Sardegna sempre più mondiale: tutti pazzi per l’Extreme E

L’Extreme E sbarca in Sardegna! La notizia bomba è esplosa in tutta la sua potenza. A ufficializzarla è stato Alejandro Agag che ha indicato l’Isola dei Quattro Mori come sostituita dei round in Argentina e Brasile che non si svolgeranno a causa del dilagare della pandemia nelle due Nazioni Sud-Americane. La gara italiana e unica tappa Europea al momento dell’Extreme E si svolgerà dal 23 al 24 ottobre, in una località ancora da definire. Gli organizzatori inoltre sono al lavoro per inserire nel calendario un quinto evento per far sì che il calendario possa essere uguale a quello inizialmente previsto.

Sono lieto di annunciare che l’Extreme E sta finalizzando i piani per gareggiare ad ottobre in Sardegna – ha detto Agag – L’Extreme E è stata costruita intorno all’etica green: gareggiare con veicoli elettrici in ambienti remoti nel tentativo di aumentare la consapevolezza per i problemi del cambiamento climatico e mostrare le prestazioni e i benefici dei mezzi a basse emissioni di carbonio. Tuttavia, questa crisi non è un problema che colpisce solo quei posti, anche in Nord America e in Europa, tramite l’aumento delle temperature, le ondate di calore e gli incendi, che attualmente imperversano nella stessa Sardegna. Sono alcuni degli ultimi esempi devastanti che abbiamo davanti agli occhi. Insieme ai nostri partner e al comitato scientifico vogliamo usare il potere dello sport per educare sulle cause di questi problemi climatici che si stanno verificando proprio davanti a noi, con l’obiettivo di aprire gli occhi ancora di più sulla necessità per tutti di intraprendere un’azione collettiva, ora, prima che sia troppo tardi.

La conferma dell’arrivo dell’Extreme E in Sardegna arriva anche dalla Regione Sardegna attraverso un portavoce del Presidente della Regione, Christian Solinas. “È in via di definizione l’accordo col presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani e col promotore Alejandro Agag per portare in Sardegna un grande evento qual è l’Extreme E, un appuntamento nel quale la Regione sarà al fianco degli organizzatori per il successo dell’evento”.

Entusiasmo per l’arrivo dell’Extreme E espresso anche da Angelo Sticchi Damiani (Presidente dell’Automobile Club d’Italia) che ha dichiarato: “La capacità di guardare al futuro e di ideare e/o sostenere nuove iniziative che abbiano un orizzonte importante sia dal punto di vista dell’evoluzione tecnica che da quello dello spettacolo sportivo, è da sempre nel DNA dell’Automobile Club d’Italia, che fin dalla sua nascita è stato il “motore” del motorsport”.