Non perderti nessuna rassegna stampa proposta dalla redazione di RS e oltre. Entra e scopri cosa succede nel mondo le tue news preferite.

Rally nel mondo: rassegna stampa 3-10 aprile 2021

Cosa dicono gli altri giornali di rally nel mondo? I media europei, dal 3 al 10 aprile, hanno pubblicato notizie sulla partecipazione di Cédric Robert al Tour de Corse Historique e hanno evidenziato le maggiori novità e progetti futuri del rallysmo spagnolo. Oltre all’annuncio dei programmi stagionali del tedesco Griebel, sono state annunciate pessime notizie per il Campionato Finlandese di Rally.

Francia

Direzione Corsica per Cedric Robert

Questa è una piccola informazione che delizierà tutti gli appassionati di rally. Cédric Robert tornerà al Tour de Corse Historique che si svolgerà dal 4 al 9 ottobre 2021. Il pilota francese ha già partecipato al Tour de Corse moderno con una 206 WRC nel 2003. Questa volta sarà al volante di una bellissima BMW M3 di Daniel Gatteaux. “Ho visto evolversi questa BMW M3 quando ero giovane. Questa partecipazione al Tour de Corse al volante di questa vettura leggendaria è un sogno che diventerà realtà grazie a Daniel”, Ha commentato Cédric Robert.

Se vuoi leggere la notizia clicca qui

Cancellato il Rallye Source de l’Huvenaue

Il nuovo evento nel sud-est della Francia organizzato dall’ASA Marsiglia è stato cancellato a causa del Coronavirus. L’evento era in programma dal 21 al 22 maggio e fu rinviato l’11 e il 12 giugno 2021. Ora il dipartimento del Var ha espresso il divieto di utilizzare la strada “DR 80”. “Nel 2021 abbiamo voluto avviare un nuovo evento nella nostra regione “Les Sources de l’Huveaune”. Dopo un 2020 più che cupo, abbiamo pensato che fosse necessario organizzare un evento divertente con un buon rapporto fra sport e budget”, silegge sul comunicato stampa. “Purtroppo “Mister Covid” ci impedisce di praticare il nostro sport preferito. Dopo aver cercato di evitare le restrizioni governative rinviando l’evento a giugno, il servizio addetto alle strade nel dipartimento del Var ci vieta di utilizzare la RD 80 (da NANS a Plan D’Aups). L’asfalto fatto di recente è in garanzia fino al fine del 2021. Dobbiamo dimetterci, il primo Sources de l’Huveaune avrà luogo nel 2022. Come te, siamo delusi ma la ragione deve prevalere sulla passione e il lavoro svolto sarà utilizzato per il prossimo anno. Grazie ai vari servizi della prefettura del dipartimento Var per la gestione della nostra pratica, grazie anche al Presidente Tosello oltre che i membri del comitato esecutivo della lega automobilistica per la loro fiducia”.

Per leggere la notizia clicca qui

Thomas Chauffray sul podio in Spagna

Mentre molti francesi hanno scelto l’Italia per correre in questo fine settimana, altri stanno attualmente partecipando al Rally Sierra Morena in Andalusia. I francesi Thomas Chauffray e Anthony Hamard conquistano il secondo posto con la Renault Clio RSR Rally5 nella Clio Trophy Spain. Sono stati battuti da Leal Tarabes, vincitore della Dacia Sandero Cup nella scorsa stagione. Julien Baziret e Pierre Simenel hanno concluso invece al 7° posto nel medesimo trofeo. Guillaume Canivenq non ha avuto lo stesso successo, finendo ultimo nel trofeo dietro l’altro francese Vincent Rieu. Impegnato al volante di una Renault Clio R3T, Christophe Gouville è arrivato 47°. José-Antonio Suarez ha dominato questo evento al volante di una Skoda Fabia Rally2. Secondo posto per Jan Solans e la sua Citroën C3 Rally2.

Per leggere la notizia clicca qui

Finlandia

Salta una gara del Campionato Finlandese

La serie del Campionato Finlandese di Rally ha annunciato giovedì che il rally del campionato finlandese di Oulu, previsto per l’inizio di settembre, è stato annullato. AKK sta cercando di trovare una gara sostitutiva. L’obiettivo principale è trovare un organizzatore che possa organizzare il rally del campionato finlandese per lo stesso fine settimana. Possono entrare in gioco anche i fine settimana di agosto. Nel calendario del Campionato Finlandese di Rally 2021 sono previste sei gare in totale, di cui quattro nella prossima estate. Ora c’è il pericolo che la stagione estiva si riduca a soli tre rally. “Tutti i club interessati ad organizzare il Campionato Finlandese di Rally sono pregati di contattare il responsabile del rally di AKK-Motorsport ry il prima possibile, ma non oltre venerdì 16 aprile 2021 alle 16.00”. La decisione sulla competizione sostitutiva sarà presa il prima possibile, non appena sarà stato trovato un organizzatore idoneo. Durante la stagione invernale, le gare di Rovaniemi e Kouvola sono state corse senza problemi. Nella classe SM1 il leader è il veterano Juha Salo davanti a Teemu Asunmaa ed Emil Lindholm.

Per leggere la notizia clicca qui

Spagna

Le novità spagnole dei rally

Mercoledì sera sono stati svelati diversi programmi automobilistici promossi dalla Federazione automobilistica di Las Palmas e dal Consiglio sportivo del Cabildo de Gran Canaria. Juan Carlos Quintana e Yeray Mujica saranno al via nel Campionato Spagnolo Rally Terra con una Skoda Fabia EVO2 R5 e con una Porsche 911 GT3 in diverse gare spagnole. Pablo Suárez correrà nel Campionato Europeo Rallycross con la RX2-E e nel Virtual Rally Championship ci sarà un super premio. il vincitore avrà l’opportunità di passare dal simulatore a una vera macchina da rally e guidarla al Maspalomas Rally 2021. Con il “Volante FALP”, riservato ai candidati di età compresa tra i 16 ei 24 anni, è stata lanciata una borsa di studio nella Suzuki Swift Cup all’interno il Campionato Spagnolo di Rally 2022. L’evento è stato guidato dal giornalista Esteban Morales, che ha presentato tutti i progetti, successivamente sono intervenuti Miguel Angel Domínguez, Presidente della FALP, e Francisco Castellano, Consigliere per lo sport del Cabildo de Gran Canaria. La presentazione è stata trasmessa in diretta attraverso la pagina Facebook della Federazione. Con queste attività entusiasmanti e ambiziose si intende portare l’immagine di “Gran Canaria European Island of Sports” sia al di fuori che all’interno delle isole. Questa azione congiunta tra FALP e Cabildo Gran Canaria è stata studiata nello scorso anno. L’obiettivo è quello di sostenere questo sport e progetti innovativi in ​​vista del futuro, come un veicolo elettrico da competizione.

Josep Segalas al via della 2RM Cup spagnola

A meno di un mese dall’inizio della 2RM Cup, il campionato continua a registrare nuovi iscritti. Nella competitiva serie ci sarà anche il catalano Josep Segalàs. Il pilota ha confermato che l’obiettivo non sarà altro che lottare per la vittoria: “L’obiettivo per questa stagione è vincere la categoria N3 della 2RM Cup. L’anno scorso abbiamo vinto la prova che abbiamo disputato e abbiamo dimostrato di poter essere competitivi”. Non dobbiamo dimenticare che il rallista della Escudería Mollerussa ha partecipato per due stagioni a un campionato misto come il Volant Racc. Accompagnato da Isaac Pujol sulla destra, Segalàs sarà al volante della sua Peugeot 208 1.2 Pure Tech con cui ha gareggiato nelle ultime stagioni e con la quale affronterà questa sfida. Con questo mezzo ha già gareggiato in questa stagione al Rallysprint di Lleida oltre ad una giornata di test al Circuit Galls Motor, situato a Solsona. In questa nuova sfida avrà il sostegno dei suoi sponsor come toroloco, Karbium, RACC, Vynylcustoms, Envasos El Poligon, Dogasport, Evanscoolant, Bellet corsa, Total, Ara Lleid, Diputació Lleida, Eda Almenar, GSR Premium e WAP Torrefarrera . I colori bianco, nero e arancione saranno i prevalenti sulla vettura francese.

Per leggere la notizia clicca qui

Doppio progetto per Roberto Blach Jr

Sta per iniziare una nuova stagione e Roberto Blach Jr. ricomincerà come uno dei grandi favoriti sia nella Peugeot Rally Cup Ibérica, organizzata da Sports & You, sia nella borsa di studio Rallye Team Spain Junior realizzata da Real Spanish Federazione Automobilistica. In questo ambizioso progetto sportivo, in cui il pilota di Arteixán proverà a ripetere il grande successo ottenuto nel 2018 quando divenne il primo pilota a vincere il titolo della competizione iberica, avrà ancora una volta la Peugeot 208 Rally4 gestita dalla squadra galiziana TRS. La squadra affronterà così un programma misto in Spagna e in Portogallo gareggiando in nove appuntamenti, due dei quali per il Campionato del Mondo e uno dell’Europeo. Il giovane pilota Arteixán, ha analizzato il progetto sportivo di questa stagione: “Abbiamo lavorato negli ultimi mesi per cercare di lottare per la vittoria nei due trofei promozionali. Avremo un veicolo molto competitivo e garantito, quindi partiremo alla fine di questo mese al Rally Terras d’Aboboreira con la voglia di ottenere un buon risultato. Continuiamo a cercare nuovo supporto, per avere un progetto solido che ci permetta di competere in un evento aggiuntivo e quindi avere il più alto livello competitivo, poiché sappiamo che ci saranno tanti rivali con lo stesso obiettivo, quindi dovremo dare tutto dall’inizio”.

Per leggere la notizia clicca qui

Germania

Griebel lavora per correre nel DRM

Si avvicina l’inizio del Campionato Tedesco di Rally (DRM). Tra meno di quattro settimane inizierà il Rally di Sulingen dal 7 all’8 maggio e si prevede un buon numero di equipaggi iscritti. Ci saranno 16 equipaggi con le Rally2, tra cui Christian Riedemann, Philip Geipel, Carsten Mohe, Julius Tannert (tutti Skoda), o Björn Satorius e Dominik Dinkel (entrambi Ford). Ci sarà anche l’ex campione Marijan Griebel nel DRM e vuole anche lottare per il titolo. In questa stagione, il 31enne correrà con una Citroën C3 Rally2 e vuole annunciare ufficialmente il suo programma nei prossimi giorni. Il Rally di Sulingen citato prima sarà a porte chiuse a causa delle attuali restrizioni causate dalla pandemia da Covid-19.

Per leggere la notizia clicca qui

Rassegna stampa internazionale 27 marzo-3 aprile 2021

I media europei che rientrano nella nostra rassegna stampa internazionale, nella settimana che va dal 27 marzo al 3 aprile 2021, hanno dato evidenza alla separazione di Solans e Barreiro, del team FJ a Sanremo, dell’approdo di The Racing Factory nella Clio Trophy Spain e delle novità sul Campionato Tedesco Rally. Si è parlato molto anche del Rally d’Antibes e al Rally della Vallonia. Purtroppo, anche queste gare, verranno posticipati a causa della pandemia da Covid-19.

FRANCIA

IL RALLY D’ANTIBES SARA’ POSTICIPATO?

La gara dovrebbe svolgersi dal 12 al 15 maggio 2021, ma c’è la possibilità di una nuova data ad ottobre sarebbe già sul tavolo degli organizzatori. il tutto a causa della situazione sanitaria.

Per leggere la notizia clicca qui

IL TEAM FJ SBARCA A SANREMO

A tre settimane dal Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, il team FJ tornerà in Italia per partecipare al Rally di Sanremo, seconda prova del Campionato Italiano Rally. La punta di diamante del team sarà ancora una volta Pierre Roché, accompagnato dalla madre Martine. Sarà al volante di una Citroën C3 Rally2. Il pilota francese punterà a prepararsi per i prossimi eventi nazionali e internazionali. Nella categoria R-GT, il team di Loir-et-Cher sarà particolarmente attivo con tre Alpine A110 Rally R-GT. Già presente all’ultimo Rally Il Ciocco, Jean-Luc Roché sarà di nuovo al via proprio come Jérôme Galpin. Ci sarà anche una terza vettura con al volante Philippe Baudiniére, un principiante della categoria R-GT e più abituato ai circuiti francesi. Sarà guidata dall’esperto Maxime Vilmot. Si ricorda che il Sanremo sarà composto da otto prove speciali da disputare nell’arco di due giorni per un percorso totale di 90,93 km.

Per leggere la notizia clicca qui

POSTICIPATO IL RALLYE L’HUVEAUNE

Il nuovissimo evento ideato dall’ASA Marsiglia che doveva svolgersi il 21 e il 22 maggio, sarà posticipato l’11 e il 12 giugno secondo il decreto ministeriale del 29 ottobre 2020 relativo alla crisi sanitaria legata al Covid-19. Si spera che questo sia il primo e l’ultimo rinvio per questo nuovissimo rally nel sud della Francia. Il comunicato stampa degli organizzatori recita: “Il decreto ministeriale del 29 ottobre 2020, relativo alla crisi sanitaria legata al Covid-19, non ci autorizza ad organizzare il 21 e 22 maggio il 1° Rallye des Sources de l’Huveaune. Dopo aver consultato i comuni e i servizi statali, rinviamo l’evento all’11 e al 12 giugno.
Per gli equipaggi che non saranno disponibili l’11 e il 12 giugno, i soldi delle loro iscrizioni verranno restituite. Chiunque desideri partecipare può continuare a partecipare. Le verifiche delle iscrizioni verranno mantenute fino alla nuova chiusura di lunedì 31 maggio. 

Per leggere la notizia clicca qui

BELGIO

RINVIATO IL RALLY DELLA VALLONIA

E’ arrivata la notizia ufficiale e il Rally della Vallonia non aprirà la stagione del Campionato Belga Rally. Sarà rinviato all’8-10 ottobre.

Per leggere la notizia clicca qui

SPAGNA

SOLANS E BARREIRO SI SEPARANO

Il pilota catalano Solans, che è stato Campione del Mondo Junior con Barreiro, ha annunciato una novità importante. Mauro Barreiro e Jan Solans si separano. Il pilota catalano ha annunciato attraverso i suoi social che nel 2021 non avrà al suo fianco il copilota di Arteixo. Barreiro, che ha accompagnato Solans sin dal suo inizio. Solans affronterà un nuovo progetto questa stagione con Sports & You e Citroën nel Campionato Spagnolo di rally in Spagna.

Per leggere la notizia clicca qui

GIORNATE DI TEST IN SPAGNA

Terra Training Motorsport, Suzuki e RaceSeven sono alcune delle squadre che hanno testato con diversi team e piloti durante tutta la settimana in varie parti del paese. Il Rally della Sierra Morena è proprio dietro l’angolo e questo si sta facendo sentire. Le squadre stanno già mettendo a punto tutti i dettagli per una stagione davvero allettante, una lotta vorace in cui nessuno vuole essere lasciato indietro. Per questo motivo, negli ultimi giorni i test sono aumentati in tutta la Spagna. Nella Comunità Valenciana si sono svolti due giorni di test condotti dal team Terra Training Motorsport. 

La struttura guidata da Surhayen Pernía ha potuto testare le sue due Hyundai i20 R5 sulle strade su cui corre parte del Rally La Nucía. Nel test si è riunito Alab Sánchez, che quest’anno tornerà al posto di destra, mentre Francisco López ha lavorato con Borja Odriozola. Approfittando della visita del team cantabrico, ARC ha voluto anche provare con i suoi piloti ed era presente con due auto. Nicolás Cabanes è tornato al volante della sua Suzuki Swift Sport con Javi Moltó. Con loro ci sono stati anche José Javier Pérez e Alberto Espino, che quest’anno torneranno alle Renault Cup e hanno potuto completare i loro primi chilometri con la Clio RSR Rally5.

Nella Cantabria la protagonista è la RaceSeven. Víctor Pérez ha rispolverato la sua Skoda Fabia Rally2 con Luis Vilariño, che ha girato in compagnia di Álex Noriega e Álvaro Muñiz. Un altro pilota che non è voluto mancare a questi test, e che vedremo a Cordoba, è stato Juan José Abia di Castiglia-Leon con la sua Fabia R5. Il team Suzuki Motor Ibérica, che aveva già testato la sua Swift R4LLY S qualche settimana fa, ha reinstallato i kit asfalto per preparare il Sierra Morena. Javier Pardo/Adrián Pérez e Joan Vinyes/Jordi Mercader hanno assunto il comando delle vettre ufficiali del marchio giapponese nel nord della Galizia.

L’inizio del Campionato Cpagnolo di Autocross, che si svolgerà questo fine settimana a Lleida, vedrà anche la partecipazione di diversi noti piloti. Iván Ares sarà uno dei principali protagonisti nella sua prima gara con la LifeLive TN5, un modello che distribuirà in Spagna dopo aver raggiunto un accordo con la società di Neuville. Il pilota galiziano avrà a che fare con Óscar Palomo. Jonathan Rodríguez “Boxes”, un possibile candidato per la RMC N5 Cup, prenderà parte con il team Planet Kartcross Spagna. Piloterà un Kamikaz K3.

