Articoli

ERC: Amaury Molle e Florian Barral sugli scudi alle Canarie

Ancora impegni importanti per la Delta Rally; dopo la chiusura del Campionato Italiano Rally e Campionato Italiano Rally Terra nello scorso fine settimana, si avvicina l’ultimo appuntamento del Campionato Europeo Rally ERC. Il 44° Rally Islas Canarias, quinta ed ultima gara della serie continentale, assegnerà i diversi titoli ancora in palio dopo una stagione iniziata a Luglio in Italia e proseguita attraverso Lettonia, Portogallo ed Ungheria.

Dopo la Qualifying Stage e la cerimonia di partenza di giovedì, due giorni di gara sulle tortuose strade dell’isola. 17 prove speciali per 202 km cronometrati sui 585 totali. L’appuntamento spagnolo sarà decisivo per Amaury Molle e Florian Barral. Con la fida Peugeot 208 R2, ad una gara dal termine di una stagione di apprendistato in paesi nuovi e gare sconosciute, l’equipaggio occupa la terza piazza della classifica ERC3 ed il podio provvisorio tra gli ERC3 Junior, seppure ex aequo.

“Sono spiacente per l’annullamento dello SPA Rally perché non potremo correre in casa. La situazione in Belgio sta migliorando ma comprensibilmente non è il momento giusto per correre un Rally. Finiremo la stagione al Rally Islas Canarias, da quanto ho visto il tempo dovrebbe essere migliore rispetto al clima ora in Belgio, quindi sarà bello chiudere la stagione con il sole, così come la abbiamo iniziata al Rally di Roma Capitale”.

“La gara sarà molto veloce, l’asfalto è tortuoso ma rapido, assomiglia alla Corsica ma con maggiore velocità ed aderenza. Mi sono preparato con i video delle edizioni precedenti, forniti dall’organizzazione. Il problema per noi sarà che le speciali sono per la maggior parte in salita, e da quanto abbiamo visto a Roma in queste condizioni sarà difficile lottare con le vetture Rally 4”.

“Il nostro obiettivo rimane lo stesso, mantenere la terza posizione che occupiamo ora sia nell’ERC3 che nell’ERC3 Junior. Non vediamo l’ora di essere suqueste bellissime strade, per chiudere l’anno come lo abbiamo iniziato. L’elenco iscritti è un po’ più corposo rispetto alle ultime due gare, il livello sarà molto alto. Ken Torn e Kauri Pannas si sono già assicurati il titolo e faccio loro i miei complimenti. Noi abbiamo fatto un test per prepararci e regolare l’auto, nella quale ora sono molto a mio agio. Bisognerà fare attenzione alle scelte di gomme se dovesse piovere. La priorità sarà fare i punti necessari per chiudere la stagione in bellezza”.

Rally Fafe Montelongo positivo per Delta Rally con Amaury Molle

Il team Delta Rally ha lavorato molto bene al Rally Fafe Montelongo. Nella gara portoghese, all’esordio nel Campionato Europeo, Amaury Molle e Florian Barral hanno portato la Peugeot 208 R2 del team al quarto posto di ERC3, ERC3 Junior e di classe RC4. Una gara attenta, quella dell’equipaggio belga-francese, in ottica di campionato per riprendere fiducia e punti, dopo lo stop dell’appuntamento precedente in Lettonia. Obiettivo centrato nonostante alcuni piccoli problemi meccanici, prontamente risolti dal team all’assistenza prima dell’ultimo giro di prove della domenica. Amaury Molle ed il suo copilota hanno così potuto festeggiare un risultato che li porta al terzo posto nelle classifiche provvisorie di campionato ERC3 ed ERC3 Junior.

Amaury Molle ha così commentato la sua gara: “Per noi è un’ottima operazione in ottica di Campionato Europeo. Grazie a questo risultato ora siamo terzi nell’ERC3 e nell’ERC3 Junior, ed è un buon riassunto del nostro weekend. Siamo giunti in Portogallo sapendo benissimo che dovevamo assolutamente arrivare al traguardo. Dovevamo fare quanti più punti possibile per il campionato, quindi abbiamo guidato senza spingere oltre misura, in quanto sapevamo che comunque non potevamo competere con le vetture Rally 4. Il divario tra la R2 e la Rally 4 aumenta ad ogni gara, non possiamo farci nulla”.

“L’unica cosa possibile è fare una gara intelligente e senza errori, e vedere come vanno le cose. Vogliamo stare davanti a tutte le R2, e qui ci siamo riusciti oltre ad essere quarti di RC4 – prosegue Molle -. Sono molto soddisfatto del weekend, abbiamo mostrato la nostra velocità: anche senza andare al 100% eravamo davanti alle altre R2. La parte più dura è stato tenere la posizione per tutta la gara, dato che siamo stati quarti fin dalla prima prova. L’unico spavento è stato nel secondo giro di prove della domenica; fin dalla prima prova abbiamo avuto un problema con un rumore meccanico, abbiamo lavorato sull’auto tra la prima e la seconda prova per cercare il problema senza riuscirci, poi abbiamo dovuto cambiare le gomme in fretta dato che ha iniziato a piovere, e ci siamo dimenticati del cofano, che si è aperto in prova speciale”.

“Abbiamo perso due minuti in prova, nemmeno troppo, ma il vero problema è arrivato dopo: abbiamo avuto noie ai freni, ho finito la seconda prova solo con il freno a mano, abbiamo dovuto lavorare sull’auto scollegando il sistema frenante della ruota anteriore destra per finire il giro di prove. All’assistenza il team a fatto un gran lavoro, abbiamo avuto anche un aiuto da altri per cambiare il parabrezza ed il sistema frenante senza pagare troppo ritardo. Il team ha lavorato molto, dando tutto – conclude Molle -. Siamo soddisfatti del weekend, ora lavoreremo per essere pronti ai prossimi appuntamenti dell’ERC, cercando di mantenere la continuità ed i risultati mostrati e soprattutto pensando al campionato ed al podio, grazie a questo quarto posto che ci aiuta molto”.