Sebastien Loeb, Dakar Rally 2022

Sébastien Loeb sorpreso dalle due forature inziali

C’era un enorme carico di aspettative per il ritorno di Monsieur Sébastien Loeb alla Dakar Rally (aveva saltato l’edizione 2020). Con la BRX Hunter, il francese cerca di dare il meglio, ma si sa la Dakar è imprevedibile. La pressione è alta sul nove volte campione del mondo di rally che da anni partecipa al rally raid più massacrante del mondo inseguendo una vittoria che scivola via come un’anguilla tra le mani.

Due forature in particolare e altre piccole sfortune hanno rallentato la corsa di Sébastien Loeb. “Non è stato facile, siamo stati sfortunati, siamo incappati in due forature – ha spiegato Loeb -. Nella seconda parte, non avevo margini di errore. Poi Nasser ci ha raggiunti, io mi trovavo bene dietro di lui, finalmente con meno sassi… Quindi mi sono detto che potevamo continuare a girare con un buon ritmo e alla fine siamo qui”.

“Quando abbiamo trovato la strada giusta, eravamo nella polvere delle altre auto. Era complicato, così ci siamo persi una seconda volta. Credo che sia stato Stéphane Peterhansel a superarci. Lui era partito 14esimo e noi decimi. Sono rimasto sorpreso dalle prime due forature, perché stavamo guidando senza problemi rispetto al ritmo che avevo sul buggy che guidavo sulla Dakar in Sud America. Così sono andato ancora più liscio, ma abbiamo avuto una terza foratura 80 km più avanti. Il terreno era rischioso, con rocce enormi lungo la strada”.

“Sia Nasser che Matthew sono forti, ma Nasser è davvero molto forte. Possiamo vederlo da dietro noi. Sono abili conoscitori del deserto e delle sue trappole. E’ stato bello da vedere. Questa è solo la prima tappa che non è stata annunciata come una delle più difficili, penso che dovremo restare concentrati”.

Per questa prima vera tappa con Fabian Lurquin al suo fianco, il pilota Prodrive sembra molto soddisfatto. “Con Fabian le cose stanno andando bene, non abbiamo fatto troppi errori, anche se avessimo attaccato Nasser avrebbe fatto un buon lavoro, ne sono convinto. L’inizio della giornata non ci ha dato fiducia, ma alla fine è andata abbastanza bene”.