Articoli

Casarotto e Handel vincono, come dieci anni fa

Il connubio tra il l’alfiere vicentino di Movisport ed il navigatore adriese frutta il primato tra le due ruote motrici e la netta vittoria in classe S1600.

Stesso equipaggio, stessa vettura, stessa location ed anche lo stesso risultato, la vittoria, hanno caratterizzato la reunion vista all’Adria Rally Show.
Andrea Casarotto, dopo dieci anni dall’ultima apparizione all’Adria International Raceway, ritrovava al proprio fianco Fabrizio Handel e, così come in quel lontano Rally di Adria del 2010, anche nel recente weekend la coppia formata dal pilota vicentino e dal navigatore adriese ha fatto centro, andando a cogliere il successo tra le due ruote motrici e la vittoria in classe S1600.
Alla guida di una Renault Clio Super 1600, per l’occasione messa a disposizione dal team piacentino Vsport, il portacolori della scuderia Movisport ha iniziato la nuova annata nel migliore dei modi, cogliendo un successo che getta le basi per una stagione alquanto promettente.
L’affiatamento tra i due, supportati da una vettura decisamente in forma, si intravvedeva sin dal primo impegno del Sabato dove, nonostante la perdita di tempo causata dalle manovre di un concorrente che li precedeva, il cronometro sanciva il secondo tempo di classe a 1”6 dal primo.
All’accensione delle fanalerie supplementari Casarotto cambiava passo, staccando il diciassettesimo tempo assoluto, preceduto soltanto da vetture di classe WRC e R5, portandosi al comando delle operazioni tra le due ruote motrici e nella propria classe.
Domenica mattina, terza prova speciale, il risveglio del pilota vicentino confermava lo stato di forma, segnando nuovamente il miglior tempo, seppur con 1”4 sul diretto rivale Capetta.
Con 8”2 di margine sull’unico in grado di tener testa, il terzo accusava già un passivo di oltre un minuto, la quarta tornata si rivelava decisiva: Casarotto faceva sua la terza consecutiva mentre Capetta accusava una foratura che lo tagliava, definitivamente, fuori dai giochi.
Dato il margine, di oltre due minuti e mezzo sul secondo, la sfida testa a testa, all’interno del kartodromo, diventava una passerella con l’alfiere della scuderia reggiana che chiudeva con il secondo parziale, a cinque decimi dallo sfortunato Capetta.

“Dedico questo successo unicamente al mio compagno di abitacolo” – racconta Casarotto – “perchè ci tenevo ad essere presente in un’occasione così speciale per Fabrizio. Aver vinto di nuovo, come dieci anni fa, è sicuramente avvenuto grazie a due angeli speciali che ci hanno protetto da lassù, il papà e la mamma di Fabrizio. Una vittoria nata e costruita con il supporto dei nostri partners, della scuderia Movisport e di un team, Vsport, che ci ha messo a disposizione una vettura a dir poco sensazionale. Complimenti all’organizzazione, un evento davvero molto bello, valido e sicuramente da ripetere. Bravi tutti. È stato un weekend perfetto.”

Gli fa eco un emozionato Fabrizio Handel, al suo primo podio stagionale, in casa.

“Andrea è sempre stato un grande amico” – aggiunge Handel – “oltre che essere un pilota di indubbio valore. Già il fatto che mi avesse proposto di tornare a condividere l’abitacolo in una gara così significativa per me era un grosso regalo. Immaginatevi voi cosa posso provare ad aver vinto con lo stesso pilota e la stessa vettura con la quale avevo corso, nel 2010, nel giorno in cui era scomparso mio padre, l’anno precedente, e nell’unico dove mia madre era riuscito a vedermi in tuta. Grazie di cuore a tutti quelli che mi sono venuti a trovare, ai tanti amici che mi sono stati vicino, in questa occasione. Grazie a Vsport, più che un team una vera famiglia. Grazie a Mario Altoè, Gianluca Marotta e tutto lo staff. È anche merito vostro questo regalo.”