Per leggere la notizia clicca qui

CEBALLOS AL VIA NELL’RMC N5 CUP

Dopo l’annuncio di José Luis Garcia con la Citroën DS3, questa settimana è stato confermato un nuovo contendente: Mario Ceballos. Il pilota cantabrico correrà quest’anno nel all’RMC Motorsport N5 Cup dopo aver vinto il titolo del Gruppo N al CERT. Questo progetto nasce con l’aiuto e il supporto del copilota Juan Petisco. Il pilota di Santander ha offerto un’intervista una settimana fa dove ha parlato dei suoi piani per la RMC Motorsport cup. Nel programma radiofonico ha fornito alcuni dettagli in più sul suo progetto.

Come ha spiegato lo stesso Ceballos, il budget per fare le sei gare della N5 RMC 2021 Cup è praticamente garantito, anche se il lavoro negli uffici continua. I piani del pilota di Santander sono di fare alcuni test prima del Rally Terra da Auga. Inoltre se il budget lo consente, a parte i sei appuntamenti della Coppa, proverà a partecipare a più gare del Campionato Spagnolo di Rally su terra. Una delle grandi incognite di questo programma è la vettura che utlizzerà. Mario Ceballos ha già avuto l’opportunità di guidare una Renault Clio N5 al Rally di Santander nel 2018. Durante l’intervista ad Alfonso Palencia, Ceballos ha confessato di essere in trattativa con un marchio per il futuro. Al momento sono due i piloti che hanno già confermato la loro partecipazione a questa terza edizione della RMC Motorsport N5 Cup.

Per leggere la notizia clicca qui

INAKI TIJERA E MRF CONTINUANO LA LORO AVVENTURA

A breve partirà la serie spagnola su terra e sempre più squadre annunciano i loro programmi per questa stagione. Iñaki Tijera correrà, navigato da Josemi Zendoia, guiderà la Peugeot 208 Rally 4 con cui aveva già gareggiato alla fine della scorsa stagione. Saranno presenti nel Campionato Spagnolo Rally Terra. Un programma per il quale continueranno ad avere il supporto di Mercadoracing e del marchio indiano MRF Tyres che fornirà gli pneumatici. A questi sponsor si unirà la società Noil Station Service. Per quanto riguarda la livrea, Car Slot Designs è stata incaricata di disegnare i colori per questa stagione. Come lo scorso anno, la Peugeot 208 Rally 4 continuerà ad avere i colori rosso e bianco a cui si aggiungerà il blu in questa stagione.

Per leggere la notizia clicca qui

PORTOGALLO

LA CLIO TROPHY SPAIN PARLA PORTOGHESE

Diogo Gago e Jorge Carvalho saranno i primi partecipanti portoghesi a prendere parte al Clio Trophy Spain. Con buona accoglienza da parte dei team spagnoli, il marchio francese vedrà ancora una volta la partecipazione di piloti e copiloti dal Portogallo. Debuttando dieci anni fa con una modesta Seat Marbella nel suo paese natale, Diogo Gago ha fatto passi avanti anno dopo anno. Nella stagione 2014 ha debuttato in una coppa nata in Spagna, mettendosi al volante di una Suzuki Swift Sport con la quale avrebbe conquistato poi il sesto posto nel monomarca.

L’anno successivo entra a far parte della Peugeot Rally Academy all’interno del Campionato Europeo Rally nel 2015. Nel 2018 tenterà nuovamente con il marchio del leone all’interno della Peugeot Rally Cup Ibérica, sfuggendo il titolo per solo una manciata di punti. La struttura The Racing Factory ha annunciato ieri il suo nuovo progetto sportivo, cioè il debutto nel Clio Trophy Spain. La squadra portoghese diventa così la prima a ricevere una Renault Clio RSR Rally5 e la prossima settimana inizierà a correre in Sierra Morena.

Diogo Gago avrà alla sua destra anche il portoghese Jorge Carvalho. A differenza dell’ultima edizione del trofeo, in cui il Covid-19 ha costretto a cambiare i programmi, il monomarca farà tappa anche in Portogallo in occasione del Rali de Castelo Branco. Ourense, Principessa delle Asturie, La Nucía e il Circuito Jarama completano il calendario del Trofeo Clio Spagna 2021.

Per leggere la notizia clicca qui

GERMANIA

DRM AI NASTRI DI PARTENZA

Il Campionato Tedesco Rally è ai nastri di partenza e la qualità degli iscritti è impressionante. Solo un giorno dopo l’inizio delle iscrizioni, i 100 posti disponibili per il 33° Rally di Sulingen si sono esauriti. “La cancellazione del Campionato Tedesco di Rally e dell’ADAC Rally Masters 2020 a causa della pandemia è stato un duro colpo per la scena dei rally nazionali. 

È gratificante che i piloti tedeschi siano rimasti fedeli a noi nonostante le circostanze persistentemente difficili”, ha detto il capo dell’ADAC Motorsport Thomas Voss, soddisfatto della grande popolarità prima dell’inizio della stagione. Nella prima tappa ci saranno tanti veicoli della categoria Rally2, un record nella storia del DRM. Oltre agli ex Campioni del DRM, l’ex vincitore della 24h di Le Mans Timo Bernhard sarà presente con una Volkswagen Polo GTi R5, così come Dennis Rostek. Björn Satorius e il secondo classificato nel 2019, Dominik Dinkel, parteciperanno al Rally di Sulingen con una Ford Fiesta R5.

Oltre ai piloti danesi e olandesi, Eerik Pietarinen porterà anche un tocco internazionale a Sulingen. Il finlandese, che ha vinto l’ADAC Rallye Cup nel 2019, è passato alla classe Rally2 nel 2020 e da allora guida anche una Skoda Fabia R5. Gli attuali campioni della classe 2WD Konstantin Keil e il copilota Stefanie Fritzensmeier lotteranno per la vittoria con una Citroen DS3 R3T Max a Sulingen. Jonas Ertz correrà con la Toyota GT86, mentre Tamara Lutz nel 2021 farà nuovamente affidamento sulla Mitsubishi Lancer Evo9 RS.

Per leggere la notizia clicca qui

PHILIP GEIPEL CON LA SKODA NEL DRM

Philip Geipel e la copilota Katrin Becker-Brugger saranno ancora al via con una Skoda Fabia R5 nel Campionato Tedesco di Rally. Il 34enne tedesco vuole mettere a frutto tutta la sua esperienza: “Sono felice di essere stato in grado di mettere insieme un ottimo pacchetto con i miei partner in questo momento difficile”. Katrin Becker-Brugger è curiosa di vedere se il suo pilota continuerà a migliorare: “Nel primo anno Philip ha mostrato quanto può essere veloce, ora può dimostrare quanto vale”. Il team è nuovo e il veicolo è della Speedlife Motorsport. Geipel è ottimista: “Il campionato sarà estremamente competitivo e non c’è spazio per gli errori. Tutto deve essere perfetto al 100%. Con Katrin e Speedlife ho i migliori prerequisiti per una stagione di successo”. Il Campionato Tedesco di Rally inizierà il 7 e l’8 maggio con il Rally di Sulingen.

Per leggere la notizia clicca qui

Rassegna stampa internazionale 20-27 marzo 2021

Ecco a voi una rassegna stampa internazionale, dedicata ai principali giornali europei. Nella settimana che va dal 20 al 27 marzo, i media europei hanno parlato delle prestazioni di Gaetan Rolland nel talent FFSA, dell’approdo nei rally dell’ex pilota di Formula 1 Heikki Kovalainen, dei piani 2021 del rallista spagnolo José Antonio Suárez e del rallista tedesco Dominik Dinkel. Infine in Estonia, è stata messa in vendita su un sito d’aste la tuta di Markko Martin utilizzata nel World Rally Championship nel 2004.

Francia

GAETAN ROLLAND SUL PODIO DEL TALENT FFSA

La finale giovanile della Federazione francese di sport motoristici (FFSA) si è svolta non molto tempo fa a Lédenon nel Gard. Il giovane Gaetan Rolland si è classificato terzo. Queste finali promuovono ogni anno due piloti iscritti al Campionato Francese di Rally Junior, con un budget consistente e una formazione specifica. Tra i piloti più noti di questo settore, il giornale segnala l’attuale Campione del Mondo, Sébastien Ogier, Sébastien Loeb (due volte finalista), Bryan Bouffier, Nicolas Bernardi, il promettente Adrien Fourmaux e Yohan Rossel. L’obiettivo della FFSA è seguire i vincitori per metterli nelle condizioni di raggiungere il livello più alto. In questo contesto, Gaetan Rolland, un giovane meccanico di Saint-Chély-d’Apcher e road marshal come i suoi genitori, si è ritrovato a combattere per le posizioni di vertice. Le qualificazioni del 2020 sono state molto combattute, con quasi 1.000 candidati di età inferiore ai 25 anni. Dopo aver attraversato agevolmente questa fase, il giovane francese si è avvicinato alle semifinali. “Mi sentivo a mio agio. Penso di aver fatto bene in questo secondo giro”, ha detto Gaetan Rolland. Ufficiosamente, ha fatto segnare il miglior tempo dei dodici finalisti e si è ritrovato tra i quattro piloti qualificati per le finali. Successivamente ha preso il volante della Fiesta R2. “Ho avuto poco tempo per abituarmi alla frenata o al cambio sequenziale. Ho le mie possibilità di far bene”. Il giorno della competizione, lo stress stava aumentando. Un po’ troppo preso per la posta in gioco, Gaetan ha sbagliato tre volte e non stava attaccando quanto avrebbe dovuto. La gara è andata al giovane Thibault Cellier. “Non ho rimpianti, ho passato due giorni eccezionali”, specifica Gaetan. Mettendo a punto le sue traiettorie e controllando le sue emozioni, il francese può provare a vincere l’evento nel 2021.

Per leggere la notizia clicca qui

ALCUNE MODIFICHE PER IL RALLY ROUERGUE

Un nuovo parco chiuso, una nuova speciale e alcune modifiche. Il Rally Rouergue, in programma dall’8 al 10 luglio, subirà un piccolo restyling con il trasferimento del centro nevralgico nella Val de Bourran. Il Rouergue 2021 ospiterà anche il Clio Trophy, la Alpine Cup e il nuovo trofeo Philippe Bugalski. Gli organizzatori prevedono un minimo di 160 partecipanti. Anche il percorso del rally cambierà. Venerdì la prova speciale “Campouriez – Le Nayrac” subirà alcune modifiche. La speciale di Moyrazès non cambia, mentre quella di Lévezou verrà rielaborata. La speciale nel centro di Rodez non verrà percorsa per gli stessi motivi del trasferimento del parco chiuso: il centro della città di Rodez sta affrontando lavori di riqualificazione.

Per leggere la notizia clicca qui

Finlandia

HEIKKI KOVALAINEN, DALLA FORMULA 1 AI RALLY

L’ex pilota di F1 Heikki Kovalainen è saltato al volante di un’auto da rally per un fine settimana ed è riuscito a celebrare la vittoria di classe allo Shinshiro Rally in Giappone. Kovalainen ha ottenuto il successo nella classe JN-2 con la sua Toyota GT86 CS-R3. Nella competizione generale, la stella finlandese si è classificata quinta. Kovalainen e il navigatore giapponese Sae Kitagawa hanno finalmente battuto Hironao Ishi, secondo in classifica con 32 secondi di distacco. Ishii ha guidato la gara dopo le prive tappe di sabato, ma nella prima prova speciale di domenica mattina Ishii ha perso più di un minuto contro Kovalainen. “La gara di apertura della serie di rally giapponese e la prima vittoria della stagione”, Kovalainen ha scritto sul suo profilo Twitter. Le ultime due prove speciali dello Shinshiro Rally non si sono svolte a causa delle condizioni difficili. Le strade erano diventate pericolose a causa delle forti piogge. “Ieri era asciutto, ma oggi ha piovuto molto e il giro pomeridiano è stato cancellato a causa delle cattive condizioni. Non correremo quindi un paio di manches. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito gravemente”. Toshihiro Arai era davanti a suo figlio Hiroki Arai, che conosce anche le prove speciali finlandesi. Hiroki Arai ha fatto parte del programma di sviluppo della Toyota per molto tempo e ha gareggiato con l’equipaggiamento di Tommi Mäkinen Racing in Finlandia e all’estero fino ai Campionati del Mondo. Kovalainen era poco più di un minuto dietro il pilota della Subaru Toshihiro Ara.

Per leggere la notizia clicca qui

Estonia

LA TUTA DI MARKKO MARTIN E’ IN VENDITA

Sul sito d’aste estone osta.ee, è in vendita per 3000 euro la tuta con cui Markko Märtin ha gareggiato nel Campionato del Mondo di Rally 2004. Questo campionato del mondo è stata la stagione di maggior successo della sua carriera: ha vinto tre rally e si è classificato terzo in campionato. Secondo la descrizione del venditore, questa tuta è stata vinta dal fortunato grazie ad un concorso. “La tuta è stata usata da un atleta ed è quindi un po’ usurata, ma come oggetto da collezione è in ottime condizioni”.

Per leggere la notizia clicca qui

Spagna

SUAREZ E SKODA UNISCONO LE FORZE PER L’S-CER

José Antonio Suárez Miranda, noto anche come “Rocket” Suárez, è uno dei rallisti più veloci in Spagna. Nel 2020, insieme a Skoda, si è classificato secondo nel Campionato Spagnolo di Rally su asfalto. In precedenza, è stato Campione Spagnolo di Rally su terra nel 2017, vincitore della Volant Peugeot in Francia nel 2015, secondo classificato del WRC Academy nel 2012 e secondo nel Campionato Asturiano nel 2010. Il suo copilota continuerà ad essere l’asturiano Alberto Iglesias Pin. “È un anno in cui devi fare uno sforzo. Sono molto grato a tutte le persone che supportano il nostro progetto e continuerò a dare il 100%. Devi attaccare e correre. L’auto è molto competitiva e aggiungeremo miglioramenti nelle prossime settimane”, spiega “Rocket” Suárez. In questa stagione, in cui José Antonio Suárez è ambasciatore Skoda, la protagonista sarà ancora una volta la Fabia Rally2 EVO. Questa è l’auto da corsa della casa ceca progettata per competere nella categoria Rally2 e che si basa sull’ultima generazione della fortunata Fabia. In conformità con le normative FIA, è dotata di un motore 1.6 turbo migliorato con un nuovo sistema di raffreddamento. Per questa stagione, Skoda Spagna si unisce ancora una volta agli sponsor del team guidato da Recalvi, che comprende anche Kimoa, RallyCar, Turini Magazine e RACC.

Per leggere la notizia clicca qui

JUAN JOSE ABIA AL SIERRA MORENA CON UNA FABIA R5

L’ultimo a confermare la sua partecipazione al Rally Sierra Morena è stato Juan José Abia. Lo spagnolo inizierà la stagione al Rally Sierra Morena, debuttando con la Skoda Fabia R5 acquistata da RaceSeven alla fine del 2020. David Fernández sarà il suo nuovo navigatore. Bisogna tornare al 2019 per trovare l’ultima, e unica, partecipazione di Abia all’appuntamento dell’Automobile Club di Córdoba. Il pilota di Valladolid ha una corso dodici eventi nazionali, dieci delle quali al volante di una Porsche 997 GT3. Due stagioni fa ha corso due volte nella categoria Rally2 nelle Asturie, alla guida della Volkswagen Polo di ARVidal. Ha vuto modo di gareggiare e testare anche le diverse versioni della Fiesta. Juan José Abia ha preso parte ai test MRF Tyres e RaceSeven in Cantabria a dicembre, dove ha provato per la prima volta la sua nuova vettura: la Fabia R5 ex Domingo Molinos. Al momento, il team Abia Motorsport non ha confermato quali saranno i loro piani sportivi per questa stagione 2021 e se li vedremo regolarmente nel Campionato Spagnolo Rally Asfalto.

Per leggere la notizia clicca qui

IL PRIMO CONTATTO DI ORIOL GOMEZ CON LA SUBARU

Le squadre del Campionato Spagnolo Rally Terra stanno già preparando l’inizio dell’evento di Lorca. Una delle squadre che sta già lavorando duramente è quella del duo formato da Oriol Gómez e José Murado . Il team ha svolto ieri una giornata di test nelle Asturie, dove ha avuto un primo contatto con la Subaru WRX STi N16. E’ stata una giornata di test nuvolosa, dove hanno fatto la loro comparsa anche la pioggia e la nebbia. Oriol Gómez ha potuto correre per la prima volta in questa stagione su ghiaia con la vettura giapponese. Il catalano ha approfittato della giornata per adattarsi all’auto oltre che cogliere l’occasione per lavorare su sospensioni e gomme. Ha avuto modo di provare gli pneumatici del marchio indiano MRF Tyres . Quasi 200 chilometri sono stati quelli che Oriol Gómez è riuscito a percorrere in una giornata intensa, dove il bilancio è stato positivo. Il rallista catalano ha mostrato un buon adattamento. Sicuramente è stata un’esperienza molto preziosa in vista del Rally Tierras Lorca che si terrà a fine aprile.

