Sfide Capitali al Rally di Roma: in 119 all’assalto della gara

Con la pubblicazione dell’elenco iscritti entriamo ufficialmente in clima di sfide da Rally Roma Capitale. La gara, organizzata da Max Rendina e dai suoi ragazzi, fa il pieno di iscritti portando a Roma ben 119 equipaggi, suddivisi in 102 nella gara ERC/CIR e 17 in quella Nazionale, riservata tra gli altri ai partecipanti al debuttante Trofeo GR Yaris Rally Cup.

Tutti presenti i big del Campionato Europeo Rally, partendo dal leader Alexey Lukyanuk reduce dalla vittoria nel WRC3 in Estonia e passando per il veloce (ma falloso) Nikolay Gryazin, ai norvegesi Andreas Mikkelsen e Ole Christian Veiby, fino a Craig Breen, reduce da un podio assoluto all’ultimo round WRC in Estonia. A questi si aggiungono i due giovani piloti iberici Efren Llarena e Nil Solans, il romeno Simone Tempestini e i nostri Umberto Scandola, Simone Campedelli e Alberto Battistolli.

Dopo aver disertato in massa la terra, tornano quasi tutti i protagonisti del CIR, che cercano riscatto dopo un San Marino disastroso. Gli iscritti al CIR Sparco che prenderanno punti anche al FIA ERC sono: Craig Breen, Fabio Andolfi, Giandomenico Basso, Tommaso Ciuffi, Andrea Crugnola, Damiano De Tommaso, Andrea Mazzocchi e Giacomo Scattolon. Mentre Marco Signor, Marco Pollara, Antonio Rusce, Alessio Profeta e Liberato Sulpizio non risultano iscritti al campionato continentale, ma solamente al CIR Sparco è partiranno dietro le Rally4 e le Rally5 dell’Europeo Rally.

Per quel che riguarda il FIA ERC 2 gli iscritti sono 11 con il solo Roberto Gobbin a difendere i colori italiani, mentre sono 18 gli iscritti al FIA ERC 3 con speranze Tricolore riposte nel nostro Andrea Mabellini, iscritto anche al Clio Trophy Toksport, serie in cui è leader. Per quel che riguarda il CIR Sparco 2WD gli iscritti sono Jacopo Trevisani, Andrea Nucita, Fabio Farina, Christopher Lucchesi, Nicola Cazzaro e Daniele Campanaro, mentre nel CIR Junior presenti tutti e undici gli equipaggi al Campionato.