Suninen sbaglia, Rossel ne approfitta e vince il WRC2

Gli ultimi 11,18 chilometri cronometrati di un Rally del Portogallo durissimo, resteranno impresi per diverso tempo nella testa di Teemu Suninen. Il finlandese, pilota di punta del team Hyundai Motorsport nel WRC2, aveva corso fino a quel momento una gara praticamente perfetta, dominando tra le vetture RC2 e occupando un’ottima decima piazza assoluta.

Ma sulla power-stage finale, quella che l’avrebbe dovuto consacrare vincitore e rilanciarlo dopo un 2021 vissuto sulle montagne russe, il finlandese esce di strada sulle prime curve della speciale di Fafe, lasciando incredibilmente il via libera ai suoi competitors. “Non è il modo in cui avrei voluto concludere il rally – dichiara Suninen – All’inizio della power stage ho perso la parte posteriore della vettura e poi ho perso proprio la vettura. Non ero contento di come avevo affrontato il primo passaggio sulla Fafe, volevo spingere forte per portare a casa i punti extra assegnati dalla power stage. Nonostante questo, abbiamo dimostrato di avere un’ottimo ritmo gara ed è positivo essendo questo il nostro primo rally stagionale. Grazie mille a Mikko, al mio team e ai tifosi. Ci vediamo in Sardegna”.

Ad approfittare del ritiro di Teemu Suninen è stato Yoann Rossel, il francese ha colto la sua seconda vittoria di fila in campionato dopo quella ottenuta lo scorso mese in Croazia. Successo che consente al pilota PH Sport di rilanciarsi ulteriormente in classifica: “Per prima cosa voglio dire che sono dispiaciuto per quello che è accaduto a Teemu. Per noi il secondo posto sarebbe stato comunque un’ottimo risultato, invece è arrivata una vittoria inaspettata. Abbiamo molto lavoro da svolgere in vista della Sardegna, ma siamo molto motivati. La Sardegna sarà un altro rally molto duro, vogliamo puntare ad un posto sul podio”.

Il podio è completato dal polacco Kajto (Skoda Fabia Rally2) attardato di 1’12” dal vincitore per il portacolori del team Lotos si tratta del secondo podio di fila dopo quello ottenuto (chiudendo ancora secondo) in Croazia, mentre sul gradino più basso chiude il britannico Chris Ingram, che grazie a questo risultato si porta al comando del WRC2 Junior. Ottima quarta piazza per Miko Marczyk, un risultato di prestigio per il giovane pilota polacco alla sua seconda uscita assoluta in una gara del WRC. La top 5 è chiusa da una vecchia conoscenza delle support series del WRC, Armindo Araujo che ha preceduto il portacolori del Team Hyundai Portugal, Ricardo Teodósio, che chiude sesto e si porta a casa la vittoria per quel che riguarda il Campionato Portoghese.

Nel WRC2 Junior alle spalle di Ingram e Marczky, conclude il giovane paraguaiano Fabrizio Zaldivar alla sua prima uscita stagionale con la i20 Rally2 del team Hyundai Motorsport. Nel WRC2 Masters podio tutto francese, vittoria per Jean-Michel Raoux su Volkswagen Polo GTi R5, seconda piazza per Frederic Rosati (Hyundai i20 Rally2) e terzo gradino del podio per Laurent Battut. Per tutti e tre i piloti si tratta del primo podio iridato in carriera.