Articoli

Bellan è sul podio dell’Adria Rally Show

Con la vittoria di classe acquisita in partenza, unico al via, il pilota di Taglio di Po sfrutta la rispolverata esperienza da pistaiolo per chiudere terzo tra le due ruote motrici.

Prima uscita targata 2020 per Alessio Rossano Bellan e primo podio centrato, tra le mura amiche, in occasione dell’Adria Rally Show.
Il pilota di Taglio di Po ha confermato il proprio feeling con la pista e con l’Adria International Raceway, andando a cogliere il terzo gradino del podio, tra le vetture a due ruote motrici.
Un risultato che infonde una giusta dose di fiducia nonché i primi punti utili per la rincorsa al Campionato Triveneto 2020, primo obiettivo stagionale dichiarato del polesano.
Un avvio più che positivo per il portacolori della scuderia Monselice Corse, alla guida della Renault Clio R3, curata da Bolza Corse e condivisa con Melania D’Agostino, alle note.

“Siamo molto soddisfatti di aver aperto bene la stagione” – racconta Bellan – “ed idealmente continuiamo sul trend positivo del finale di stagione, in pista, del 2019. Visto che eravamo gli unici a partire in classe R3C era automatico che, in caso di arrivo, avremmo vinto la classe. A quel punto, cercando di sfruttare la mia esperienza in pista, volevamo puntare alla vittoria tra le due ruote motrici. Non ci siamo riusciti ma va comunque bene così. Per la prima stagionale ed il debutto, in abitacolo, di Melania direi che è andata più che bene. Abbiamo anche raccolto i primi punti per il Campionato Triveneto, che partiva proprio qui da Adria, ed è molto probabile che proseguiremo con il successivo Benacus. Cercheremo di portare a casa questo titolo.”

Lo stato di forma di Bellan si mostrava ad un buon livello sin dalla prima frazione di gara, quella del Sabato, con il primo crono che lo vedeva già al terzo posto tra le due ruote motrici.
Un piazzamento consolidato anche sulla successiva tornata, disputata in notturna.
Il tagliolese confermava la propria permanenza, sul gradino più basso del podio, anche nei due successivi passaggi, quelli della Domenica mattina, prima di affrontare la sfida del kartodromo.
Con l’ennesimo terzo parziale Bellan concludeva, a podio, un bel debutto griffato 2020.

“Devo fare i miei complimenti a Casarotto” – aggiunge Bellan – “perchè, essendo un rallysta, non mi aspettavo potesse andare così forte in circuito. Ci abbiamo provato ma sia lui che Capetta andavano più forte di noi. Quando abbiamo visto che non avevamo il loro passo abbiamo puntato a consolidare la nostra posizione, evitando inutili rischi. La nostra Clio ci serve per tutta la stagione ed abbiamo pensato quindi di conservarla. Alla Domenica mattina abbiamo giocato un jolly, montando quattro undici, ma non ci è andata bene. Si sono deteriorate come siamo entrati nel circuito veloce. È andato tutto bene e di questo ringrazio i miei partners, la scuderia Monselice Corse ed il team Bolza Corse. Un particolare ringraziamento e complimento lo vorrei fare all’organizzazione. Un evento davvero bello e ben fatto. Sono rimasto basito dell’afflusso di pubblico alla sera. Alcuni miei amici, arrivati per vederci, mi han detto che hanno parcheggiato a due chilometri di distanza dall’entrata perchè era tutto pieno. È stato un autentico successo e non vediamo l’ora che arrivi la seconda edizione di Adria Rally Show.”

Bellan apre il 2020 all’Adria Rally Show

Il pilota di Taglio di Po è alla ricerca del bis, tra le mura amiche, dopo aver vinto il Trofeo Italia Rally, nella passata stagione, all’Adria Motor Week.

Alessio Rossano Bellan ci riprova e, dopo un 2019 che gli ha regalato più dolori che gioie, si ripresenta al via di un’altra stagione agonistica carico e motivato, per affrontare e pareggiare il conto con la dea bendata, già a partire dal weekend.
Sabato 15 e Domenica 16 Febbraio andrà in scena la prima edizione di Adria Rally Show, evento che mira a diventare un punto di riferimento, per il calendario Triveneto, in ambito rally.
Nonostante i puristi possano storcere il naso, trattandosi in sostanza di un confinamento in circuito per questa specialità, va detto che il riscontro ottenuto dallo staff dell’Adria International Raceway, capitanato dal direttore della struttura Mario Altoè e dal direttore di gara internazionale Gianluca Marotta, sta portando alla luce un elenco partenti di prim’ordine.
Per il pilota di Taglio di Po, il quale giocherà in casa, si tratterà di un appuntamento molto particolare: in primo luogo il portacolori della scuderia Monselice Corse nasce, sportivamente, in pista ed in secondo il fatto che, a Novembre dello scorso anno, è salito sul gradino più alto del podio, nell’ambito del Trofeo Italia Rally, in occasione dell’Adria Motor Week.

