Chris Patterson nuovo copilota di Gus Greensmith

Sarà Andersson il navigatore di Greensmith a Monza

Sarà l’esperto Jonas Andersson, già coequiper di Mads Ostberg, Pontus Tidemand e negli ultimi tre anni di Ole Christian Veiby, il navigatore scelto da Gus Greensmith per affiancarlo al prossimo ACI Rally Monza, in programma sulle strade della bergamasca e dell’Autodromo Nazionale di Monza il prossimo fine settimana.

Una scelta da leggere in chiave esperienza, visto che lo svedese (classe 1977) ha una grande esperienza nel Mondiale Rally, dove conta 165 presenze, un successo ottenuto con Mads Ostberg in Portogallo nel 2012 e ben 14 podi. Un curriculum di tutto rispetto al quale vanno anche aggiunti i due titoli J-WRC vinti con P.G Andersson nel 2004 e nel 2007.

Il co-equiper scandinavo si è detto molto felice e non vede l’ora di correre l’ACI Rally Monza con Greensmith: “Non vedo l’ora di fare coppia con Gus all’ACI Rally Monza, questa è davvero una buona opportunità per conoscere lui e il team. Poter fare l’ultimo rally mondiale con le WRC sarà davvero bello, non vedo l’ora che arrivi la gara, sto lavorando con Gus per creare la giusta alchimia. È bello tornare anche in M-Sport, speriamo di poter instaurare subito un buon rapporto. L’obiettivo per Monza è ottenere dei buoni tempi nelle prove e divertirci durante il fine settimana di gara”.

Molto entusiasta e fiducioso di ben figurare sulle strade italiane si è detto Greensmith, che sottolinea come la scelta di Jonas sia stata concordata e decisa in comune accordo con il M-Sport: “Sia io che il team abbiamo concordato che Jonas fosse la persona più adatta a ricoprire il ruolo di navigatore in questa gara, sia in termini di esperienza sia in termini di personalità. Era la figura di cui avevo bisogno per poter proseguire con i progressi fatti durante questa stagione e poterli continuare in vista del 2022”.

Una dichiarazione che letta tra le righe conferma di fatto due cose, la prima che il navigatore per la prossima stagione sarà ancora lo svedese e la seconda (non meno importante) è che l’inglese è praticamente ad un passo dal confermare il suo programma con M-Sport anche per la stagione 2022, quella che aprirà l’era delle ibride nel Mondiale Rally.