Ott Tanak corre velocissimo verso il podio del Rally MonteCarlo

Svelato l’elenco iscritti del Monte-Carlo 2022

Con la pubblicazione dell’elenco iscritti del Rally Monte-Carlo, si apre (quasi) ufficialmente la stagione 2022, quella che porta in dote l’introduzione delle nuove vetture Rally1. Saranno settantacinque equipaggi a sfidarsi lungo i 296 chilometri di prove disegnati dagli organizzatori della gara monegasca, che in questo 2022 sposta la sua base da Gap al più “scomodo”, ma glamour Principato di Monaco.

Grande novità come detto sarà rappresentata dall’atteso debutto delle nuove Rally1. Saranno undici le vetture della classe regina al via, con Toyota Gazoo Racing chiamata alla difesa del titolo Costruttori. La casa nipponica schiererà tre Yaris Rally1 ufficiali affidandole rispettivamente al campione del mondo in carica Sébastian Ogier, al gallese vice-campione del mondo Elfyn Evans e al giovane finlandese Kalle Rovanpera, a queste si va ad aggiungere una quarta unità che sarà portata in gara da Takamoto Katsuta.

In casa Hyundai Motorsport, in attesa di conoscere il sostituto del nostro Andrea Adamo nel ruolo di team manager, c’è voglia di riscatto dopo un 2021 in chiaro-scuro, il team coreano schiererà tre unità al Monte-Carlo affidandole a Thierry Neuville, Ott Tanak e sorprendentemente a Oliver Solberg, preferito al più esperto Dani Sordo. Chi presenterà una line-up in gran parte rinnovata è invece M-Sport, che in questo 2022 vuole recitare un ruolo da protagonista. Il team britannico si presenta al Monte-Carlo con ben quattro Ford Puma rally1 affidandone due ai confermatissimi Adrien Fourmaux e Gus Greensmith, le rimanetenti saranno portate in gara dalle due new-entry del team, l’irlandese Craig Breen e sua “Maestà” Sébastien Loeb.

Grandi battaglie sono attese nel restaurato WRC2, che da quest’anno si chiamerà WRC2 Open aperto a tutti gli iscritti alla serie. All’interno di questo si saranno due “sotto-campionati” denominati WRC2 Masters aperto agli over50 (con tassa di iscrizione di 3’000 euro) e il WRC2 Junior. Al primo round si presentano venti iscritti, tra i nomi più importanti troviamo Andreas Mikkelsen, Marquito Bulacia e Nikolay Gryazin in gara con le Skoda Fabia Rally2 Toksport, Eric Camilli e Yoann Rossel con le Citroen C3 rally2 rispettivamente preparate da Sainteloc e PH Sport e la i20 rally del lussemburghese Gregoire Munster. Tre gli iscritti nel WRC3, compreso il fresco vincitore del J-WRC 2021 Sami Pajari e ben otto nel FIA RGT con occhi puntati sull’eterno François Delecour.

Diversi gli equipaggi Italiani iscritti alla gara, di cui quattro al via del WRC2, uno nel WRC3 e due nel FIA RGT.

  • #34 Mauro Miele – Luca Beltrame (Skoda Fabia Rally2 – WRC2 Open e WRC2 Masters)
  • #38 Maurizio Morato – Enrico Gallinaro (Skoda Fabia rally2 – WRC2 Open)
  • #39 Carlo Covi – Michela Lorigiola (Skoda Fabia Rally2 – WRC2 Open e WRC2 Masters)
  • #40 Fabrizio Arengi Bentivoglio – Massimiliano Bosi (Skoda Fabia Rally2 – WRC2 Open e WRC2 Masters)
  • #43 Enrico Brazzoli – Manuel Fenoli (Ford Fiesta rally3 – WRC3 Open)
  • #51 Alberto Sassi – Gabriele Romei (Fiat Abarth 124 RGT – FIA RGT)
  • #52 Roberto Gobbin – Fabio Grimaldi (Fiat Abarth 124 RGT – FIA RGT)
  • #57 Elwis Chentre – Massimiliano Bay (Skoda Fabia Rally2)
  • #58 Matteo Gamba – Nicolò Gonnella (Skoda Fabia Rally2)
  • #62 Alessandro Gino – Daniele Michi (Hyundai i20 R5)
  • #75 Roberto Daprà – Luca Guglielmetti (Ford Fiesta Rally4)