Barbu-Iancu

Sebastian Barbu-Bogdan Iancu dominano in Romania

Un gran finale, un finale con i botti, per PAVEL GROUP nel Campionato Nazionale Rally in Romania. Nel fine settimana appena passato, all’ultima prova stagionale, il Raliul Bucovinei, nella parte nord orientale del Paese, con base a Campulung Moldovenesc, nella regione storica della Bucovina, Sebastian Barbu-Bogdan Iancu, con la Skoda Fabia R5 hanno chiuso la stagione con la vittoria assoluta, confermandosi al secondo posto assoluto in Campionato, dietro al vincitore Tempestini.

L’obiettivo era quello di chiudere la stagione, una stagione altisonante fatta di continui piazzamenti da podio (sino alla vigilia della gara erano cinque), con la gara d’effetto e così è stato, in quanto c’era comunque da difendersi dagli attacchi della concorrenza che mirava alla conquista del posto d’onore. Era dunque gara“di cartello”, il Raliul Bucovinei per l’equipaggio di Pavel Group e l’impegno è stato al massimo per raggiungere un risultato significato e certamente stimolante per il prosieguo dell’attività all’estero come anche in Italia. La vettura non ha segnalato alcun problema di natura tecnica, si è dimostrata competitiva ed affidabile e l’equipaggio ha dato segno di aver trovato il miglior feeling con essa così come con tutto il personale di PAVEL GROUP che ha seguito l’intera annata di gare in Romania.

La competizione, su fondo asfaltato, contava sei prove speciali, per 81,700 chilometri di distanza competitiva, una vera e propria cavalcata tirata sino all’ultimo, con Barbu e Iancu che sono passati al comando a due prove dal termine, vincendo anche la “Power Stage”. La racconta Stefano Rafanelli, il tecnico pistoiese, responsabile del programma in Romania: “Una gara anche questa molto tirata che comunque Barbu e iancu hanno saputo interpretare al meglio con la testa. Avevano tutto da perdere ed invece hanno saputo correre con il piglio giusto e conquistare un risultato significativo. Significativo per loro ma anche per noi come squadra, che in questo campionato abbiamo investito molto. Siamo stati ripagati, la vettura si è dimostrata sempre affidabile, mai un problema in tutta la stagione, questo di rendere orgogliosi del lavoro che abbiamo fatto e che naturalmente vorremo proseguire a fare”.