,

Super Kalle chiude in testa il day1 in Estonia

210723 at kalle rovanpera estonia 01 b7544 f 1400x788.jpeg

Kalle Rovanperä è uscito vincitore da un’emozionante battaglia con Thierry Neuville ed è diventato leader del Rally di Estonia dopo la tappa di apertura di venerdì.

Solo 3 secondi separavano i duellanti dopo 133,38 km di emozionante competizione su strade sterrate velocissime intorno alla seconda città dell’Estonia, Tartu, che ospita l’ottava gara del FIA World Rally Championship di quest’anno.

Neuville, la star di Hyundai, è stato il più veloce e ha superato il rivale finlandese in tutte e tre le speciali della mattinata, accumulando un vantaggio di 6,8 secondi a metà gara. Ma la situazione si è ribaltata a favore di Rovanperä nella ripetizione delle PS della giornata.

Le Toyota GR Yaris hanno fatto registrare una coppia di tempi di riferimento per mandare un segnale a Neuville, sfilandogli il primo posto sulla Mustvee 2. Il belga ha perso un solo decimo nel test successivo, ma alla fine non è stato all’altezza di Rovanperä nel finale della Neeruti, disputata solo una volta.

“Nel complesso non è stata una brutta giornata”, ha dichiarato Rovanperä, vincitore delle ultime due edizioni del Rally Estonia. “Sono un po’ deluso per aver perso un po’ di tempo andando lungo in una curva nella fase finale, ma non è stato poi così male. Ho provato a spingere un po’ ma non è così facile”.

La Hyundai di Esapekka Lappi era in gap di potenza sulla PS2, dove c’è stata l’interruzione del funzionamento dell’unità ibrida dell’auto. Le riparazioni sono state effettuate in assistenza e il finlandese ha lottato per rivendicare il terzo posto assoluto, scavalcando Elfyn Evans nella penultima prova. Ha anticipato il gallese alla guida della GR Yaris di 2,7 secondi alla fine del gioco.

Teemu Suninen era tutto sorrisi dopo aver completato con successo il suo primo giorno al volante di una Hyundai Rally1. Anche se, a volte, è rimasto senza parole per la velocità della vettura, il 29enne ha stabilito un ritmo rispettabile e si è piazzato quinto dietro Evans per 16,9 secondi.

Il suo compagno di squadra e favorito di casa Ott Tänak sarebbe stato in testa al rally a ritmo serrato. Tuttavia, all’estone è stata inflitta una penalità di cinque minuti prima della partenza perché il suo team Ford M-Sport ha effettuato una sostituzione del motore dopo che la vettura aveva avuto un problema durante lo shakedown di giovedì. Pierre-Louis Loubet è arrivato sesto con la Ford Puma, sulla PS Raanitsa 2 e quello è stato il momento clou della sua giornata.

Takamoto Katsuta non ha avuto fiducia nella sua Toyota e di conseguenza è rimasto indietro di 16,7 secondi da Loubet, settimo assoluto. Dietro di lui c’era il leader del WRC2 Andreas Mikkelsen, che durante la notte ha preceduto gli altri piloti della Rally2 Gus Greensmith e Sami Pajari.