Per leggere la notizia clicca qui

Germania

DOMINIK DINKEL PUNTA AL DRM CON LA FIESTA RALLY2

Dominik Dinkel correrà nel Campionato Tedesco di Rally. Dopo il terzo posto nel 2016 e il secondo posto nel 2018 e nel 2019, il titolo potrebbe arrivare quest’anno. Nell’attacco al titolo DRM, Dinkel ha scelto una nuova formazione. Pirmin Winklhofer prenderà il posto di copilota, mentre la vettura che guiderà è una Ford Fiesta Rally2. A gennaio, Dinkel ha lavorato come ricognitore per Hermann Neubauer al Rally di Monte-Carlo. Per coordinare le note, si sono incontrati durante gli ultimi test. Hermann Neubauer fece sedere anche Dominik Dinkel al posto del co-pilota e poi gli fece la domanda importante: “Ti piacerebbe prendere il volante?” Dinkel si è subito sentito a casa nella Ford Fiesta Rally2, si è trovato bene ed è rimasto positivamente sorpreso. Durante il Monte-Carlo c’è stata anche un’ottima impressione sui metodi di lavoro del team ZM Racing. “Si può solo sperare che le cose inizino presto”, ha commentato Dinkel.

Per leggere la notizia clicca qui

JONAS ERTZ AL VIA CON LA TOYOTA GT86

La Toyota GT86 di Gassner-Motorsport sarà affidata a Jonas Ertz, vincitore del campionato promozionale HJS DRC Junior. Con la vettura a trazione posteriore, Ertz correrà in tutte le tappe del Campionato Tedesco Rally 2021 e dovrebbe essere presente anche in alcune gare della Mitropa Cup. Philipp Sommermann avrà il compito di dettargli le note. I due continueranno a preparasi grazie ad un primo test pratico che si terrà l’8 maggio a Sulingen.

Per leggere la notizia clicca qui

IL CIMBERN RALLY ENTRA NEL DRM 2021

Il Cimbern Rally entra a far parte del Campionato Tedesco Rally (DRM). Allo stesso tempo, il Rally della Sassonia diventa l’evento finale di stagione del DRM, dell’ADAC Rallye Masters e della nuova ADAC Opel e-Rally Cup. L’11 settembre, l’elite nazionale dei rally inizierà la corsa al titolo intorno allo Schleswig-Holstein Süderbrarup. La corsa, svolta nel nord della Germania, è il quarto di sei eventi del calendario DRM. Il Cimbern Rally si svolgerà per l’ottava volta. L’anno scorso, Christian Riedemann ha vinto il rally più settentrionale della Germania con la Skoda Fabia R5 EVO. Il Rally di Cimbern sostituisce in calendario il Rally dell’Erzgebirge, che è stato annullato a causa della pandemia da Covid-19 e non può essere riprogrammato entro la fine dell’anno. Per lo stesso motivo, il Rally della Sassonia previsto per la fine di maggio sarà rinviato in autunno.

Per leggere la notizia clicca qui

Rassegna stampa Spagna 11-18 marzo 2021

Ecco a voi una nuova rassegna stampa, questa volta dedicata ai giornali iberici. Nella settimana che va dall’11 al 18 marzo, i media spagnoli hanno parlato della stagione 2021 dell’S-CER, della nuova collaborazione tra Ares e LifeLive e dell’approdo di Jutta Kleinschmidt nell’Extreme E. Infine, sono stati svelati i programmi stagionali di Gustavo Sosa, Oscar Bueno, Sergi Francolì e Roberto Rozada.

JUTTA KLEINSCHMIDT ACCETTA LA SFIDA ELETTRICA

SoyMotor riporta che nell’Extreme E ci sarà la Jutta Kleinschmidt, vincitrice della Dakar nel 2001. Farà da consulente in questa prima stagione. Inoltre, sarà il pilota di riserva per tutte le squadre e potrà gareggiare nel caso in cui uno dei nove piloti ufficiali non fosse disponibile. Avrà lo stesso ruolo di Timo Scheider, che sarà disponibile nel caso in cui sia necessario coprire eventuali perdite tra i piloti uomini. Kleinschimidt e Gutiérrez che hanno legami molto stretti tra loro, sono le uniche due donne che hanno potuto correre le tappe del rally più impegnativo del mondo. Nel caso della tedesca, ha completamente infranto quella barriera nel 2001 poiché, oltre alle vittorie di tappa, ha ottenuto la vittoria assoluta nella Dakar ed è diventata l’unica donna a farlo fino ad oggi. La tedesca plaude al format della categoria, in cui le donne hanno le stesse opportunità degli uomini. Lei accoglie anche con favore anche le nuove tecnologie che verranno utilizzate durante questa prima edizione. “È incredibile far parte di Extreme E come consulente e anche come pilota. È un ruolo molto eccitante, in cui dovrò mettere a frutto tutta la mia esperienza”, ha detto Kleinschmidt in un comunicato ufficiale. “Sarà anche molto bello sostenere squadre in una categoria che, oltre ad essere rivoluzionaria sotto il profilo ecologico e tecnologico, offre anche le stesse opportunità ad entrambi i sessi. È una grande opportunità per le donne condividere l’abitacolo con gli uomini”.

Per leggere la notizia clicca qui

ARES DIVENTA L’IMPORTATORE UFFICIALE DI LIFELIVE

Iván Ares ha firmato un accordo con la società LifeLive, fondata dai fratelli Thierry e Yannick Neuville, per importare i loro kartcross nella penisola iberica. La notizia è stata svelata da PitLane Motor. La storia di Iván Ares con la categoria dei kartcross è stata strettamente legata al marchio Semog durante le ultime stagioni, partecipando al campionato spagnolo di autocross. A Lleida, il pilota galiziano farà il suo debutto con il suo primo LifeLive TN5, un modello che potremo vedere più spesso quest’anno. Ares avrà questa opportunità perché la Ares Racing sarà il suo distributore per la Spagna e il Portogallo. Questo è il primo team a firmare un contratto del genere con la società belga. L’azienda LifeLive è stata fondata nel 2016 con l’obiettivo di affermarsi professionalmente negli sport motoristici. L’azienda è guidata da Yannick Neuville, che è supportato da suo fratello Thierry Neuville attraverso la sua pluriennale esperienza nel motorsport. I loro kartcross TN5 verranno utilizzati anche per le selezioni del FIA ​​Rally Star 2021.

Per leggere la notizia clicca qui

AL VIA IL SUPER-CER 2021

La Nuova Espana ci ricorda che quattordici rally andranno a comporre il vasto calendario 2021 dell’S-CER, campionato approvato dalla Federazione Spagnola. Il Super-Campionato Spagnolo di Rally (S-CER) sarà avviato in occasione del Rally Sierra Morena, che si svolgerà nei pressi di Córdoba. Nonostante tutto, diversi team e piloti di altissima rilevanza non hanno ancora definito i loro programmi. L’asturiano José Antonio Suárez, chiamato “Rocket“, sarà ancora una volta il favorito. Un altro pretendente è Iván Ares (Hyundai i20 R5), Campione Spagnolo di Rally nel 2017. Molti equipaggi correranno con i colori di Hyundai e Citroën. Il marchio francese, vincitore negli ultimi due anni della serie spagnola e dell’S-CER con Pepe López, cambia pilota ma non vettura. La Citroën C3 R5 del team Sports & You, guidata da José Pedro Fontes, sarà quest’anno affidata al catalano Jan Solans.

Per leggere la notizia clicca qui

GUSTAVO SOSA DELINEA I SUOI PROGRAMMI

A poco a poco arrivano le conferme per il Campionato Spagnolo Rally terra. Per il decimo anno consecutivo, Gustavo Sosa gareggerà ancora una volta nella competizione nazionale su terra. Lui affronterà la serie con una Skoda Fabia R5 EVO. Ariday Bonilla sarà il suo navigatore e andrà al posto di Rogelio Peñate. La vettura sarà gestita dal team cantabrico Race Seven . La loro stagione inizierà al Rally Tierras Altas de Lorca, evento inaugurale della massima serie spagnola su terra. Nello scorso anno il team ha corso solamente in tre eventi.

Per leggere la notizia clicca qui

OSCAR BUENO TORNA NELLA KOBE CHALLENGE

Tre anni dopo il suo ultimo test, Oscar Buebo guiderà di nuovo un veicolo da competizione. L’asturiano sarà al volante di una Toyota Aygo del team Puzzle Motor, con la quale affronterà una nuova edizione del rinomato Kobe Challenge. Bueno conosce già questa competizione dopo averla disputata nel 2016. Quest’anno sarà co-pilotato da Javier Fernández. I colori scelti per la decorazione della Aygo sono stati il ​​verde e il giallo. Questa squadra dovrà essere seguita da vicino, poiché il pilota asturiano sa già cosa significa lottare per il podio e addirittura ottenere vittorie in questo monomarca.

Per leggere la notizia clicca qui

SERGI FRANCOLI PASSA ALLA RENAULT

Il due volte secondo classificato nella Beka Junior R2 (ora convertito in borsa di studio RTS) cercherà la fama nei Campionati Rally Spagnoli, in cui sbarcherà nel 2018 dopo aver vinto il VolantRACC. Il pilota catalano affronterà il suo primo programma lontano dal marchio Peugeot e quest’anno avrà una Renault Clio RSR Rally5. Il grande cambiamento per lui, oltre alla macchina, riguarda il suo navigatore. María Salvo si prenderà una pausa. Francolí ha deciso di scommettere su Axel Coronado, secondo classificato nell’ERC 3 Junior insieme a Pep Bassas la scorsa stagione e campione della Beka Junior R2 nel 2019. “E’ un progetto molto diverso da quello che abbiamo fatto in precedenza. Nuovo marchio, nuova categoria, nuova vettura, nuovo copilota”, ha detto Sergi Francolì. “Sono molto entusiasta, poiché correre con un amico co-pilota è sempre speciale. Il nostro obiettivo principale è quello vincere la coppa e di divertirci insieme. Cercheremo di fare i giorni di test prima del Rally della Sierra Morena per trovare il feeling con la macchina ed essere il più preparati possibile”.

Per leggere la notizia clicca qui

ROBERTO ROZADA TORNERA’ IN GARA A LORCA

Manca poco più di un mese al via del Campionato Spagnolo su terra, ma PitLane Motor sta già conoscendo alcuni dei piloti che saranno all’evento di apertura a Lorca . Uno di quelli che non poteva mancare all’appuntamento sarà Roberto Rozada . Per la quarta stagione consecutiva, il pilota asturiano rimarrà al volante della sua Ford Fiesta N5 . Rozada ha confermato anche la sua presenza a fine aprile al Rally Tierras Altas de Lorca. In tutte queste prove il pilota asturiano sarà accompagnato dal navigatore Rodolfo Rodríguez. Sarà un ritorno alle origini, visto che era il co-pilota con cui ha iniziato la sua carriera nelle competizione nazionali. Rozada, che ha svolto solo un test nel 2020, continuerà ad avere il sostegno incondizionato dei suoi sponsor. Oltre alla livrea disegnata da Tangente Diseño-Labelling , la Ford Fiesta N5 continuerà a sponsorizzare aziende come GT Racing Store o alcune nuove società come The Camden Market o Escobar Investment. Queste aderiranno al progetto e saranno vitali per poter correre.

Per leggere la notizia clicca qui

Rassegna stampa Finlandia ed Estonia 9-16 marzo 2021

Ed ecco la rassegna stampa Finlandia ed Estonia 9-16 marzo. Negli ultimi sette giorni, i giornali finlandesi ed estoni hanno confermato l’annullamento dell’edizione 2021 dello Scandinavian Rally Trophy e hanno rivelato le prime informazioni sul Rally d’Estonia 2021. I media nordici hanno riportato, infine, le parole del team manager Toyota sull’Arctic Rally Finland e del team manager Hyundai sul sogno di Markku Alen.

PRIMI DETTAGLI SUL RALLY D’ESTONIA 2021

Gli organizzatori del Rally d’Estonia hanno pubblicato i primi dettagli della gara che si svolgerà a luglio. L’anno scorso, per la prima volta, l’Estonia riuscì ad entrare nel calendario del Campionato del Mondo di Rally. Proprio in questa occasione terminò la pausa forzata a causa del Coronavirus. L’evento si svolse nei pressi di Tartu e di Otepää lo scorso settembre. “Abbiamo imparato molto dall’anno scorso. Abbiamo fatto la nostra analisi e nel 2021 possiamo sicuramente organizzare meglio la competizione pianificando le cose in anticipo”, afferma il direttore del rally Silver Kütt. La città di Tartu continuerà ad essere il centro del rally. La sede e l’area di servizio del rally si troveranno nelle vicinanze del Museo Nazionale Estone, a un paio di chilometri dal centro di Tartu. L’anno scorso, nell’Estonia meridionale si disputarono un totale di 17 prove speciali. La gara iniziò venerdì sera a ridosso del parco assistenza. Sabato e domenica si tennero invece le prove speciali nelle foreste. Quest’anno, la competizione estone si svolgerà seguendo un formato più tradizionale. Giovedì mattina, 15 luglio, è prevista una prova speciale e la sera nell’area di servizio si terranno le cerimonie di partenza. In tutto il fine settimana di gara le prove saranno 24. “Il rally sarà un giorno più lungo nel 2021 e allo stesso tempo porteremo nuove prove speciali. La velocità media sta diminuendo leggermente rispetto agli ultimi anni e nelle sezioni vengono utilizzate più strade forestali. Portiamo il Power Stage (la parte finale della gara) direttamente al centro del rally, il Museo Nazionale dell’Estonia. In questo modo, il Campionato del mondo di rally estone può finire sul palco principale della gara, Kütt apre i piani. L’anno scorso sono stati venduti 16.000 biglietti d’ingresso, suddivisi in 16 diverse categorie. Lo scopo era quello di concentrarare massimo mille spettatori per sezione. Gli organizzatori prevedono di vendere più biglietti per l’edizione di quest’anno. “Venticinque diversi gruppi di pubblico sono previsti in questo 2021. In questo modo, gli appassionati di rally saranno equamente distribuiti in tutte le prove speciali e potranno godersi la corsa. Il percorso ha quasi 70 aree, tutte con il necessario per seguire senza sforzo il rally. Verrà inclusa anche la possibilità di guardare una trasmissione in diretta su un grande schermo”, afferma il Direttore Commerciale del rally Tarmo Hõbe. Sabato sera, inoltre, è previsto un concerto per gli appassionati di rally sul palco principale dell’area di servizio.

Per leggere la notizia clicca qui

SEBASTIEN OGIER: IL TALENTO DI OLIVER

“Ogier e Solberg hanno combattuto una grande battaglia nella seconda giornata dell’Arctic Rally Finland”, si legge su Delfi Sport. Nella giornata di sabato, Solberg ha iniziato la gara in ottava posizione e Ogier in nona posizione. Solberg ha iniziato la giornata con 3,9 secondi di vantaggio davanti all’esperto pilota. Bisogna ricordare che l’ultima PS di sabato è stata fatale per Ogier. Il francese è rimasto bloccato nella neve per quasi 20 minuti. Il giovane Solberg quindi ha approfittato della situazione. “È stata una gara molto positiva per lui. Ha fatto un ottimo debutto, guidando per la prima volta una vettura WRC Plus”, ha detto Ogier. I due rallisti sono anche riusciti a parlare tra loro al termine delle varie prove speciali. “Ho detto a Oliver che stavo guidando contro suo padre di alcuni anni fa. Con Oliver però è più difficile competere. Oliver mi ha risposto che avrei dovuto dire lo stesso a suo padre”. Ovviamente stiamo parlando del padre di Oliver, Petter Solberg. Come ricorda la testata estone, lui è stato incoronato campione del mondo rally nel 2003. Nella parte finale dell’articolo, viene sottolineato che Ogier e Papà Solberg hanno corso insieme in 35 Campionati del Mondo di Rally. Di questi, Ogier ha ottenuto un risultato migliore in 18 occasioni, mentre Solberg ha battuto il francese 17 volte.

Per leggere la notizia clicca qui

LATVALA SPIEGA LA DISFATTA TOYOTA IN FINLANDIA

La Toyota era la grande favorita alla vittoria nella seconda tappa del Campionato del Mondo di Rally. Tant’è vero che Latvala, prima della partenza della competizione, aveva parlato di una possibile tripletta. Tutto ciò non si è avverato. Ott Tanak ha vinto il rally finlandese e due equipaggi Hyundai sono finiti sul podio. “Questo risultato non è stato un disastro. Eravamo un po’ scontenti delle circostanze. Le condizioni sono cambiate completamente rispetto ai test”, dichiara il team principal della Toyota Gazoo Racing WRT. “Quando fa molto freddo, è più difficile far funzionare le gomme sul ghiaccio e sulla neve. Quando è più caldo, i chiodi passano più facilmente attraverso la neve ammorbidita. In condizioni gelide e fredde, l’auto deve essere stabile e rigida. Questo cambiamento ha influenzato negativamente il set-up della vettura”. Il finlandese ha aggiunto che le loro aspettative erano significativamente più alte: “Ovviamente volevamo vincere, ma non è sempre facile nel rally di casa”. Delfi ha ricordato che la terza tappa della stagione del Campionato del Mondo di Rally si correrà dal 22 al 25 aprile in Croazia, ne pressi di Zagabria.

