Rumors: WRC 2023, Monster RedGrey, Solberg e Tanak

Nelle ultime ore un rumors sta agitando forum e siti internet, anche se gli addetti ai lavori restano scettici. Il Team RedGrey assieme al bibitaro Monster starerebbero creando una squadra per il WRC 2023. Con quali vetture? Si parla delle Puma Rally1.

I rumors sono da sempre il pane del mercato piloti. L’ultimo parla della nascita di un nuovo team nel WRC. Potrebbe essere una voce gettata ad arte per sparigliare le carte di un mercato sostanzialmente già fatto e con un campione del mondo che deve decidere dove atterrare e se atterrare e due “trombati”, tutti e due da Hyundai: Oliver Solberg e Andras Mikkelsen.

Il team si chiamerebbe Monster RedGrey e nascerebbe dalla collaborazione tra il colosso di bibite Monster Energy (competitor di RedBull), che già sponsorizza da alcune stagioni Oliver Solberg, e il team RedGrey, creato da Markko Martin e Ott Tanak. RedGrey fino allo scorso anno, gestiva il programma WRC2 del team Hyundai Motorsport, ma il divorzio dell’estone dal team coreano apre nuovi e interessanti scenari.

Questa forte voce – che però al momento non trova riscontro da nessuna parte e che nasce da un forum americano, da cui è stata ripresa da altre testate, tra cui la nostra – parla dell’acquisizione in leasing da parte di RedGrey di due Ford Puma Rally1 che dovrebbero verrebbero affidate ad Ott Tanak e a Solberg.

Analizzando bene il tutto, le possibilità che questo team nasca non sono così remote: Ott Tanak è uno dei pochissimi piloti del WRC ad non avere un contratto di sponsorizzazione con RedBull, questo spingerebbe la casa di bevande energetica ad offrire un contratto di sponsorizzazione all’estone che andrebbe così ad affiancare il giovane pilota scandivano, già uomo immagine di Monster.

Si parla di un team sia privato al 100%, in modo che la sponsorizzazione Monster non vada ad infastidire RedBull. A dar ulteriore supporto a queste voci è la presenza di Oliver e della sua famiglia in America. Durante questa vacanze, la famiglia Solberg ha avuto modo di visitare il quartier generale Monster Energy a Los Angeles. Lo stesso Solberg junior attraverso i suoi canali social ha parlato di un’annuncio molto importante che dovrebbe arrivare a breve: “Ho incontrato persone meravigliose nella sede Monster Energy a Los Angeles… Presto arriveranno grandi notizie!”

In questa vicenda la cosa più strana è quella che riguarderebbe proprio Ott Tanak. Il pilota estone è cresciuto come pilota proprio con il team dell’Ovale Blu, che l’ha saputo lanciare prima e rilanciare successivamente e con il quale ha conquistato la prima vittoria in carriera, in Sardegna nel 2017. I rapporti tra l’estone e la famiglia M-Sport nel corso di questi anni sono sempre rimasti ottimi, anzi il nome di Tanak è stato avvicinato alla casa di Cockermouth più volte, soprattutto nelle ultime due stagioni. Ma forse, piuttosto che noleggiare una Puma ufficiale, preferisce averne una in un team a lui più familiare.

Parlando di ingaggi un pilota di punta come Tanak peserebbe molto sulle casse di un team come M-Sport che, per sua stessa ammissione, ha un budget ridicolo e sopravvive grazie alla presenza di piloti paganti come Gus Greensmith e Jourdan Serderidis, mentre importanti sponsorizzazioni e budget le portano Adrien Fourmaux e Pierre-Louis Loubet. Unico pilota “ufficiale” di casa M-Sport è il francese Sèbastien Loeb, che correrà part-time anche nel 2023. Ma a pagare gran parte dello stipendio in questo caso è RedBull.

Ricevi le nostre notizie su Google News, seguici: basta un clic

Google News

Scopri l’edicola digitale di RS

A tutti gli abbonati, l’accesso all’archivio storico lo regaliamo noi