Rally Due Valli Historic

Grandi battaglie in corso al Due Valli Historic

Due prove speciali, le uniche due a caratterizzare la prima tappa del Rally Due Valli Historic. Poco più di quarantaquattro chilometri asfaltati che regalano emozioni e adrenalina ai concorrenti, esaltandone le doti di pilotaggio. Due a segnalarsi più veloci, alternandosi: è “Lucky” a firmare lo scratch nel primo passaggio sulla Erbezzo, poi Guagliardo nella ripetizione dello stesso tratto cronometrato e, se il vicentino della Rally Club Team è stato tanto veloce nell’apertura vincente, il siciliano della Island Motorsport lo è stato ancor più nel suo impegno successivo. Uno pari, si direbbe dalla parti del Bentegodi, ma al traguardo della prima giornata di gara la somma dei tempi mette Lucky al vertice della classifica generale provvisoria, con 8″8 su Guagliardo pagando un inizio non sfolgorante per la non perfetta frenata della sua Porsche e qualche chilo di ruggine da scrollarsi di dosso accumulato nella lunga inattività.

Primo Lucky, secondo Guagliardo e terzo il giovane rampollo del casato Battistolli. Alberto è infatti alle spalle del duo di testa, guidando al meglio la Fiat 131 Abarth che divide con Gigi Cazzaro alle note. Il ventenne vicentino, conduce il terzo Ragguppamento, con un decimo di secondo sul grintoso trentino, Tiziano Nerobutto che, con la Opel Ascona 400 Team Bassano, assieme a Lucia Zambiasi è secondo e pronto ad attaccare ulteriormente. Al controllo stop della prima prova speciale non transita il siciliano Natale Mannino, costretto ad abbandonare la gara subito dopo la partenza della prima prova per un guasto all’acceleratore della sua 911 SC e sale al quinto assoluto, primo dei piloti veronesi, Guido Sterza con alle note “Gianka” nell’abitacolo della Renault 5 Turbo Gruppo B.

Al primo posto del 2° Raggruppamento sono i biellesi Anziliero e Berra su Ford Escort MK2 BMT, precedendo di misura Mauro Paiusco e Simone Belloni su Ford Escort 1.6, davanti a Bonini e Seminara su Porsche 911. Domani mattina, Sabato 13, la gara entrerà nel vivo con le altre sei prove speciali in programma che determineranno la classifica finale. Aprirà la “Roncà”, poi immancabile la classicissima “Ca’ del Diaolo” e altre due classiche come la “Santissima Trinità” e la “Tregnago”. Nel pomeriggio saranno ripetute la “Roncà” e la “Ca’ del Diaolo” con arrivo finale della prima vettura previsto per le ore 18.20 in Piazza Bra davanti al loggiato della Gran Guardia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Facci sapere qual è la tua opinione?