Per leggere la notizia clicca qui

SCANDINAVIAN RALLY TROPHY 2021: ANNULLATO

Rallit.fi dichiara che l’edizione 2021 dello Scandinavian Rally Trophy è stata annullata. Questa è una serie separata del Trofeo Rally Europeo che viene gestita dalla Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA). Era previsto che lo Scandinavian Rally Trophy partisse a maggio con un rally nel sud della Svezia, che però è stato rinviato ad agosto. L’Ostrobothnia Rally, intorno a Seinäjoki, doveva essere la seconda gara della serie nel mese di giugno. La terza e ultima gara è stata fissata ad agosto in Danimarca. Gli organizzatori dell’Ostrobothnia Rally, sul loro sito web, hanno annunciato: “Il Coronavirus ha complicato i viaggi. A tal punto il campionato viene posticipato di un anno. L’Ostrobothnia Rally 2021 si svolgerà quindi come una gara normale. Se le restrizioni lo consentiranno, accoglieremo comunque gli equipaggi internazionali”. L’Ostrobotnia Rally si terrà il 18-19. Giugno. Le serie dell’European Rally Trophy della FIA sono state introdotte per la prima volta nel 2014, ma da allora il formato è mutato. L’obiettivo è quello di costituire serie regionali più piccole. I migliori equipaggi si incontrano nella gara finale alla fine della stagione. Negli anni precedenti queste serie regionali sono state organizzate nei Paesi Baltici, nei Balcani e nell’Europa centrale. Per questa stagione era stata pianificata inizialmente una serie separata per i paesi nordici, su iniziativa della Swedish Motorsports Association.

Per leggere la notizia clicca qui

Rassegna stampa francese 9-15 marzo 2021

La consueta rassegna stampa francese 9-15 marzo 2021 ci dice che i media francesi, nei sette giorni che vanno dal 9 al 15 marzo, hanno pubblicato notizie sull’edizione numero 40 del Rally di Argentina, sui piani stagionali di Allison Viano e di Mads Ostberg, sull’assenza di Thibault Habouzited al Le Touquet e sulle novità che riguardano il Rallye Castine-Terre d’Occitaine. Si è parlato anche della vittoria di Neuville al Ciocco e del fatto che il Campionato Francese Rally continuerà ad essere trasmesso su Canal+ Sport.

NEUVILLE SI IMPONE AL CIOCCO

Non è passata inosservata la vittoria di Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe ottenuta al Rally Il Ciocco e Valle del Serchio con la Hyundai i20 R5 gommata Pirelli. A dare la notizia è Rallye Infos. L’equipaggio ufficiale Hyundai Motorsport, attualmente secondo nel Mondiale Rally, non ha mai nascosto la voglia di vincere. “Mi sono piaciute le tappe del Rally Il Ciocco, dove ho corso per la prima volta”, ha spiegato Neuville all’arrivo. “E’ stato stimolante affrontare i piloti velocissimi che hanno partecipato. Ho iniziato a spingere fin dalle prime fasi e il risultato è arrivato”.

Per leggere la notizia clicca qui

IL CAMPIONATO FRANCESE SU CANAL+ SPORT

Il Campionato Francese Rally continuerà ad essere trasmesso su Canal+ Sport. Dopo ciascuna delle nove prove della stagione 2021, verrà offerto un programma di circa 40 minuti denominato “Rallye Club”. La partnership è stata estesa fino al 2022. “Sono molto felice che il Campionato Francese Rally rimarrà sui canali del gruppo Canal+”, spiega Nicolas Deschaux, Presidente della Federazione francese degli sport motoristici (FFSA). “Non possiamo sperare in una copertura mediatica migliore di quella fornita dal team di Thomas Sénécal. Questo nuovo accordo tra la Federazione e Canal+, dimostra ancora una volta il valore del nostro sport e la qualità dell’organizzazione dei nostri eventi. Ringrazio vivamente Thierry Cheleman della direzione sportiva di Canal+, tutte le squadre coinvolte in questo progetto e non posso fare a meno di avere un pensiero commosso per Pierre Lelong. Lui è stato uno dei punti cardine di questa bellissima partnership. Da tre anni i nostri abbonati conoscono i nostri programmi. Apprezzano l’alto livello di questa competizione e la qualità dello spettacolo. Il direttore dello Sport su Canal+ ha dichiarato: “Il programma “Rallye Club” è un vero successo! Stiamo così completando la nostra offerta con ancora più sport motoristici oltre al WRC, alla Formula 1 e alla Moto GP”.

Per leggere la notizia clicca qui

ALLISON VIANO NEL CAMPIONATO FRANCESE

Rallye Infos dà notizia del fatto che la campionessa francese Allison Viano correrà nel Campionato Francese Rally con la con la 208 R2. Sarà al via dal Le Touquet e sempre sotto i colori dello sponsor francese Yacco. “Ripartiamo anche questa stagione nel Campionato Francese Rally con la 208 R2 completamente rifatta da Alain Viano e ancora nei colori del nostro fedele partner YACCO! Sérena Simonpieri sarà alla mia destra in questa stagione, e anche Manon Verger in alcune gare”, ha commentato Allison Viano.

Per leggere la notizia clicca qui

THIBAULT HABOUZITED ALZA BANDIERA BIANCA

Rallye Infos stabilisce che Thibault Habouzit non potrà partecipare al Le Touquet a causa di problemi professionali. Il francese lo ha annunciato qualche giorno fa sui propri social network. “Falsa partenza per noi. Con grande rammarico non potremo schierarci al via del Le Touquet. La nuova data non ci consente, per impegni professionali, di poter partecipare. Speriamo di poterci tornare il prima possibile”.

Per leggere la notizia clicca qui

RINVIATO IL RALLYE CASTINE–TERRE D’OCCITAINE

E’ stata rinviata la partenza del Campionato Francese di Rally su terra. In un comunicato stampa pubblicato venerdì Stéphane Devez, Presidente dell’Ecurie des 1000 Tours, ha spiegato le ragioni del rinvio del primo appuntamento stagionale, il Rallye Castine – Terre d’Occitanie.

“La situazione sanitaria è attualmente troppo incerta per continuare a sperare di organizzare, in condizioni normali, la 21° edizione del Rallye Castine – Terre dOccitanie il 7, l’8 e il 9 maggio”, si legge su Rallye Sport. “Inoltre, è inconcepibile per noi organizzare un evento del genere a porte chiuse. Il rally è uno sport popolare e secondo noi la presenza del pubblico è fondamentale. Sicuramente è tecnicamente impossibile organizzare il nostro evento con l’applicazione del coprifuoco alle 18:00. Per organizzare il nostro evento, abbiamo quindi deciso in collaborazione con la Lega Occitanie Pyrenees, la FFSA, le comunità e i vari partner di posticipare il rally al 2, 3 e 4 luglio 2021. Ci scusiamo per questo inconveniente che non è di nostra volontà. Crediamo che faremo tutto il possibile come abbiamo già fatto nel 2020 per organizzare il nostro evento. Non vedo l’ora di vedervi il 2, il 3 e il 4 luglio a Bretenoux per la 21a edizione del Rallye Castine – Terre d’Occitanie”.

Per leggere la notizia clicca qui

IL RALLY DI ARGENTINA FESTEGGIA 40 EDIZIONI

Planetemarcus annuncia che nel 2021 ci sarà il ritorno del Rally d’Argentina. Annullato nel 2020 a causa dell’epidemia globale di coronavirus, il rally argentino non è stato incluso nel calendario WRC in questa stagione come di consueto ogni anno. Tuttavia, gli organizzatori hanno deciso di celebrare dal 16 al 18 aprile a Villa Carlos Paz l’edizione numero 40. Si correrà su otto tappe utilizzate in passato nel Campionato del Mondo Rally.

Per leggere la notizia clicca qui

MADS OSTBERG TORNA NEL WRC2

Mads Ostberg, reporter per WRC + durante i primi due round del Campionato del Mondo di Rally, ha confermato che tornerà nel World Rally Championship 2. Il norvegese ha intenzione di difendere il titolo conquistato nella passata stagione, sottolinea Planetemarcus. Il 2021 sarà un anno fitto di impegni per Ostberg, che sarà sempre accompagnato da Torstein Eriksen. Il duo norvegese parteciperà anche al Campionato Rally Ungherese con il supporto di Citroën Rally Team Hungary e della Tagai Racing Technology. Il loro programma nel WRC2 è composto da sette rally. A disposizione avranno una Citroën C3 Rally2 per entrambi i campionati.

Per leggere la notizia clicca qui

Rassegna stampa tedesca 5-12 marzo 2021

Nei giorni che vanno dal 5 al 12 marzo, i giornali tedeschi hanno parlato della nuova Fiesta Rally1, dalla nuova piramide FIA, dell’Eco Junior Rally Trophy Germany, della stagione 2021 di Niko Loof, dell’approdo di Neuville al Ciocco, e della vittoria di Hermann Neubauer al Rally Blaufränkischland. Infine, molto spazio è stato dato alle dichiarazioni di Yves Matton, di Peter Thul e di Hayden Paddon. Un tema molto trattato nella giornata di venerdì 12 marzo riguardava la rabbia dei team contro le nuove unità ibride.

AL VIA L’ECO JUNIOR RALLY TROPHY GERMANY

Con il nuovo Eco Junior Rally Trophy Germany, Armin Schwarz vuole stimolare la promozione dei giovani talenti in Germania. Il trofeo si terrà con la Ford Fiesta Rally5. Per la prima volta verranno utilizzati nei rally i prodotti della CropEnergies. Il vincitore può aspettarsi la promozione in campionati più importanti, ricorda la testata tedesca. Il promotore Armin Schwarz non vede l’ora che arrivi il calcio d’inizio: “Vogliamo spianare la strada ai giovani talenti per farli entrare nei rally. Ci sono molti di questi programmi con le formula, pochissimi nei rally. Quindi era ora di cambiare la situazione! Posso vedere da mio figlio quanto un programma del genere potrebbe aiutare. Ha 16 anni e ha guidato in alcuni rally. Ma senza la mia esperienza e i miei contatti, avrebbe dovuto investire molto più tempo per fare un buon passo successivo”. Schwarz sta anche lanciando un piccolo campionato chiamato Area39 Rally Sprint Cup. Quattro sono gli eventi in programma: tre prove preliminari (20 marzo, 17 aprile e 22 maggio) e una finale (26 giugno). A ciascuna delle selezioni potranno partecipare massimo 25 piloti. In finali i posti sono solo 7.

Per leggere l’articolo clicca qui

NEUBAUER VINCE IL RALLY BLAUFRANKISCHLAND

Il Rally Blaufränkischland, quasi esattamente un anno fa, è stato uno degli ultimi eventi rallistici in Austria, prima che lo sport fosse costretto allo stop. Grazie agli organizzatori guidati da Georg Gschwandner, questo incantesimo è stato finalmente spezzato. L’evento però era a porte chiuse. I fan hanno quindi dovuto guardare da casa la vittoria di Hermann ed Ettel dopo il duello con Mayr-Melnhof. Nel mattino Neubauer ha perso più di 15 secondi in un testacoda ad alta velocità. Mayr-Melnhof ha però danneggiato una sospensione e la situazione è cambiata. “Prima di tutto, dobbiamo ringraziare Georg Gschwandner e il suo team, che, nonostante tutte le difficoltà, ci hanno permesso di poter praticare di nuovo il nostro sport”, ha detto soddisfatto Hermann Neubauer dopo aver tagliato il traguardo. “Il nostro prossimo obiettivo è la Coppa del Mondo in Croazia ad aprile, non vediamo l’ora!”.

Per leggere l’articolo clicca qui

TEAM WRC CONTRO LE UNITÀ IBRIDE

L’edizione tedesca di Motorsport.com sottolinea che dopo diverse settimane di ritardo, i tre team del WRC hanno ricevuto la prima unità ibrida di prova. Sono scaturiti però problemi iniziali con i sistemi forniti. “E’ frustrante vedere che mancano parti cruciali e il sistema non funziona come previsto”. Tra le altre cose, l’unità di ricarica per l’ibrido plug-in non era inclusa nella consegna. Anche il software del sistema sviluppato da Compact Dynamics e Kreisel non è ancora completo. I team si sono anche lamentati dei ritardi nelle consegne. “Inizialmente volevamo consegnare l’ibrido a ciascuna squadra alla fine di gennaio, cioè nella 5° settimana del calendario”, ha ammesso il CEO di Compact Dynamics Oliver Blamberger. “A causa dei problemi con i nostri fornitori in Cina per pandemia di Coronavirus e per i controlli al confine tra Germania e Austria, c’è stato un ritardo. Venerdì scorso abbiamo consegnato il primo sistema a ciascuna squadra. E’ difficile sviluppare un tale sistema in dieci mesi nel periodo di pandemia”. Blamberger conferma che il caricatore esterno dovrebbe essere consegnato entro le prossime due settimane. Tuttavia, questo non è assolutamente fondamentale per far funzionare l’unità di prova. “Possono anche essere caricati accoppiando il generatore con il motore a combustione”. A parte questo, i sistemi sono pronti per il funzionamento dal punto di vista della Compact Dynamics. “Ogni sistema ha superato il nostro test di qualità al 100%. In termini di prestazioni e sicurezza, soddisfa i requisiti”.

Per leggere la notizia clicca qui

FIESTA RALLY1 VICINA AL DEBUTTO

Rallye Magazin ricorda che M-Sport sarà la prima a testare la nuova Rally1. Questa settimana sono stati effettuati i primi giri di prova con la Ford Fiesta per controllare che tutto funzionasse. “È sempre qualcosa di speciale provare una nuova macchina per la prima volta”, ha detto a il capo di M-Sport Malcolm Wilson . “Volevamo avere la macchina pronta il prima possibile in modo da avere molto tempo per i test. In ogni caso, sono felicissimo del risultato e del duro lavoro svolto dai nostri ragazzi”. Per la prima volta, un veicolo da rally è stato equipaggiato con un motore ibrido. Questo viene fornito dalla società tedesca Compact Dynamics. Lo scorso aprile, la filiale Schaeffler si è aggiudicata al 100% la fornirà del sistema ibrido per le auto da Rally1 dal 2022 al 2024. Lo sviluppo è stato effettuato insieme allo specialista austriaco delle batterie Kreisel Electric. A causa della crisi generata dal Covid-19, la consegna prevista all’inizio dell’anno non si è potuta tenere. I componenti sono stati inviati alle squadre solo la scorsa settimana. Dopo la presentazione di M-Sport,Toyota ha annunciato che completerà il progetto entro la fine del mese. La Hyundai invece è attualmente impegnata con il lavoro di simulazione.

Per leggere la notizia clicca qui

LA FIA PRESENTA LA NUOVA PIRAMIDE

Motorsport-Total.com ha riportato che in occasione della riunione del Consiglio Mondiale FIA ​​di venerdì scorso, è stato definito il quadro sportivo per il futuro del rally internazionale dal 2022. A tale scopo è stata progettata una cosiddetta piramide dei rally, ai livelli della quale i nomi delle vetture sono stati allineati con i nomi delle classi in cui sono ammesse a gareggiare. In cima c’è il WRC, dove saranno ammesse le Rally1 a partire dal 2022. La seconda fascia riguarda il WRC2. Questa nell’European Rally Championship (ERC) sarà ancora la massima categoria. La piramide continua con le Rally3 e le Rally4. Dalle Rally2 in poi, ad eccezione dell’ERC, esiste una classifica junior in base all’età. Oltre al rispettivo limite di età, chi vince la serie non potrà correre nuovamente nella stessa. L’obiettivo è quello di formare la nuova generazione. La FIA annuncerà a tempo debito quali saranno le specifiche per le auto nelle classi Rally1, Rally2, Rally3 e Rall4.

Per leggere l’articolo clicca qui

YVES MATTON SI ASPETTA UNA STAGIONE COMPLETA

Su Motorsport Total, Yves Matton, Direttore dei rally della FIA, il World Rally Championship 2021 prevede una stagione completa con tutte e dodici le gare previste. Il belga ritiene che tutti gli eventi possano aver luogo e che la stagione WRC non sarà interessata da cancellazioni. Certo, c’è ancora un rischio residuo di cancellazioni e rinvii. Mentre le vaccinazioni nei paesi vanno avanti e la FIA continua a lavorare sodo per organizzare in sicurezza gli eventi, le possibilità di vedere campionati senza cancellazioni è alto. “Ovviamente siamo ancora in un momento molto impegnativo, soprattutto per quanto riguarda le restrizioni nazionali che hanno lo scopo di prevenire la diffusione del Covid-19”, ha detto Matton. “L’inizio delle vaccinazioni fa comunque sperare. I piloti, i team e l’organizzazione hanno una grande voglia di rally”. Attualmente viene applicato l’Appendice-S, che ha lo scopo di garantire la sicurezza. “È una buona base. Lavoriamo a stretto contatto con i governi e i ministeri locali, il che ci consente di gestire gli eventi. Abbiamo alcuni eventi di sostituzione che ci assicurerebbero un calendario completo. Non sarà facile, ma le vaccinazioni permetteranno ai fan di essere accolti passo dopo passo. Le vaccinazioni sono solo un fattore aggiuntivo oltre al protocollo dell’Appendice-S”. La testata ricorda che nel 2020, la stagione WRC ha dovuto essere interrotta dopo il Rally del Messico a causa della rapida diffusione del virus.  Dopo molti mesi il campionato è proseguito con i rally in Estonia, Turchia e Italia. Le gare in Finlandia, Nuova Zelanda, Gran Bretagna e Giappone sono state vittime della pandemia. Durante la pausa forzata, la FIA ha lavorato duramente per sviluppare un protocollo che consentisse di nuovo le gare. Il protocollo dell’Appendice-S contiene norme sui test PCR, afferma di mantenere le distanze nel paddock e di indossare le mascherine. I regolamenti sono stati effettivamente sviluppati per la Formula 1, ma sono stati poi adottati anche da altre serie. Una stagione WRC completa nel 2021 è importante per Matton, perché le nuove vetture Rally1 inaugureranno la nuova era dei rally nel 2022. L’ex boss del team Citroen, che lavora per la FIA dal 2018, spera anche in una vivace partecipazione dei costruttori nel prossimo anno. “Il prossimo grande passo è vedere le vetture Rally1 in azione per la prima volta. La prima fase di test inizierà presto e segnerà un traguardo importante nel nostro sport”.

