Pirelli aggiunge al suo palmares tra i fine settimana da ricordare il rally di Liepāja. Il round lettone dell’ERC, seconda prova de Campionato, si è conclusa con la vittoria di Oliver Solberg a bordo della Polo Gt R5 gommata Pirelli, seguita da Mads Østberg all guida della C3 R5, alle cui spalle si sono piazzati altri due vetture equipaggiate con pneumatici della P lunga: Alekey Lukyanuk su C3 R5 e Eerik Pietarinen sulla Fabia R5. Determinanti per il successo finale di Solberg gli pneumatici che hanno consentito allo svedese di dominare una gara le cui condizioni si sono rivelate più severe del previsto a causa del caldo molto asciutto. Le sfide poste dal fondo stradale, allo stesso tempo veloce e scivoloso a causa della sabbia, non ha impedito l’utilizzo della versione soft del Pirelli Scorpion K6 che grazie alle speciali mescole ha massimizzato il grip e ridotto la scivolosità. Il round di Liepāja è stata teatro anche della seconda gara dell’ERC3 junior, campionato che vede Pirelli impegnato come fornitore unico, nella quale si è Imposto Ken Torn su Ford Fiesta Rally4.

ERC, 2020: Oliver Solberg concede il bis al Rally Liepaja

Oliver Solberg chiude al comando la prima tappa del Liepaja Rally, secondo appuntamento del Campionato Europeo Rally 2020. Il diciottenne figlio d’arte, in gara con licenza svedese, ha firmato due delle quattro prove speciali in programma durante il sabato di gara lettone, conquistando la testa della gara sin dalla PS1. Solberg è anche protagonista di un testacoda costatogli una ventina di secondi lungo i venticinque chilometri della PS4 Ramirent, l’ultimo tratto cronometrato di giornata.

La lunga Ramirent è stata invece fatale per il russo di Hyundai Motorsport Nikolay Gryazin che, dopo un violento incidente, fortunatamente senza conseguenze per l’equipaggio, è stato costretto ad abbandonare la lotta per la testa della gara ingaggiata con il giovane Solberg.

Il podio provvisorio è stato completato dalla Citroen C3 R5 di Mads Ostberg, che ha sapientemente sfruttato gli errori degli avversari per portarsi a soli dieci secondi dalla testa del rally, e da quella di Alexey Lukyanuk, distante solo 6″2 dal compagno di marca.

Gryazin Crash al Liepāja Rally
Fonte foto: Web

Giornata difficile per gli italiani in gara: Alberto Battistolli e Simone Scattolin sono stati costretti a convivere con i problemi al propulsore della loro Skoda Fabia R5 che non gli hanno mai permesso di esprimere il proprio potenziale durante l’intera giornata di gara; Andrea Mabellini (Abarth 124 RGT) e Rachele Somaschini (Peugeot 208 Rally4), entrambi al debutto sui velocissimi sterrati della Lettonia, hanno condotto una gara accorta, finalizzata esclusivamente ad accrescere il proprio bagaglio di esperienza senza commettere errori, mentre Zelindo Melegari ha lamentato per tutta la giornata scarso feeling con la sua Subaru Impreza.

Classifica prima tappa Rally Liepaja 2020

1. Solberg-Johnston (Volkswagen Polo R5) in 44’25”1; 2. Ostberg-Eriksen (Citroen C3 R5) a 10”0; 3. Lukyanuk-Eremeev (Citroen C3 R5) a 16”2; 4. Pietarinen-Linnaketo (Skoda Fabia R5) a 30”6; 5. Breen-Nagle (Hyundai i20 R5) a 30”8; 6. Lindholm-Korhonen (Skoda Fabia R5) a 37”0; 7. Munster-Louka (Hyundai i20 R5) a 48”7; 8. Heikkila-Arpiainen (Skoda Fabia R5) a 1’04”8; 9. Jeets-Toom (Skoda Fabia R5) a 1’50”4; 10. Cais-Zakova (Ford Fiesta MkII R5) a 1’54”5.

La seconda tappa è nel segno di Solberg Jr

Pirelli aggiunge al suo palmares tra i fine settimana da ricordare il Rally Liepaja. Il round lettone dell’ERC 2020, seconda prova de Campionato, si è conclusa con la vittoria di Oliver Solberg a bordo della Polo Gt R5 gommata Pirelli, seguita da Mads Ostberg all guida della C3 R5, alle cui spalle si sono piazzati altri due vetture equipaggiate con pneumatici della P lunga: Alekey Lukyanuk su C3 R5 e Eerik Pietarinen sulla Fabia R5.

Determinanti per il successo finale di Solberg gli pneumatici che hanno consentito allo svedese di dominare una gara le cui condizioni si sono rivelate più severe del previsto a causa del caldo molto asciutto. Le sfide poste dal fondo stradale, allo stesso tempo veloce e scivoloso a causa della sabbia, non ha impedito l’utilizzo della versione soft del Pirelli Scorpion K6 che grazie alle speciali mescole ha massimizzato il grip e ridotto la scivolosità.

Il round di Liepāja è stata teatro anche della seconda gara dell’ERC3 junior, campionato che vede Pirelli impegnato come fornitore unico, nella quale si è Imposto Ken Torn su Ford Fiesta Rally4.

Divertimento a tutto rally nella Abarth Cup

Non è mancato lo spettacolo nelle gare del weekend di metà estate, che hanno visto protagoniste contemporaneamente le Abarth 124 rally sullo sterrato del Rally Lepaja in Lettonia, seconda prova dell’Abarth Rally Cup e del Campionato Europeo FIA ERC, e le monoposto del FIA ADAC F4 Championship powered by Abarth sul circuito del Nurburgring.

Il velocissimo Rally Liepaja ha premiato l’esperienza dei piloti del Team Agrotec Abarth, i cechi Martin Rada e Jaroslav Jugas, che sono riusciti a raggiungere il traguardo di questa gara molto difficile, raccogliendo i punti della vittoria nell’Abarth Rally Cup. La gara era stata dominata all’inizio dai polacchi del Team Rallytechnology, Dariusz Polonski e Lukasz Sitek che si erano portati nettamente al comando ma, un’uscita di strada nell’ultima prova speciale li ha costretti al ritiro.

A quel punto è stato il giovanissimo italiano Andrea Mabellini, con Nicola Arena (Napoca Rally Team) a portarsi al comando. Un problema nella seconda tappa ha fermato il vincitore del Rally di Roma Capitale, che conserva comunque la testa della classifica generale dell’Abarth Rally Cup a pari merito con Rada. Prossimo appuntamento è il Rally delle Azzorre, con un percorso sterrato, in programma nell’arcipelago portoghese dal 17 al 19 settembre.

Grande spettacolo sul circuito del Nurburgring nelle tre gare della seconda manche del FIA ADAC F4 Championship powered by Abarth, nelle quali si sono avuti tre diversi vincitori. Nella prima è stato l’italiano Gabriele Minì – grande protagonista anche nell’Italian F4 Championship powered by Abarth – ad imporsi sul britannico Jonny Edgar e sul finlandese Elias Seppanen. In Gara2 successo di Edgar, davanti a Seppanen e Minì, mentre in Gara3 è stato il tedesco Joshua Durksen a vincere davanti allo statunitense Jak Crawford e a Minì, che è così salito tre volte sul podio.

La classifica generale del campionato tedesco vede al comando Edgar con 109 punti, seguito da Seppanen con 89 e Crawford con 69. Minì, che non aveva potuto partecipare al primo appuntamento perché concomitante con il campionato italiano, è 7° con 55 punti.