“Abbiamo deciso di partecipare all’Adria Rally Show per vari motivi” – racconta Bellan – “ed il primo è ovviamente che si tratta della gara di casa. Seppure non si possa parlare di rally vero, quanto piuttosto di un rally show, va detto che è l’unica manifestazione che tiene alto, ad oggi, la parola rally in Polesine. Questo è merito dell’Adria International Raceway e del suo staff, capaci di credere in formule di questo tipo e che possono avvicinare nuovi appassionati al nostro mondo. Il secondo motivo è che qui, qualche mese fa, abbiamo ottenuto l’unica vera soddisfazione del nostro 2019, avendo vinto il Trofeo Italia Rally all’Adria Motor Week. Rally e pista non vanno d’accordo ma, in questo caso, la pista mi è molto familiare e potrò far valere l’esperienza che ho maturato correndo in circuito, seppur con vetture diverse da quelle rally.”

L’unica vera novità per questo avvio di stagione di Bellan, avendo confermato la partecipazione alla guida della Renault Clio R3 curata da Bolza Corse, riguarderà l’avvicendamento sul sedile di destra che vedrà Melania D’Agostino affiancare il pilota tagliolese per la prima volta.

“Purtroppo Deborah non poteva seguirmi per tutta la stagione” – aggiunge Bellan – “ed approfitto per ringraziare sin da ora Melania per aver accettato di affiancarmi, già a partire dall’Adria Rally Show. Sarà l’occasione giusta per prendere confidenza in abitacolo.”

La prima edizione di Adria Rally Show si articolerà su due giornate: Sabato 15 Febbraio sulle speciali “Adria International Raceway 1” (12,15 km) e “Adria International Raceway Night Edition” (12,15 km), in senso orario, mentre alla Domenica toccherà ad “Adria International Raceway 3” (14,12 km) e ad “Adria International Raceway 4” (14,12 km), in senso antiorario, prima dello scontro diretto, nel solo kartodromo, con la “Adria Karting Raceway” (3,87 km).

A Sperlonga Bellan torna a masticare amaro

Si conclude nel modo peggiore l’esordio laziale per il pilota di Taglio di Po, costretto al ritiro anticipato, sulla terza prova speciale, per un guasto di natura meccanica.

Il 2019 di Alessio Rossano Bellan si chiude nel modo peggiore, così come era iniziato, con un altro zero segnato nello score personale di una stagione da dimenticare in fretta, segnata da tanti, troppi, problemi di natura tecnica.
Il pilota di Taglio di Po si presentava positivo alla Ronde Città di Sperlonga, rinfrancato dalla recente vittoria, a sfondo pistaiolo, siglata tra le mura amiche dell’Adria International Raceway.
L’appuntamento in provincia di Latina, tra i più rinomati a livello nazionale, si è invece rivelato ostico per il portacolori della scuderia Monselice Corse, costretto ad abbandonare la compagnia quando al termine della gara mancava soltanto un passaggio sulla speciale “La Magliana”.
Un ritiro, causato dal cedimento di un supporto del tirante di un braccetto, ben diverso da quelli che avevano caratterizzato l’annata del pilota polesano, affiancato da Debora Guglieri, con la dea bendata che ha recitato un ruolo chiave, nel male e nel bene, con la rottura che si verificava in uno dei pochi tratti lenti, evitando rischi maggiori che ne potevano conseguire.
Bellan resta comunque raggiante, nonostante l’amaro in bocca, nella speranza di poter aver terminato la consegna dei regali alla sorte, in questo 2019, e poter quindi iniziare a pianificare una nuova annata al rilancio, sempre alla guida della Renault Clio R3 curata da Bolza Corse.

“Ok, il 2019 è stato l’anno della sfortuna” – racconta Bellan – “e credo che questo sia innegabile, da qualunque prospettiva la si possa guardare. Certamente il problema che abbiamo patito qui a Sperlonga non era nemmeno lontano parente delle tante problematiche vissute con il motore, durante la prima metà di stagione. Abbiamo rotto il supporto del tirante di un braccetto mentre eravamo su una destra due. Fortunatamente eravamo in un punto lento, davvero pochi quelli che ci sono qui a Sperlonga, e questo è il lato positivo. Se si rompeva su un tratto veloce potevamo avere danni ben più importanti. È andata bene così. Certo, è innegabile che dispiaccia perchè volevamo chiudere con il sorriso, almeno l’ultima gara. Non importa dai, abbiamo dato tanto alla sfortuna quest’anno. Speriamo di pareggiare nel 2020.”

Annullata la tornata serale, al Sabato, Bellan iniziava a prendere confidenza, con il veloce tracciato dell’unica prova speciale in programma, chiudendo al quarto posto di classe R3C.
Nemmeno il tempo di confrontare il proprio parziale che sul terzo passaggio, il secondo della Domenica, il tagliolese si vedeva costretto a parcheggiare la trazione anteriore d’oltralpe.
Se il 2019 è ormai agli sgoccioli il polesano fa rotta diretta alla prossima stagione, il mirino è già puntato sulla prima edizione di Adria Rally Show, in programma per il 15 e 16 Febbraio 2020.

“Dopo aver vinto l’appuntamento con Adria Motor Week” – aggiunge Bellan – “è quasi certo che ci presenteremo, a Febbraio, all’Adria Rally Show. Un evento che si preannuncia molto interessante. Ci auguriamo che possa essere accolto con favore da tutto il nostro territorio. Noi ci saremo e cercheremo di partire bene in casa per dare il via ad un 2020 votato alla riscossa.”