Per leggere la notizia clicca qui

Rassegna stampa spagnola 3-10 marzo 2021

Nella settimana che va dal 3 al 10 marzo 2021, i giornali iberici hanno scritto del giovane irlandese Josh McErlean, del Simracer Alejandro Aroca, dei programmi di José Javier Pérez del debutto della Ford Fiesta Rally3 e della nuova Audi A1 Rally2-Kit. Infine, è stato dato ampio spazio alla Peugeot Rally Cup Ibérica, al Rallye Sierra Morena, alle dichiarazioni di Yves Matton, al co-pilota Alberto Iglesias e a Chus Puras, che è andato a ricordare il suo ex compagno di squadra Hannu Mikkola.

ALBERTO IGLESIAS: IL MIGLIOR NAVIGATORE DELLE ASTURIE

“Discreto, riservato e poco propenso ad apparire sui media, Alberto Iglesias Pin è il miglior copilota asturiano. Lui ha vinto diversi campionati spagnoli e anche diversi titoli regionali e coppe monomarca”, scrive La Nuove Espana in un articolo dedicato. Iglesias Pin, che ora vive a Oviedo e che ha trascorso diversi decenni a Luarca, fa parte della storia recente del motorsport nazionale. Nella massima serie spagnola ha accompagnato più di venti piloti tra cui Alberto Hevia, due volte campione di Spagna. Negli ultimi tempi naviga José Antonio Suárez, campione di Spagna su terra e secondo classificato su asfalto. Per Iglesias Pin, i tempi in cui ha preso il via ai rally con Ruperto Reguera, campione delle Asturie, Metodio Ferradas e Roberto Solís, vincitore del Peugeot Challenge e pilota ufficiale Peugeot, sono ormai lontani. Lo spagnolo ha anche corso un Rally di Monte-Carlo come co-pilota ufficiale Fiat. Era il 1996 e, con Jorge Martinez-Cueto al volante, si classificò primo tra gli spagnoli. E’ stato anche un co-pilota professionista nei team ufficiali di Renault, Peugeot, Suzuki e Skoda. Iglesias Pin, con più di 350 rally al suo attivo nella sua lunga carriera sportiva, è molto meticoloso nel verificare le misure di sicurezza della vettura: “Non ho mai avuto paura nonostante qualche incidente brutto e spettacolare. Il giorno in cui è successo ho smesso. Ovviamente regolo sempre bene le cinture di sicurezza”. Quest’anno correrà sempre con Suárez e con supporto di Recalvi e di Skoda.

Per leggere la notizia clicca qui

SVELATO L’ITINERARIO DEL RALLYE SIERRA MORENA 2021

PitLane Motor ricorda che manca un mese alla 38a edizione del Sierra Morena Rally, presentata in quesi giorni.  L’evento inizierà giovedì con i controlli amministrativi, processo che si svolgerà in mattinata presso la Fiera di El Arenal. Nel pomeriggio sarà il turno delle verifiche tecniche, spostando l’epicentro delle prove al parco assistenza, che sarà situato nello stadio del Córdoba FC. Il controllo amministrativo e tecnico sarà obbligatorio per tutte le squadre che parteciperanno. Venerdì sarà il grande giorno, poiché partirà la gara. A partire dalle 08:30 del mattino, ci sarà uno shakedown di mezz’ora per le squadre prioritarie. Successivamente, per un’ora e mezza, avverrà lo shakedown per tutte le squadre iscritte e tra le 10:45 e le 11:15 si svolgerà un’ulteriore sessione cronometrata. In seraat avrà luogo la cerimonia di partenza. Nel pomeriggio di venerdì si svolgeranno le prime quattro tappe della stagione. Gli organizzatori hanno confermato durante la presentazione che tutte le sezioni si svolgeranno nel pomeriggio e che non saranno necessari i fari agguntivi. In questa prima giornata di gare, la grande novità sarà la tappa di Villanueva del Rey, con poco meno di 7 chilometri cronometrati. Il primo giorno sarà composto da 63,38 chilometri. La seconda fase sarà composta da sei PS, con tre prove a doppio passaggio. Con gli 88 chilometri della seconda tappa, verranno completati un totale di 151 chilometri.

Se vuoi leggere la notizia clicca qui

SVELATI I MONTEPREMI DELLA PEUGEOT RALLY CUP IBERICA

È passato un mese da quando l’organizzazione della Peugeot Rally Cup Ibérica ha annunciato il calendario per la stagione 2021, ma c’erano ancora alcune incognite. A parte il premio finale, che è stato abbastanza chiaro grazie alle pubblicazioni sui social network, restava ancora da sapere se e come la pandemia avrebbe influenzato sui premi per le singole gare. Così non sarà. Sports & You e Peugeot Sport hanno svelato parte del regolamento e, come nella scorsa stagione, ci saranno dei bonus per i primi dieci in ciascuno degli appuntamenti. La coppa, che prenderà il via al Rali Terras D’Aboboreira nell’ultimo fine settimana di aprile, metterà in campo, per il secondo anno un sedile ufficiale all’interno della Citroën Rally Team. I vincitore dello scorso anno Pedro Antunes, avrà un programma ufficiale con il supporto del Gruppo PSA, oggi denominata Stellantis. con protagonista una Citroën C3 Rally2. Al momento né Antunes né Sports & You hanno rivelato quale sarà il programma del pilota portoghese, che dovrebbe optare per il campionato del paese confinante. Per quanto riguarda i premi di gara, la Peugeot Rally Cup Ibérica distribuirà 19.000 euro in ciascuno dei sei appuntamenti. Un totale di 114.000 euro di cui solo 57.000 in contanti, il restante 50% in voucher per il negozio ufficiale Peugeot Sport. Premi che proseguiranno con 5.000, 4.000 e 3.000 euro per i primi tre; 2.000, 1.500 e 1.000 per i prossimi tre e 800, 650, 550 e 500 euro per gli ultimi quattro dei primi dieci. Verrà dato anche un premio extra di 1.000 euro per il vincitore della sezione junior, cioè per gli under 26.

Se vuoi leggere la notizia clicca qui

CHUS PURAS RICORDA HANNU MIKKOLA

Su la Marca, lo spagnolo Jesus Puras ha ricordato il suo ex compagno di squadra Hannu Mikkola. Puras ha vissuto la squadra con Mikkola nel 1991, quando entrambi correvano per la Mazda Rally Team Europe. Lo spagnolo corse con il marchio giapponese a Monte-Carlo e in Portogallo. In quell’anno Puras, un ragazzo di 28 anni che aveva appena vinto il suo primo titolo nazionale, ebbe il privilegio di conoscere il suo idolo. Lo spagnolo correva con la 323 GTX Gruppo A e il mitico pilota finlandese si era incaricato di sviluppare prima di ritirarsi dalle alte competizioni. Una settimana dopo la morte del finlandese a causa del cancro, Puras ha reso omaggio a uno dei suoi grandi idoli attraverso un video presente sul sito del quotidiano spagnolo. Puras ha dichiarato che ha avuto la fortuna di imparare da Mikkola a guidare sulla neve e sulla ghiaia: “La mia tecnica si è evoluta in modo significativo”.

Se vuoi leggere la notizia clicca qui

JOSE’ JAVIER PEREZ TORNA NELLA RENAULT CLIO CUP

José Javier Pérez e Alberto Espino gareggeranno nel Clio Trophy Spagna nel 2021 con una Renault Clio Rally5 sponsorizzata da Automobiles Gomis. L’iniziativa di Renault, organizzata da Driveland Events, si preannuncia come una delle coppe più rilevanti del 2021. Con il debutto nel Campionato Spagnolo Rally Asfalto nel 2013 con una Peugeot 206, José Javier Pérezcorre con le Renault dal 2015. Il pilota di Elche ha partecipato per due stagioni alla Sandero Rallye Cup per poidare il salto al Clio R3T nel 2017. L’accordo è stato confermato da Pérez ha annunciato il suo arrivo al Clio Trophy Spagna grazie al supporto del team ARC. Il suo compagno di squadra è Miguel García, attuale campione della Suzuki Swift Cup.

Se vuoi leggere la notizia clicca qui

AUDI A1 QUATTRO: TORNA IL MARCHIO DEI QUATTRO ANELLI

Pitlane parla del ritorno del marchio dei Quattro Anelli con una Rally2-Kit, la A1 del team EKS JC di Mattias Ekström. Lo svedese sta guidando il progetto per far tornare l’Audi nel Campionato del Mondo Rally. La testata iberica racconta che l’account ufficiale del Campionato del Mondo di Rally ha annunciato sui social un nuovo progetto che è in corso di realizzazione. La struttura EKS, che ha collaborato con Audi Sport nel World Rallycross, ha già avviato i test e la vettura dovrebbe debuttare in gara quest’anno. In questa occasione, non è stata la società catalana ASM Motorsport a costruire la vettura. Il team EKS JC è stato supportato dal team sudafricano Rally Technic. Con un motore 1.6 turbo da 263 CV, questa nuova Audi A1 Quattro si presenta come la grande opzione per rivedere Audi nel Campionato del Mondo Rally all’interno delle categorie WRC2 e WRC3. L’A1 è stata testata sulla neve e sul ghiaccio del nord Europa. La categoria Rally2-Kit pone questa A1 come un’opzione più economica rispetto ai modelli Rally2 come Citroën C3, Hyundai i20 o Ford Fiesta. Ma anche contro progetti che sono arrivati ​​dai diversi marchi del Gruppo Volkswagen come la Volkswagen Polo GTi, ormai fuori produzione, e la Skoda Fabia, la rivale da battere nella categoria. “Quando è stata lanciata la nuova generazione di Audi A1, sapevamo di voler costruire qualcosa da essa. E poiché tutti conoscono la mia passione per i rally, è diventato subito chiaro che avremmo costruito un’auto da rally”, ha dichiarato Ekstrom. “La macchina è pronta. Dobbiamo ora fare alcuni chilometri di prova e raccogliere le informazioni. Non c’è una vera data fissa per il debutto, ma è abbastanza chiaro che vedremo l’auto in alcune competizioni in primavera o in estate. Per ora, questa macchina è solo per uso personale, ma quando saremo soddisfatti delle sue prestazioni, la offriremo in affitto”. Dall’EKS JC hanno confermato che lo sviluppo si concentrerà sulla neve e sulla terra prima di passare all’asfalto. Emil Bergkvist, vincitore del Junior WRC nel 2018, sarà il collaudatore.

Per leggere la notizia clicca qui

YVES MATTON: ”NIENTE CANCELLAZIONI QUEST’ANNO”

L’edizione spagnola di Motorsport.com riporta le parole di Yves Matton. Il FIA Rally Director è fiducioso che il Campionato del Mondo 2021 possa svolgersi dall’inizio alla fine, non come la scorsa stagione. Pur riconoscendo le sfide future, Matton afferma che il lancio globale del vaccino contro il Covid-19 e “il lavoro instancabile e l’impegno dell’intera famiglia FIA per i rally” possono aiutare a ridurre al minimo le potenziali interruzioni. La stagione WRC 2020 si è interrotta improvvisamente in Messico causa della velocità con cui la malattia si è diffusa in tutto il mondo. Diversi sono stati i rally sospesi tra marzo e settembre, lasciando il WRC in grado di completare solo sette round. La ripresa del WRC ha portato all’adozione di una serie di nuove misure come parte dell’Appendice S del Codice Sportivo Internazionale della FIA. Questo quadro è stato inizialmente sviluppato per la Formula 1 al fine di fermare la diffusione del Covid-19. Queste misure includono la distanza sociale, l’esecuzione di test PCR, l’uso di mascherine e il lavaggio regolare delle mani. “Naturalmente, stiamo ancora affrontando un periodo estremamente difficile, soprattutto considerando le restrizioni nazionali che rimangono in vigore per controllare la diffusione di Covid-19”, ha detto Matton. “Ma il dispiegamento del vaccino è incoraggiante ed è chiaro che la voglia di piloti e squadre di partecipare ai rally rimane tanta. Sebbene dobbiamo adattare ciò che facciamo caso per caso, paese per paese. L’Appendice S fornisce un’ottima base per lavorare a stretto contatto con i governi e i ministeri locali, per consentire lo svolgimento degli eventi. Sono sicuro che quest’anno avremo un calendario di 12 eventi nel Campionato del Mondo Rally, perché abbiamo organizzato il calendario in modo tale da avere alcune gare di riserva. Non sarà facile, ma penso che il vaccino permetterà il ritorno dei fans sulle prove speciali”.

Se vuoi leggere la notizia clicca qui

LA FIESTA RALLY3 DEBUTTA IN FINLANDIA

PitLane Motor ha parlato di Ken Torn e Timo Taniel. Loro hanno completato questo fine settimana l’SM O.K. Auto-Ralli con la Ford Fiesta Rally3, che ha debuttato ufficialmente dopo i test svolti in Europa con Nil Solnas. Ora la scala FIA è stata completata. L’ultimo cambiamento nella piramide della Federazione Internazionale dell’Automobile è stato ben accolto con le categorie Rally2 e Rally4, ma mancava una categoria “centrale”.  M-Sport e Ford sono state le prime aziende a mettersi al lavoro e in questo fine settimana hanno visto la loro Ford Fiesta Rally3 completare la prima gara. Ken Torn e Timo Taniel sono rimasti sempre tra i primi quindici, ottenendo un 12° posto, due 14°, un 9° e due 7° piazzamenti durante le sei speciali dell’evento nordico. Tempi buoni vista l’ampia presenza dell Rally2, con quasi una quindicina di unità in gara. L’obiettivo di questo nuovo progetto è quello di diventare un punto intermedio tra le 2WD e le 4WD. Torn e Taniel ha finito il rally con tre minuti di ritardo rispetto a Mikko Heikkilä, vincitore dell’evento con una Škoda Fabia Rally2 Evo. Nello stesso tempo hanno lasciato dietro per mezzo minuto Sami Pajari, il primo con la Fiesta Rally4. 

Se vuoi leggere la notizia clicca qui

Rassegna stampa finlandese ed estone 2-9 marzo 2021

Nei setti giorni che vanno dal 2 al 9 marzo, le testate giornalistiche finlandesi ed estoni hanno riportato delle importanti rivelazioni di Kalle Rovanpera, hanno parlato della vettura Rally1 di M-Sport e del giovanissimo Tuukka Hallia. Si è molto parlato anche del tennista David Nalbandian, del FIA WRC Junior, di Martijn Wydaeghe e tanto spazio alle dichiarazioni del capo di M-Sport Poland e di quello di Hyundai Motorsport. Si è parlato anche del fatto che la Finlandia è Regina del WRC: è il Paese che ha ospitato più gare del Mondiale Rally nella storia.

KALLE ROVANPERA: ”STAVO PER SMETTERE”

Kalle Rovanperä, leader del mondiale rally, è stato intervistato dalla finlandese Yle e una dichiarazione ha lasciato tutti di stucco. Il finlandese, nel periodo dell’adolescenza, stava per lasciare le competizioni. Il rallista di Jyväskylä ha infatti detto: “Per un anno intero non ho guidato, perché ad un certo punto mi sono annoiato. Poche persone sanno questo”. Il finlandese ha cominciato a guidare a 8 anni una Toyota Starlet. La vettura fu modificata da suo papà Harri per fare in modo che Kalle arrivasse al volante e ai pedali. Harri Rovanperä, che ha corso nel World Rally Championship, ha agevolato la carriera di Kalle e non lo ha mai pressato più di tanto. L’allontanamento dei rally durò solo un anno e il piccolo Rovanperä torno di nuovo al volante. In con conclusione, Rovanperä Sr. ha dichiarato affermando che la pausa di un anno gli ha forse salvato la carriera nel mondo dei rally.

Per leggere la notizia clicca qui

FINLANDIA REGINA DEL WRC

Urheiluuutiset ricorda che la Finlandia ha segnato un nuovo record, poiché ha ospitato in totale 47 eventi nel World Rally Championship. Prima del secondo round della stagione del Campionato del Mondo di Rally a Rovaniemi, Finlandia, Gran Bretagna e Italia avevano ospitato nella serie del Campionato del Mondo 46 gare. In Finlandia, il World Rally Championship è stato ospitato da due città, Jyväskylä e Rovaniemi. In Gran Bretagna si è svolto a York, Bath, Birmingham, Chester, Nottingham, Harrogate e Cheltenham. Nel territorio gallese, il Campionato del Mondo di Rally è stato ospitato da Cardiff, Deeside e Llandudno. In Italia si è corso invece a Sanremo, in Sardegna, e lo scorso anno a Monza. Il giornale fa notare che nelle statistiche Francia e Monaco sono state separate. La manifestazione francese è stata ospitata dall’isola della Corsica, oltre che dall’Alsazia. L’evento di Monte-Carlo si è sempre svolto sotto la bandiera monegasca, anche se le prove speciali si tengono principalmente sulle Alpi francesi. Infine, la terza gara della stagione del Campionato del Mondo di Rally si correrà ad aprile in Croazia. Per la prima volta ospiterà una gara valida per il Campionato del Mondo. La manifestazione si terrà nei pressi di Zagabria.

