticabilità.

“L’obiettivo per il Rally di MonteCarlo 2019 è tornare a casa sani e salvi” scherza Coti Zelati, e chi lo conosce sa che è una sua caratteristica, ma poi riprende seriamente “Vorremmo essere tra i cinquanta equipaggi della domenica“. Il risultato sperato non sarà semplice, il numero partenti è molto più elevato del 2018; certo è che a Montecarlo vince chi arriva, poco ma sicuro. Andrea Coti Zelati, pur avendo esperienza su neve e ghiaccio “Vorrei una gara con prove innevate, fondo che mi piace e che mi è amico, ma vogliamo solo divertirci, poi chi si loda si imbroda”.

Ragione da vendere su questo punto, è l’umiltà in questo caso gli fa onore. La prossima settimana è vicina, inizierà con le ricognizioni e la prima novità del rally sarà la partenza dello stesso direttamente da Gap, eliminando il lungo trasferimento tra il Principato e le prime prove speciali in notturna. Si inizia a fare sul serio e quindi un grosso in bocca al lupo all’equipaggio Coti Zelati – Revello.