Casarotto, dopo dieci anni, ritrova Handel

Il pilota vicentino, portacolori di Movisport, tornerà ad essere affiancato dal navigatore adriese, in occasione dell’Adria Rally Show, in programma nel weekend.

Correva l’anno 2010 ed il Rally di Adria, Città del Pane, tornava a far parlare del Polesine in tutto il Triveneto, colmando un vuoto che durava da tredici anni.
In quella quindicesima edizione, corsa sotto un diluvio incessante e con un vento impetuoso, la vera innovazione per il territorio fu la disputa, di alcune prove speciali, all’interno dell’Adria International Raceway, con il parco assistenza collocato all’interno del paddock, al coperto.
In quell’occasione Andrea Casarotto, al debutto assoluto sulla Renault Clio Super 1600, chiuse con il primo posto di classe ed il settimo assoluto, affiancato dall’adriese Fabrizio Handel.
Dieci anni sono passati e, per festeggiare questa particolare ricorrenza, i due si ritroveranno a condividere, sempre sul circuito polesano, l’abitacolo di una Renault Clio Super 1600.
In vista è in arrivo la prima edizione di Adria Rally Show, evento che punta a diventare erede, in Triveneto, del Franciacorta Rally Show, nato sulle orme del blasonato Monza Rally Show.
Un evento, non un rally vero e proprio, che si rivela quindi una palestra ideale per riprendere l’allenamento e per prepararsi alla stagione agonistica ormai alle porte.
Sarà il team Vsport a fornire al pilota vicentino, portacolori di Movisport, il proprio esemplare della trazione anteriore transalpina, nell’intento di ripetere il bel risultato di quel lontano 2010.

“L’Adria Rally Show è una nuova formula di evento per il Triveneto” – racconta Casarotto – “che ricalca quanto abbiamo già visto al Franciacorta Rally Show ed al Monza Rally Show. Dato l’interesse mediatico che si sta muovendo per questo evento, sarà possibile seguire i due giorni in diretta streaming, abbiamo deciso, assieme ai nostri partners ed alla scuderia Movisport, di essere presenti. Grazie al sostegno di Vsport è nata l’opportunità di esserci e quindi quale migliore occasione per festeggiare l’ultimo successo ottenuto, qui all’Adria International Raceway, con l’amico Fabrizio Handel? Sono passati dieci anni da quel Rally di Adria, mamma quanta acqua e vento, e sono contento di tornare a condividere l’abitacolo con un navigatore molto professionale che, prima di tutto, è un mio caro amico. Avendo corso le ultime due gare del 2019 con la Clio Super 1600 posso dire che partiremo con un piglio diverso, rispetto al 2010, e cercheremo di dare il massimo per iniziare al meglio questa stagione. Al momento stiamo ancora valutando quali programmi intraprendere per la nuova annata, abbiamo diverse opzioni in fase di valutazione, ma vogliamo affrontare questa prima uscita per cercare di fare bene. Sarà una bella lotta, soprattutto inedita vista la tipologia di percorso, diversa da un rally.”

Due le giornate di gara per questa prima edizione di Adria Rally Show: si partirà con la prima frazione, Sabato 15 Febbraio nel pomeriggio, con i concorrenti chiamati a confrontarsi su due prove speciali, “Adria International Raceway 1” (12,15 km) ed “Adria International Raceway Night Edition” (12,15 km) in senso orario, mentre alla Domenica seguente saranno due i tratti cronometrati in programma, in senso antiorario per la “Adria International Raceway 3” (14,12 km) e per la “Adria International Raceway 4” (14,12 km), prima della sfida diretta, all’interno del solo kartodromo, con la “Adria Karting Raceway” (3,87 km).

“A differenza del 2010” – aggiunge Casarotto – “correremo anche nel kartodromo e nel piazzale che li separa, a formare un’unica prova speciale. Dovremo lavorare di fino, su traiettorie e note, per cercare di spingere al massimo, in ogni singola curva. Non vediamo l’ora di iniziare.”