Per leggere la notizia clicca qui

M-SPORT È PRONTA CON LA RALLY1

Rallit.fi svela che M-Sport Ford sarà la prima squadra a testare la sua nuova vettura Rally1, equipaggiata con un’unità ibrida. Il team britannico ha confermato martedì che mercoledì completerà il primo test. La nuova vettura è stata lanciata per la prima volta venerdì dopo che M-Sport ha avuto accesso all’unità ibrida. Il capo della squadra, Malcolm Wilson, ha seguito da vicino il progetto: “È stato un momento molto emozionante, come potete immaginare. C’è qualcosa di speciale nel vedere un’auto nuova in azione. Ho già assistito a un momento del genere un paio di volte, ma l’eccitazione è sempre nell’aria. Volevamo far funzionare la macchina il prima possibile e l’abbiamo fatto. Ora abbiamo tempo per eseguire quanti più test possibili sulla vettura prima dell’inizio della prossima stagione”. Le nuove auto Rally1 hanno meno parti che migliorano l’aerodinamica rispetto alle attuali WRC Plus, ricorda questa testata. Inoltre, ammortizzatori e la loro flessibilità sono semplificati. Le auto saranno dotate di un cambio a cinque rapporti simile alle auto della classe Rally2 (R5). “Le regole delle Rally1 sono più restrittive rispetto alle attuali, ma venerdì mi sono chiesto mentre giravo intorno alla macchina “perché l’hai fatto e a cosa serve?”. Credimi, il nostro team può ancora sfruttare le proprie capacità di innovazione e ingegnosità”. Anche Toyota ha lavorato a lungo per la sua nuova Rally1. I test della GR Yaris Rally1 dovrebbero iniziare in estate. Hyundai non ha ancora confermato ufficialmente che continuerà, ma Andrea Adamo rimane ottimista.

Per leggere la notizia clicca qui

TUUKKA HALLIA MOSTRA IL SUO TALENTO

Mantsalanuutiset ha raccontato dell’inizio stagionale di Tuukka Hallia, un giovane talento finlandese. Tuukka Hallia e il co-pilota Antti Haapala, hanno celebrato la vittoria di classe all’Arctic Lapland Rally. Nello scorso weekend sono giunti secondi al Rally di Kouvola. Ora si trovano in testa nella classifica della classe SM3 del Finnish Championship Rally. La testata ha riportato le dichiarazioni di Hallia: “Siamo abbastanza soddisfatti, sebbene le condizioni meteorologiche fossero quelle che erano. Le ultime due prove speciali si sono svolto sotto una fitta nevicata, quindi è stato necessario adattare uno stile di guida diverso. Bisognava guidare in maniera pulita e precisa, ma alla massima velocità. C’era ancora spazio per migliorare”. La buona prestazione di Hallia e del team al rally di Kouvola si è basata sull’attenta preparazione, dopo la schiacciante vittoria ottenuta al Fell Rally. “E’ positivo aver ottenuto il primo posto in classifica prima della pausa. Quest’ultima viene utilizzata per l’allenamento fisico e per i test. I test drive pre-gara promettevano bene e le modifiche alla nostra Ford Fiesta Rally4 sono state appropriate”.

Per leggere la notizia clicca qui

ADDIO AL JUNIOR WORLD RALLY CHAMPIONSHIP

Il Consiglio Mondiale della Federazione Internazionale dell’Automobile ha deciso venerdì scorso che dal 2022 la natura della serie inferiori sarà cambiata. Il giornale estone Delfi ha sottolineato che questi grandi cambiamenti porteranno alla cancellazione del Junior World Rally Championship. Queste auto possono essere guidate nel WRC, ma non rientreranno in alcuna categoria. I titoli mondiali dedicati alle due ruote motrici sono stati assegnati fin dal 1993. Delfi ha poi parlato delle nuova categorie della piramide FIA partendo dalle Rally 1, che potranno correre solo nel World Rally Championship. Le Rally2, le nuove R5, potranno partecipare nel WRC2. Le Rally3, nuove auto a quattro ruote motrici che costano circa € 100.000, saranno ammesse nel WRC3. La distinzione tra le auto R5 nel WRC2 e WRC3 scomparirà. Tutti possono vincere a parità di condizioni. I piloti di età inferiore ai 30 anni possono anche competere nella serie junior. Nel WRC3 la categoria junior potrà essere intrapresa dagli under 29. Il debutto di una vettura di classe Rally3 è avvenuto in Finlandia al rally di Kouvola. Ken Torn e Timo Taniel hanno corso con la Fiesta.

Per leggere la notizia clicca qui

M-SPORT POLAND ELOGIA KEN TORN

Delfi ha riportato le parole di Maciej Woda, il capo della filiale polacca del team M-Sport. Lui è stato molto soddisfatto di come Ken Torn sia riuscito a competere il debutto con la Ford Fiesta Rally3 nello scorso weekend in Finlandia. “Sono molto, molto contento di come è andata la gara. Sono assolutamente convinto che questa sia la macchina che volevamo. Il nostro obiettivo era battere tutte le vetture del Gruppo N e solo una è sfuggita. Ha fatto un buon lavoro”. Ken Torn e Timo Taniel, che hanno guidato per la prima volta al mondo la Ford Fiesta Rally3 di nuova generazione, hanno ottenuto l’11° posto al rally di Kouvola. “Dobbiamo ricordare che questa macchina era in gara per la prima volta e Ken voleva assicurarsi che il tutto stava andando bene. Tutto sommato, sono molto felice e direi che il nostro obiettivo è stato raggiunto”. Anche Torn ha commentato la gara: “E’ stato un rally ostico. L’ultima prova è andata in scena sotto una fitta nevicata e c’erano almeno 5-10 cm di manto bianco sulla strada. E’ stata dura e abbiamo anche perso tempo con un testacoda nella PS5, ma alla fine la macchina è andata forte e il team è stato soddisfatto”.

Per leggere la notizia clicca qui

“NON POSSIAMO PERDERE OLIVER SOLBERG”

La testata estone Delfi ha appreso che Andrea Adamo, team manager della Hyundai Motorsport, non vorrebbe farsi sfuggire Oliver Solberg. Il torinese ha dichiarato che il 19enne svedese avrà l’opportunità di correre ancora con la Hyundai i20 WRC Plus. Allo stesso tempo, l’italiano ha rifiutato di specificare in quali rally il giovane pilota potrebbe approdare. Delfi ricorda che Oliver, figlio del campione del mondo 2003 Petter Solberg, ha stretto la mano a Hyundai per due anni prima della stagione. Solberg inizialmente avrebbe dovuto prendere parte alla serie WRC2 dell’intera stagione, ma già in Lapponia ha avuto l’opportunità di fare il suo debutto nella classe più alta. Adamo ha confermato che darà a Solberg l’opportunità di guidare ancora la WRC Plus in questa stagione: “Certamente, ma non darò maggiori dettagli. Non dico quanti rally farà. Ero felice dei suoi tempi, ma non sorpreso. Credetemi, quando l’ho visto durante il test pre-rally, il suo approccio al test e al Rally di Monte Carlo mi hanno fatto pensare che fosse pronto per un nuovo passo. Abbiamo visto una serie di qualità con lui l’anno scorso, ma nel test di Monte Carlo abbiamo deciso di metterlo su una vettura WRC Plus. Abbiamo visto tutti di cosa è capace. Sarebbe sciocco da parte nostra lasciarlo andare altrove”.

Per leggere la notizia clicca qui

Rassegna stampa francese 1-8 marzo 2021

Nei sette giorni che vanno dal 1 all’8 marzo, le testate giornalistiche francesi hanno parlato di Mads Ostberg, dell’approdo di Craig Breen al Ciocco, della nuova Audi A1 Rally-2 Kit, delle novità espresse durante l’ultimo Consiglio Mondiale FIA e si sono interrogate sul futuro del Safari Rally. Si è discusso anche dell’itinerario del Rally di Sanremo, delle prospettive future di Hayden Paddon, del Michelin Rally Day in Italia e dell’edizione 2020 del Rallye Jeunes. Infine, le testate hanno rivelato i piani 2021 della Hyundai Customer Racing Driver Junior.

HYUNDAI CONFERMA LA FORMAZIONE JUNIOR

Planetemarcus è una delle prime testate francesi a riportare il programma 2021 della Hyundai Customer Racing Driver Junior. Il team junior è stato confermato ed è composto da 14 piloti. Pierre-Louis Loubet continua la sua esperienza con la privata 2C Compètition, guidando la i20 WRC Plus nel mondiale rally. Gli altri tre piloti scandinavi selezionati sono Oliver Solberg, Jari Huttunen e Ole Christian Veiby, che militano nella categoria WRC2 con le i20 R5. Solberg Jr., che ha già corso in Finlandia con la i20 WRC Plus, dovrebbe comunque tornare nella classe regina in questa stagione. Per il terzo anno consecutivo, nel programma creato dalla Hyundai Motorsport, i piloti potranno beneficiare dei servizi del team principale. Le giovani promesse potranno contare sull’esperienza dei piloti ufficiali, degli ingegneri, dei meccanici e dei consulenti d’immagine. Infine, altri piloti come Grégoire Munster e Josh McErlean saranno supportati da questo programma. Il primo correrà nel campionato belga e in altri round internazionali, mentre il secondo sarà al via nel WRC3 e in alcuni round del campionato britannico.

Per leggere la notizia clicca qui

THIBAUD CELLIER VINCE IL RALLY JEUNES 2020

Rallye Sport conferma che Thibaud Cellier è il vincitore del Rally Jeunes 2020, edizione finita di svolgersi qualche giorno fa a causa del Covid-19. Il giovane pilota aveva già avuto l’opportunità di partecipare a questa competizione. Thibaud ha corso finora nelle gare locali con una Citroën Saxo A6, finendo talvolta anche tra i primi 20. La famiglia Cellier è ben nota nel mondo dei rally, poiché Thibaud non è altro che il figlio di Gilles Cellier. Lui è un pilota dilettante di grande esperienza della regione Auvergne-Rhône-Alpes. Thibaud avrà un programma completo nel Campionato Francese Junior al volante di una Ford Fiesta R2J preparata da M-Sport e dalla FFSA Academy. Il budget sarà a carico della FFSA e dei suoi partner.

Per leggere la notizia clicca qui

RALLY SANREMO 2021: SVELATO L’ITINERARIO

Rallye Infos è uno dei primi siti francesi ad aver parlato dell’itinerario del Rally di Sanremo 2021. Il secondo round del Campionato Italiano Rally, si svolgerà da sabato 10 a domenica 11 aprile. Anche se ha perso il suo splendore, il Sanremo è ancora un appuntamento imperdibile per gli appassionati di rally. Nella scorsa stagione, il Sanremo non ha potuto svolgersi a causa del forte maltempo che aveva colpito il sud della Francia e la regione italiana. La testata, che riporta la tabella tempi e distanze dell’evento, spera che questa edizione 2021 sia quella giusta per l’Italia.

Per leggere la notizia clicca qui

SUCCESSO PER IL MICHELIN RALLY DAY IN ITALIA

Organizzati due volte all’inizio dell’anno in Francia – afferma Rallye Sport -, i Michelin Rally Days hanno raggiunto l’Italia lo scorso fine settimana. Sul versante di Monteu Roero in Piemonte, a un centinaio di chilometri dal confine francese, i piloti hanno potuto divertirsi scoprendo la nuovissima gamma Michelin. Grandi protagonisti gli pneumatici Pilot Sport A. Alla manifestazione ci sono stati piloti italiani e svizzeri, che hanno guidato vetture come la Peugeot 208 Rally4 o la Mini John Cooper Works WRC.

Per leggere la notizia clicca qui

QUALE FUTURO PER IL SAFARI RALLY?

Anche se l’organizzatore del prossimo Safari Rally sta svolgendo un ottimo lavoro, questa manifestazione pare essere in bilico. La notizia è stata diramata da Planetemarcus. Per ora è stato presentato il percorso dell’edizione 2021 prevista per il prossimo giugno nei pressi di Naivasha, in Kenya. Questo evento sta tentando di rientrare nel World Rally Championship già dal 2020, ma le possibilità furono cancellate a causa della pandemia. Proprio per quest’ultima variabile, il calendario mondiale potrebbe subire un’ennesima modifica con ancora una volta l’eliminazione del Kenya. Questo potrebbe essere sostituito da un altro round su terra come la Grecia o addirittura la Lettonia con il Liepaja, valido per l’European Rally Championship.

Per leggere la notizia clicca qui

MADS OSTBERG TORNA IN CROAZIA

Planetemarcus dichiara che Mads Ostberg tornerà molto presto nel WRC. Il norvegese ha trascorso i primi due round del World Rally Championship dietro il microfono di WRC+. Ostberg, durante il weekend del Rally Arctic di Finlandia, ha infatti confermato che sarà presente al terzo evento dell’anno in Croazia sull’asfalto. Probabilmente guiderà la Citroën C3 Rally2. Questa testata ricorda che Mads Ostberg approderà quest’anno nel campionato ungherese con la C3 Rally2. Correrà tutti e 8 gli eventi in compagnia del fido Torstein Eriksen.

Per leggere la notizia clicca qui

AUDI A1 RALLY2-KIT VERSO IL DEBUTTO

Rallye Sport parla della nuovissima Audi A1 Rally2-Kit che potrebbe debuttare nel World Rally Championship attraverso la EKS JC. Legato al marchio Audi per molti anni nel DTM e poi nel WRX, Mattias Ekström è a capo di questo progetto. Per l’occasione, EKS JC ha avuto la buona idea di decorare questa vettura con i colori emblematici dell’Audi quattro degli anni ’80. Per questo progetto, EKS JC ha lavorato in collaborazione con la struttura sudafricana Rally Technic, specialista della categoria R4 e già coinvolta nella produzione di Hyundai i20, Mazda 2 o Toyota Etios in questa categoria. “Il kit Rally2 offre un rapporto prezzo-prestazioni unico per la concorrenza, ma questo progetto si lega qui con un marchio leggendario e una bellissima carrozzeria”, ha commentato il direttore di Rally Technic. “Quando abbiamo lanciato la nuova generazione di Audi A1, sapevamo di voler fare qualcosa. L’auto è pronta. Non resta che lavorare sul set-up. Non abbiamo un programma preciso, ma dovremmo vedere l’auto in alcune competizioni già in primavera o in estate. Al momento questa macchina è per il nostro uso personale, ma la offriremo per il noleggio e l’acquisto non appena saremo soddisfatti delle sue prestazioni “. Lo ha detto Mattias Ekström sul sito ufficiale del WRC. Tecnicamente, questa Audi A1 Quattro avrà un motore turbo da 1,6 litri che sviluppa 263 cavalli. E’ stato abbinato un cambio sequenziale a cinque velocità, entrambi provenienti dal kit standard FIA fornito da Oreca. Joel Christoffersson, team principal EKS JC, parla di un debutto competitivo in questa stagione: “Emil Bergkvist, FIA Junior WRC Champion nel 2018, sarà il nostro pilota di sviluppo. Presto inizieremo le nostre sessioni di prove libere e ci aspettiamo di prender parte in alcuni rally locali o internazionali nel 2021”.

Per leggere la notizia clicca qui

CRAIG BREEN APPRODA AL CIOCCO

Craig Breen raggiungerà Thierry Neuville per correre il Rally Il Ciocco e Valle del Serchio. “Non vedo l’ora di prendere parte al Rally Il Ciocco, evento a cui ho partecipato nel 2019 con Paul Nagle. All’epoca ci è piaciuto molto. Il posto è meraviglioso e non vedo l’ora di tornare”, ha dichiarato Breen. “Guideremo una Hyundai i20 R5 e sono davvero felice di tornare in macchina, specialmente su strade così belle. Spero anche di portare a casa un buon risultato!”. A differenza del suo compagno di squadra, l’irlandese – afferma Rallye Sport -, conosce questo rally dopo aver già partecipato nel 2019 a bordo di una Skoda Fabia R5. In quell’occasione concluse questo evento al quarto posto. Il team Hyundai Motorsport, oltre che a Neuville, fornirà a Breen una i20 R5.

Per leggere la notizia clicca qui

LE NOVITA’ DEL CONSIGLIO MONDIALE FIA

A partire dalla stagione 2022, Planetemarcus dichiara che il campionato mondiale di rally subirà diverse variazioni oltre alla rivoluzione ibrida. Nella riunione di qualche giorno fa, il Consiglio Mondiale FIA ha discusso anche delle categorie cadette. Il campionato WRC-2 sarà riservato esclusivamente alle Rally2 (ex R5) e sarà suddiviso in due competizioni. Da un lato il campionato WRC2 Open riservato ai piloti over 30 anni, dall’altro il WRC2 Junior per gli under 30. Il WRC3 si evolverà secondo lo stesso principio, poiché sarà composto solo da vetture Rally3. Anche qui avremo due serie: il WRC3 Open per gli over 29 e il WRC3 Junior per gli under 29. La testata ricorda che dobbiamo dimenticare il sistema WRC2 PRO per i costruttori e il WRC2 dedicato ai privati. Nel scorso anno ci fù invece il WRC2 (costruttori) e il WRC3 (privati). In conclusione, il campione junior WRC2 o WRC3 della stagione 2022 non avrà il diritto di rimettersi in gioco per conquistare un secondo titotlo. Sarà costretto a correre nella categoria Open nel 2023.

Per leggere la notizia clicca qui

Rassegna stampa tedesca 26 febbraio-5 marzo 2021

Ecco la rassegna stampa rallystica degli ultimi sette giorni in Germania. Dal 26 febbraio al 5 marzo, la stampa tedesca si è chiesta, principalmente, se continueranno ad esserci in futuro due rally invernali all’interno del WRC. E poi hanno dato spazio all’Arctic Rally Finland, all’Audi A1 Rally2-Kit e, immancabilmente, ha ricordato Hannu Mikkola.

IN FUTURO CI SARANNO DUE RALLY SU NEVE NEL WRC?

In futuro ci saranno due rally invernali nel Campionato del Mondo? L’Arctic Rally Finland ha avuto un gran successo nel WRC. Ciò mette il Rally di Svezia sotto pressione. C’è un’alternativa. Rallye Magazin afferma che “questa cosa fa male due volte”. Gli organizzatori dell’Arctic Rally di Finlandia chiedono di voler rimanere nel calendario del World Rally Championship anche in futuro. “Abbiamo sempre un vero inverno quassù”, ha dichiarato Riku Bitter, capo dell’associazione finlandese degli sport motoristici AKK. 

“In ogni caso, saremmo pronti e lo sarà anche la città di Rovaniemi”. I finlandesi non vogliono spingere gli svedesi fuori dal Mondiale, ma lottano per una pacifica convivenza. “Non c’è niente contro di avere due rally invernali. Quindi i test e lo sviluppo degli pneumatici sono più utili”, conclude Bitter. Tuttavia, la FIA dovrebbe essere flessibile nella pianificazione del calendario come l’anno precedente, perché ogni paese dovrebbe ospitare solo una manifestazione. Se la federazione mondiale si attiene alla sua linea precedente, questo potrebbe essere levato in Finlandia. I costi per il Rally di Finlandia in estate ammontano a cinque milioni di euro, mentre l’Arctic Rally Finland è costato circa un milione di euro. Questo dato è molto interessante in vista del futuro, perché nella madrepatria la volontà politica di sostenere tali eventi sta diminuendo.

Per leggere la notizia clicca qui

EKSTROM PRESENTA L’AUDI A1 RALLY2-KIT

Rallye Magazin è una delle prime testate in Germania a parlare dell’Audi A1 quattro Rally2-Kit. Nell’articolo viene delineato che il team di Ekstrom ha avuto fin da sempre la capacità di costruire veicoli da corsa di successo. Dopo tutto, l’Audi S1 ​​EKS RX quattro vinse il campionato del mondo di rallycross. Insieme alla sudafricana Rally Technic, l’Audi A1 è stata trasformata  in un veicolo da rally.

“L’auto è completamente assemblata e pronta per il primo utilizzo. Attualmente stiamo lavorando alla messa a punto della configurazione e abbiamo in programma di partecipare ad alcune manifestazioni locali o internazionali”, afferma il team manager Joel Christoffersson. “A seconda della stagione, ti concentri sul set-up per i rally invernali e su ghiaia. Nel corso dell’anno correremo anche su asfalto”.

L’Audi A1 ​​di EKS ha la trazione integrale, un quattro cilindri turbo da 1,6 litri da 263 CV e un cambio sequenziale a cinque marce. Come collaudatore c’è l’ex Campione dello Junior WRC Emil Bergkvist Ekström non può ancora dire a chi sarà affidata la vettura in futuro: “Attualmente l’auto è destinata solo a noi, ma se saremo soddisfatti delle prestazioni, la affitteremo o la venderemo anche ad altri piloti”. In conclusione è stato ricordato che Mattias Ekstrom, campione DTM, ha corso ad inizio anno alla Dakar. Nello scorso weekend ha corso invece all’Arctic Rally Finland, giungendo quinto nella classifica WRC3.

Per leggere la notizia clicca qui

ADDIO MIKKOLA: GRANDE CAMPIONE

Il mondo dei rally deve dire addio all’ex campione del mondo rally Hannu Mikkola. La notizia viene riportata da Motorsport Magazin. Questo è stato un vero e proprio shock per il mondo dei rally durante il fine settimana dell’Arctic Rally Finland. L’ex pilota di rally finlandese è morto di cancro venerdì all’età di 78 anni. Hannu Mikkola è nato il 24 maggio 1942 nella città finlandese orientale di Joensuu. Ha partecipato ai suoi primi rally nel suo paese natale nel 1963. Dopo numerosi successi in rally nazionali e internazionali, come la vittoria dell’East African Safari Rally nel 1972, Mikkola si è avventurato nel Campionato del Mondo di Rally dieci anni dopo.

Nel secondo anno della sua carriera nel WRC, Mikkola si assicura la sua prima vittoria nel Campionato del Mondo Rally al Rally dei 1000 Laghi nel suo paese d’origine. Di conseguenza, il Rally di Finlandia ha svolto un ruolo importante nella carriera di Mikkola. Nel 1979 ha combattuto per il titolo con Björn Waldegard, giungendo secondo ad un solo punto da Waldegard. Nel 1981 Mikkola passò all’Audi, dove celebra il suo più grande successo. Nel 1983, lui conquista il titolo WRC con la leggendaria Audi Quattro.

In quell’anno il finlandese ottiene quattro vittorie e relega il lancista Walter Röhrl al secondo posto. La sua vittoria finale nel Campionato del Mondo di Rally arriva al Safari Rally nel 1987. Fino al 1993 ha corso con svariati costruttori nel Campionato del Mondo, prima di concludere la sua carriera nel WRC. Le sue ultime apparizioni su un’auto da rally sono state nel 2008 in una manifestazione commemorativa per Colin McRae e in diverse apparizioni al Festival of Speed ​​di Goodwood. Mikkola ha collezionato un totale di 18 vittorie complessive nel WRC e ben oltre 600 successi di tappa in 123 partenze. Nel 2011 è stato inserito nella Rally Hall of Fame. Al termine dell’articolo, vengono rilasciate anche le tristi dichiarazioni del figlio: “La maggior parte lo conosceva come una leggenda del rally, che era attiva negli anni d’oro di questo sport. Per me era un padre fantastico”.

Per leggere la notizia clicca qui

ARCTIC RALLY FINLAND: OTT TANAK RE DELLE NEVI

Ott Tänak ha vinto l’Arctic Rally Finland. Kalle Rovanperä difende il suo secondo posto contro Thierry Neuville e prende il comando nel campionato del mondo. Si apre così l’articolo sulla testata giornalistica tedesca Rallye Magazin. Ott Tänak e il copilota Martin Järveoja hanno offerto una prestazione convincente, mentre Kalle Rovanperä (Toyota) e Thierry Neuville (Hyundai) hanno combattuto un duro duello per il secondo posto fino all’ultimo metro. Con un vantaggio di soli 2,3 secondi, il giovane finlandese ha mantenuto il vantaggio. Rovanpera, che ha vinto la Power Stage, è stato molto veloce in Finlandia.

“Non è stato un fine settimana perfetto, ma ha comunque funzionato”, ha detto Rovanperä, che molti avevano precedentemente considerato come il favorito numero uno per la vittoria. “Ho sbagliato e neanche noi avevamo il ritmo giusto. Il secondo posto va comunque bene”. Per Sebastien Ogier (Toyota) il weekend si è quasi concluso con uno zero e con il quinto posto nella Power Stage. Il Campione del Mondo in carica ha dichiarato: “Questo è tutto quello che potevo ottenere. È così che va il gioco”. Craig Breen (Hyundai), che è ritornato nel WRC, si è dovuto accontentare di un ingrato quarto posto dopo una buona prestazione.

Anche Elfyn Evans si aspettava qualcosa di più rispetto ad un quinto posto: “Non è andata come volevamo”. Il compagno di squadra di Evans Katsuta Takamoto ha concluso il rally al sesto posto, dopo che Oliver Solberg (Hyundai) ha perso secondi preziosi a causa di un testacoda nella Power Stage. Tuttavia, il figlio dell’ex Campione del Mondo Petter Solberg è stata la grande sorpresa del fine settimana. Lui ha anche dovuto sostituire il suo co-pilota, perché il suo attuale co-pilota è stato mandato a casa dopo un primo tampone per il Covid-19 positivo. Anche il giovane Pierre-Louis Loubet, ritirato sabato per problemi al motore, ha avuto un contatto con la neve nella Power Stage.

“Abbiamo avuto un problema e ho guardato brevemente i display”, ha detto il francese. Janne Tuohino invece è caduto mentre lasciava la sauna nella notte di sabato, infortunandosi alla spalla sinistra. I piloti ufficiali M-Sport Teemu Suninen e Gus Greensmith dovevano accontentarsi rispettivamente dell’ottavo e del nono posto. Esapekka Lappi (Volkswagen) festeggia una vittoria indiscussa nella classifica dedicata alle Rally2. Andreas Mikkelsen (Skoda), che ha annunciato di voler dominare ogni rally della stagione, si è dovuto accontentare del secondo posto. Il Campionato del Mondo di Rally proseguirà dal 22 al 25 aprile con il Rally della Croazia. Si svolgerà nei pressi di Zagabria.

Per leggere la notizia clicca qui

Rassegna stampa spagnola 24 febbraio-3 marzo 2021

Ecco una rassegna stampa spagnola degli ultimi sette giorni. Dal 25 febbraio al 4 marzo, le testate giornalistiche iberiche si sono interrogate sul futuro di M-Sport, sulla Renault Clio Rally4, hanno dato spazio a alla morte di Hannu Mikkola, all’Arctic Rally Finland, ad Esapekka Lappi e a Nasser Al-Attiyah, così come hanno parlato anche del matrimonio Red Bull/M-Sport e infine hanno riportato delle interessanti dichiarazioni di Akyo Toyoda.

AL-ATTIYAH TORNA A CORRERE IN SPAGNA

Il pilota qatariota sarà presente alla seconda prova del Super Championship che si terrà a Lorca a fine aprile. La notizia è stata diramata da PitLane Motor. Nasser Al-Attiyah ha confermato la sua presenza a Lorca al volante di una Volkswagen Polo GTi R5 della sua struttura. In questo modo, gli appassionati potranno ancora una volta godersi la guida di Nasser, che già la scorsa stagione ha partecipato a un round del Campionato Spagnolo Rally su ghiaia . Nello specifico, Al-Attiyah corse al Rallye Terra da Auga, dove fu costretto al ritiro a causa di un incendio avvenuto sulla Volkswagen Polo GTi R5. Dopo il Manateq Qatar International Rally, dove ha ottenuto la vittoria, Nasser Al-Attiyah affronterà questa prova dove sicuramente lotterà per le prime posizioni della classifica.

Per leggere la notizia clicca qui

IL FUTURO DI M-SPORT: LE IPOTESI

SoyMotor lancia diverse ipotesi sul futuro del team di Cockermouth. M-Sport, team di Malcolm Wilson che prepara e gestisce le Ford Fiesta nel WRC, sta lavorando attivamente sulla vettura del 2022. “Non è un segreto che il nostro obiettivo principale per il 2022 sia quello di lottare di nuovo per i titoli”, ha ammesso Richard Millener, team principal di M-Sport. Sebbene sia improbabile che Ford aumenti il ​​proprio sostegno finanziario, al contrario sembra intenzionata a fornire supporto tecnico, prestando al team alcune strutture sia in America che in Gran Bretagna per lo sviluppo della nuova vettura, in particolare dal punto di vista dell’aerodinamica. Millener ritiene che le nuove regole “siano un’opportunità per poter superare gli avversari, come abbiamo fatto con Sébastien Ogier nel 2017 e nel 2018”; egli sottolinea che i lavori stanno andando bene e che ad aprile potranno avere il muletto per effettuare le prime prove. ‘’E’ dalla fine del 2019 che abbiamo un team dedicato esclusivamente alla vettura 2022’’. Infine, voci insistono sul fatto che questa volta verrà scelta la Puma, il piccolo SUV, anche se Wilson ha detto che non dovrebbe essere esteticamente molto diversa.

Per leggere la notizia clicca qui

RENAULT CLIO RALLY4: I PRIMI ORDINI

PitLane Motor, grazie a Victor Aguirre, è riuscita ad apprendere che la TRS Racing sarà il primo team ad acquistare la nuovissima Renault Clio Rally4. La vettura sarà affidata a Víctor Aguirre e Esther Gutierrez Porras, membri del Rally Team Spain. “Abbiamo molte speranze per la nuova Renault Clio Rally4 e non vediamo l’ora di iniziare a lavorare con Víctor Aguirre ed Esther Gutiérrez’’, ha dichiarato José Ramos, patron della squadra. “I dati che abbiamo ricevuto dai tecnici di Renault Sport Racing ci collocano davanti a una vettura con una base straordinaria e un enorme potenziale. Siamo sicuri che ci darà una grande gioia e che, oltre a consolidare la nostra alleanza con Renault Spagna, confermerà il TRS Racing Team nella prima divisione dei veicoli a due ruote motrici (2RM) da quando abbiamo iniziato la nostra attività sportiva”, conclude Ramos. TRS Racing ha confermato l’acquisizione di una nuova Renault Clio Rally4 dalla Renault Sport Series. Un’unità che presto arriverà presso i suoi stabilimenti e che si aggiungerà alle due Clio Rally5 che ha acquistato quest’anno e un paio di unità della Dacia Sandero N3.

Per leggere la notizia clicca qui

ADDIO AD HANNU MIKKOLA

Arrivano dalla testata PitLane Motor brutte notizie per la grande famiglia degli sport motoristici, nell’ambito del Campionato del Mondo Rally. Nel bel mezzo del Rally Artico di Finlandia, il secondo round della stagione, il pilota nordico Hannu Mikkola si è spento all’età di 78 anni. Ci lascia così il Campione WRC 1983 con il team Audi Sport. La testata spagnola ricorda il debutto di Mikkola nel Campionato del Mondo Rally, avvenuto nel 1973 al Rally di Monte Carlo con una Ford Escort RS, Hannu Mikkola ha grandi numeri in campionato: 123 partecipazioni, 44 podi, 18 vittorie, quasi 670 PS vinte e un titolo mondiale. Risultati che il pilota finlandese ha ottenuto fino al 1993, in cui ha fatto le sue ultime due apparizioni in Svezia e Finlandia. Ma la sua storia non è segnata solo da buoni risultati, ma anche dal passaggio tra i migliori marche del campionato. Toyota, Ford, Mercedes, Mazda, Subaru e Audi sono i marchi che Hannu Mikkola ha attraversato durante la sua carriera nel Campionato del Mondo Rally.

Per leggere la notizia clicca qui

ARCTIC: OTT TANAK MATTATORE

Ott Tänak e Martin Järveoja hanno vinto la seconda prova del Campionato del Mondo Rally, in cui Sebastien Ogier ha pagato a caro prezzo aver aperto le speciali. Questo è il titolo con cui PitLane Motor apre il suo articolo e ricorda che la Hyundai Motorsport ha ottenuto la sua prima vittoria per mano del duo estone dopo uno sfortunato Rally di MonteCarlo . Questa testata ha raccontato anche della fase finale del rally, la Power Stage, nella quale Ott Tanäk è arrivato come leader. I cinque punti extra sono stati ottenuti da Kalle Rovanperä, che ha anche firmato la sua seconda posizione nell’evento davanti a Thierry Neuville. Il giovane finlandese si è preso la prima posizione con soli due decimi di vantaggio su Craig Breen , mentre terzo è stato Thierry Neuville ad appena un decimo dal suo compagno di squadra. Quarto è stato Ott Tanak che ha rivendicato la vittoria in questo modo. Sebastien Ogier e la sua Toyota Yaris WRC hanno conquistato l’ultimo punto di questa Power Stage.

Per leggere la notizia clicca qui

AKYO TOYODA DOPO L’ARCTIC RALLY

Automobilsport ha riportato le parole di Akyo Toyoda, attuale CEO della Toyota. “Cari membri del team, grazie mille per l’ottimo lavoro che avete svolto nell’innevato Rally Artico di Finlandia”, ha esordito il giapponese nella sua comunicazione. “Kalle, Jonne, congratulazioni per il secondo posto, per la vittoria del Power Stage e per l’ascesa al comando del campionato! Elfyn e Scott sono arrivati ​​quinti e hanno guadagnato più punti per il team, e grazie a questo abbiamo mantenuto la prima posizione nella classifica Costruttori”.

“Al posto del Rally di Svezia, cancellato, questo è stato un ulteriore raduno casalingo per noi in Finlandia e sono sicuro che la squadra volesse davvero vincere l’evento. Pertanto, il primo messaggio che ho ricevuto dalla squadra dopo il rally è stato di scusarmi per aver perso la vittoria. Seb e Julien devono aver avuto una situazione difficile, incluso il ritiro di sabato, ma ho sentito che hanno continuato a prendersi cura degli altri. Penso che siamo davvero una buona squadra. Ho già inviato il mio apprezzamento alla squadra, ma lasciatemelo dire di nuovo: grazie mille a tutti nel team!”.

“Non possiamo dire di essere riusciti a competere con le migliori condizioni, ma la squadra ha sempre agito immediatamente per risolvere le difficoltà in ordine di priorità. Compreso un altro buon risultato per Takamoto al sesto posto assoluto, non ho altro che sentimenti di gratitudine per i risultati ottenuti in tali condizioni.

“Oltre alla sicurezza che è sempre la prima priorità, anche la nostra salute è molto importante soprattutto in questa stagione. Ho saputo che la Finlandia sarebbe entrata in lockdown a marzo. Quindi continuiamo a prestare molta attenzione alla nostra salute e continuiamo a costruire macchine sempre migliori per vincere il campionato. Ora inizia la preparazione per il prossimo round in Croazia e ci sarà un altro rally di casa per noi tra cinque mesi.
Infine, vorrei ringraziare i nostri fan per il supporto continuo ed entusiasta. Vorrei che tutti voi rimaneste sani e salvi”.

Per leggere la notizia clicca qui

Rassegna stampa finlandese ed estone 24 febbraio-3 marzo 2021

Ecco una rassegna stampa finlandese ed estone degli ultimi sette giorni. Dal 24 febbraio al 3 marzo, le testate giornalistiche finlandesi ed estoni hanno raccontato dell’esaltante prestazione di Lappi in Lapponia, della deludente prestazione in Finlandia di Ogier e Lindholm, della morte di Hannu Mikkola e del futuro dell’Arctic Rally Finland. Infine, al di là delle belle parole verso Asunmaa, hanno riportato le parole di Latvala al termine dell’Arctic Rally Finland.

LAPPI BATTE MIKKELSEN IN LAPPONIA

La testata finlandese Urheiluuutiset riporta le parole di Esapekka Lappi, vincitore in Finlandia nella classe WRC2 in Finlandia con Janne Fer. ‘’Sono rimasto davvero sorpreso da quanto la Volkswagen sia diversa nella geometria e nelle sospensioni. Mi ha fatto una grande impressione. Ad essere onesto, non ho dovuto apportarvi grandi cambiamenti. Non ho interferito con le regolazioni della vettura e sono passati anni dall’ultima volta che ho cercato di non trovare regolazioni migliori durante la gara’’, ha commentato il finlandese nel post gara. Nell’articolo si ricorda anche che Lappi e Ferm hanno gareggiato con la Scuderia Movisport a Rovaniemi, ma con l’attrezzatura del team Printsport Racing guidato da Eero Räikkönen. ll Campione WRC2 2016 e il Campione Europeo Rally 2014, non ha ancora potuto dire nulla sul suo programma stagionale. “Dipende sempre dai soldi, speriamo di trovare più sostenitori. Sono sicuro che questa vittoria non ha peggiorato le cose’’, ha ricordato Lappi.

Per leggere la notizia clicca qui

OGIER IN DIFFICOLTÀ IN FINLANDIA

‘’Un piccolo errore costa denaro’’. Cosi esordice la testata giornalistica estone nei confronti di Sébastien Ogier. Si sottolinea la differenza delle prestazioni di Ogier ottenute a Monte-Carlo e in Finlandia: nel primo caso ha ottenuto il massimo dei punti possibili, nel secondo invece ha conquistato solo un punticino nella Power Stage. Si riportano infine le parole aspre del francese, espresse attraverso un comunicato della Toyota Gazoo Racing. ‘’Tutto sommato, è stato un weekend difficile. Abbiamo provato di tutto, ma sapevamo che arrivare qui da leader significava una gara difficile. Abbiamo lottato duramente, ma il piccolo errore di sabato nell’ultimo tentativo della giornata, ovviamente, è stato costoso. Data la nostra posizione di partenza, non ci aspettavamo molto dal test a punti. Non ce la facevo più, guidavo sul confine. C’era troppa neve, ma è stato bello fare un punto’’.

Per leggere la notizia clicca qui

LINDHOLM DELUDE IN LAPPONIA

La finlandese Ralli.fi sottolinea la deludente prestazione di Emil Lindholm in Finlandia. ‘’Sfortunatamente, è stato breve. Mi dispiace per la mia squadra e i miei partner, potevo ottenere un buon punteggio’’, afferma un dispiaciuto Lindholm. Il finlandese ha anche spiegato le dinamiche dell’incidente: ‘’ Il tratto di strada stretto all’inizio del tratto di Kaihuavaara era più nevoso del previsto e quindi scivoloso. Durante la frenata su Nyppylä, il posteriore della nostra macchina è scivolata verso il muro di neve. Lo slancio non è stato eccessivamente eccessivo, ma a seguito del colpo anche la parte anteriore dell’auto si è rivolta verso il terrapieno e direttamente verso il bosco’’. Purtroppo il finlandese non ha potuto continuare nella giornata domenicale a causa dei danni riportati sulla Skoda Fabia Rally2 EVO della TGS Worldwide. ‘’Il radiatore dell’auto si è rotto, il braccio anteriore destro del vano motore era storto, così come il supporto motore. Non saremo in grado di riparare questo danno qui, quindi dobbiamo fermarci. Fastidiosamente, non si può dire nient’altro’’, conclude Lindholm.

Per leggere la notizia clicca qui

L’ULTIMO SALUTO AD HANNU MIKKOLA

La bella carriera del campione del mondo 1983 Hannu Mikkola, morto venerdì, è stata ampiamente ricordata dalla testata Urheiluuutiset. Hannu Mikkola, vera leggenda dei rally, è morto all’età di 78 anni dopo aver sofferto di cancro. La morte di Mikkola è stata confermata dal figlio Vesa Mikkola, che sabato mattina ha twittato un triste messaggio sul suo account Twitter. La partenza della leggenda del rally ha toccato molti nomi profondi e noti del motorsport, tra cui Jean Todt, Mikko Hirvonen, Carlos Sainz e Ari Vatanen. ‘’È una leggenda e un vero campione, oltre che un finlandese volante. Un gentiluomo e un padre di famiglia impegnato, rispettato e apprezzato da tutti. Ha lasciato una grande eredità al mondo dei rally. Hannu ha avuto un grande impatto sulla mia vita. Mi ha ispirato, mi ha guidato e si è preso cura di me come un fratello anche quando gareggiavamo l’uno contro l’altro. È un grande onore invitare Hannu come mio caro amico’’, ha scritto Vatanen sul suo profilo Facebook personale. Mikkola è stato onorato a Rovaniemi durante la cerimonia di premiazione con un minuto di silenzio.

Per leggere la notizia clicca qui

QUALE FUTURO PER L’ARCTIC RALLY FINLAND?

L’Arctic Rally Finland tornerà in futuro nel mondiale rally? La domanda viene posta su yle.fi, un sito finlandese dedicato allo sport. Mentre la FIA non ha preso una posizione certa, i piloti e gli addetti al lavori hanno dichiarato di voler rivedere il round invernale nei prossimi anni a Rovaniemi. Gli equipaggi vorrebbero un ritorno di questo rally, definito grandioso da piloti come Ott Tanak e Kalle Rovanpera. Thierry Neuville ed Elfyn Evans non vedono l’ora di correre nuovamente in futuro le PS artiche, mentre Oliver Solberg ha affermato che è un luogo perfetto per il rally. Rilevanti sono le dichiarazioni del team manager della Toyota Jari-Matti Latvala, che ha dichiarato di aver discusso del futuro del rally finlandese direttamente con Jean Todt , presidente della FIA. “Ho detto a Todt che sarebbe stato fantastico vedere di nuovo questa gara nel Campionato del Mondo di Rally’’, ha esordito il finlandese. ‘’Ha già promesso di pensarci e considerare quale potrebbe essere la situazione di questa competizione nella serie mondiale’’. La questione non è univoca. La FIA è stata scarsamente disposta a far disputare due gare nello stesso paese. Secondo Latvala le regole non sono un problema, ma è più che altro una questione di rispondere agli interessi del promotore della serie e della FIA. ‘’Dopo questo fine settimana, penso che avremo la possibilità di correre di nuovo in futuro qui’’, conclude Latvala.

Per leggere la notizia clicca qui

ASUNMAA SBANCA NEL WRC3

Rallit.fi mette in evidenza le parole di Teemu Asunmaa, vincitore del WRC3 in Finlandia. ‘’La sensazione è eccellente. Questa è stata la mia prima gara WRC3 sulla neve e subito è arrivata una vittoria di classe. In effetti, questa è la mia seconda vittoria di classe in sei settimane nello stesso posto’’, afferma un soddisfatto Asunmaa. Egli si riferiva alla vittoria dell’Arctic Lapland Rally valevole per il Campionato Finlandese Rally. “Ho guidato in modo intelligente per tutto il weekend. All’inizio abbiamo avuto qualche poblema e abbiamo dovuto rendere le sospensioni sempre più rigide. I tempi sono migliorati continuamente. È stata una gara abbastanza diversa rispetto alla serie del campionato finlandese, perché il punto di partenza è molto diverso e quindi le condizioni sono differenti. Il mio modo di guidare migliorava continuamente’’, ha concluso Asunmaa. Il finlandese ha anche riferito che correrà molto probabilmente in altre tappe del WRC: ‘’Sarò sicuramente coinvolto nel Neste Rally Finland, e forse anche in Estonia. Abbiamo un piano per questo. Tuttavia, la serie finlandese è il mio obiettivo principale, ma correrò anche più gare nel WRC3’’.

Per leggere la notizia clicca qui

LATVALA: IL BICCHIERE E’ MEZZO PIENO

Urheiluuutiset annuncia che, sebbene Hyundai abbia ottenuto un risultato migliore della Toyota a Rovaniemi, quest’ultima ha mantenuto la sua leadership sia nel Campionato Mondiale Costruttori che in quello Piloti. ‘’Potremmo non essere stati in grado di ottenere ciò che stavamo cercando questo fine settimana. Si sperava che saremmo stati in grado di lottare per la vittoria e vincere, ma così non è stato’’, ha commentato Latvala. Il finlandese è rimasto stupito dalla prestazione di Kalle Rovampera, vero e proprio pioniere del team in Lapponia. ‘’Grazie Kalle! Ha guidato egregiamante e ha resistito bene alla pressione, vincendo anche la Power Stage. Sì, dobbiamo essere felici che il vantaggio sia stato mantenuto, ed è una cosa straordinaria che Kalle guidi il campionato del mondo, è il più giovane di tutti i tempi’’, conclude Latvala. L’ex pliota del WRC ricorda che ci sono ancora gare in cui Kalle non ha molta esperienza e che potrebbero essere più difficili per lui. Se raccolgie punti e vittorie, Kalle potrebbe rimanere in testa per la corsa al titolo con il suo co-pilota Jonne Halttunen.

Per leggere la notizia clicca qui

Rassegna stampa francese 23 febbraio-2 marzo 2021

Nella settimana che va dal 23 febbraio al 2 marzo, le testate giornalistiche francesi hanno discusso e parlato della morte di Hannu Mikkola, dell’approdo al Rally del Ciocco di Neuville e Wydaeghe, della magistrale prestazione di Solberg Jr. in Lapponia, della Finale Coppa di Francia, del Rally di Croazia, del binomio Red Bull – M-Sport, e dei programmi stagionali di Mads Ostberg, Nikolay Gryazin e Yoann Bonato. Ma andiamo nel dettaglio.

ADDIO HANNU MIKKOLA

La morte del Campione Mondiale di Rally del 1983 ha scosso letteralmente tutto il mondo sportivo. Una delle prime testate a parlarne del finlandese è stata Rallye Infos, ricordando delle sue 18 vittorie mondiali oltre ai titoli nazionali conquistati in Finlandia e in Gran Bretagna. Al di là delle fredde statistiche, egli simboleggia anche l’età d’oro dei rally con la favolosa avventura di Audi e del Gruppo B con la sua rivoluzionaria Audi Quattro a quattro ruote motrici.

Per leggere la notizia clicca qui

NEUVILLE E WYDAEGHE NEL CIR

Il sito web Speed-Magazine porta la notizia dell’approdo al Rally del Ciocco di Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe, per tenersi allenati in vista del Rally di Croazia. ‘’Sono felice di partecipare al Rally del Ciocco con una Hyundai i20 R5″, afferma Thierry.  ‘’Sarà una grande opportunità per me e Martijn correre insieme e lavorare questa gara per rafforzare la nostra partnership in vista delle prossime gare del WRC. Sarà la mia prima partecipazione al Rally del Ciocco, ma so che le strade sono molto belle e difficili, quindi non vedo l’ora di esserci’’. Il duo belga prenderà parte alla manifestazione del 13 e del 14 marzo con una Hyundai i20 R5.

Per leggere la notizia clicca qui

SOLBERG JR: CHE PRESTAZIONE!

L’autore ‘’Fabien’’ di Rallye Infos è rimasto estasiato dalle performance di Oliver Solberg nell’Arctic Rally Finland, seconda tappa del World Rally Championship. ‘’Alcuni piccoli errori dI gioventù vengono a contenere un po’ il risultato finale, ma non importa perché alla fine le prestazioni e la solidità ci sono’’, esordisce l’autore dell’articolo. ‘’In tutta sincerità, Oliver Solberg ci ha lasciato senza fiato in questo Arctic Rally Finland, perché ha messo tutti gli ingredienti per sedurci! Performance, passaggi magnifici, spettacolo, buon umore, belle parole al microfono e infine quel piccolo lato litigioso quando annuncia di aver perso gli occhiali e guida senza. Tante sono poi le evidenti somiglianze al volante con Petter Solberg. Lui e Rovanpera rappresentano il futuro del mondiale rally’’.  Nella parte finale dell’articolo si chiede a gran voce di far correre il giovane svedese in altre gare del WRC, anche per vedere e giudicare il suo livello su asfalto o su terra.

Per leggere la notizia clicca qui

FINALE COPPA DI FRANCIA: LE NOVITÀ

All’inizio della scorsa settimana giungono notizie importanti sulla Finale della Coppa di Francia. Rallye Infos ha annunciato che gli organizzatori del Rallye National de la Côte Fleurie, hanno ufficialmente registrato la loro candidatura per organizzare la finale della Coupe de France del 2023 o 2024. ‘’Abbiamo fatto la richiesta ufficiale e un osservatore verrà per il Rally di Lisieux e, senza dubbio, anche per il prossimo Rally della Côte Fleurie. Abbiamo fatto questa richiesta alla nostra ASA del Pays Normands che poi la inoltrerà al comitato regionale della Normandia. Questo verrà poi inviato con avviso alla Federazione francese degli sport motoristici’’, ha commentato Jean-Michel Guégan, il presidente della squadra della Côte Fleurie. Il Rally di Côte Fleurie è diventata con il passare degli anni una delle manifestazioni più grandi in Normandia e il Rally di Lisieux è un evento rilevante nella regione.”La Coupe de France esiste dagli anni ’80 e la Normandia non l’ha mai avuta. La finale non è mai stata organizzata in Normandia. Ci auguriamo, questa volta, che il nostro progetto vada alla federazione”, conclude Guégan.

Per leggere la notizia clicca qui

RALLY DI CROAZIA: IL PROGRAMMA

Planetemarcus è stato uno dei primissimi siti francesci ad esporre l’itinerario del Croatia Rally 2021, terza tappa del mondiale rally e prima gara del mondiale rally junior. Jérémie Billiot spiega che la manifestazione si svolgerà interamente su asfalto e che sarà composta da 22 prove speciali. Il totale del tratto cronometrato raggiungerà i 302,06 chilometri. Sul sito viene esposta anche un ottima tabella sui tempi e le distanze.

Per leggere la notizia clicca qui

TORNA IL BINOMIO RED BULL-M-SPORT

Rallye Sport, nella mattinata del 23 febbraio, lancia una bomba: Adrien Fourmaux correrà in Lapponia con la Fiesta Rally2 livreata con i colori Red Bull, risultato di una nuova partnership tra M-Sport e il marchio austriaco. ‘’L’obiettivo è quello di essere in gioco per un altro buon risultato all’ArCtic Rally di Finlandia di questo fine settimana, dove continuo la mia campagna WRC 2 con il supporto di Red Bull e M-Sport’’, annuncia soddisfatto Fourmaux. Molto entusiasta di questo progetto anche Malcolm Wilson, ‘’La Red Bull vede in Adrien lo stesso potenziale che abbiamo noi, ed è fantastico accoglierli di nuovo nella famiglia M-Sport’’. E non è finita qui: la notevole testata giornalistica francese ricorda che il francese a fine aprile farà il suo debutto nella classe regina partecipando al Croatia Rally con la Ford Fiesta WRC Plus.

Per leggere la notizia clicca qui

MADS OSTBERG DELINEA LA SUA STAGIONE

Il Campione WRC2 2020, nonché attuale reporter per WRC+, correrà quest’anno nel Campionato Ungherese Rally con una Citroën C3 Rally2.
A lanciare la notizia è stato il sito web Planetemarcus. Mads Ostbaerg, che sarà accomoagnato da Torstein Eriksen in questa nuova avventura, sarà supportato dalla Citroën Rally Team Hungary e dalla Tagai Racing Technology.

Per leggere la notizia clicca qui

NIKOLAY GRYAZIN AL LE TOUQUET

Rallye Infos lancia una notevole notizia su Nikolay Gryazin nel mattino del 23 febbraio. Viene enunciato che il pilota russo, che corre nel WRC2 con la Scuderia Movisport, sarà al via con la Volkswagen Polo GTi R5 al Rallye Le Touquet – Pas-de-Calais 2021. Questa è la prima gara del Campionato Francese Rally Asfalto.

Per leggere la notizia clicca qui

YOANN BONATO ALLA CONQUISTA D’EUROPA

Rallye Sport annuncia che Yoann Bonato, vincitore per tre volte della serie francese su asfalto, sarà al via ancora una volta nel medesimo campionato. Ovviamente squadra vincente non si cambia; Bonato correrà sempre con la Citroën del Team CHL e sarà navigato da Benjamin Boulloud. Sempre secondo questa testata gionalistica, il francese potrebbe anche correre quest’anno nella serie europea.

Per leggere la notizia clicca qui