Ferri e Battistolli, la strana coppia per Monza

A distanza di undici anni il gentlemen driver di Arcugnano ci riprova, al via del rinomato rally show su Ford Fiesta WRC, affiancato da uno dei più promettenti talenti nazionali.

Correva l’anno 2008 con Luca Ferri, al volante di una Ford Focus WRC, che affrontava l’inedita sfida di essere affiancato da un altro pilota, nell’occasione il conterraneo Andrea Dal Ponte, al suo debutto in quel del Monza Rally Show.
Undici anni sono trascorsi ed il pilota vicentino ha deciso di riprovarci, iscrivendosi alla rinomata kermesse di fine stagione con una delle più belle realtà del panorama rallystico nazionale, Alberto Battistolli, e scegliendo la Ford Fiesta WRC, messa a disposizione da Delta Rally, quale compagna di avventura per il sempre atteso weekend brianzolo di fine stagione.

“L’ultima volta al Monza Rally Show è stata undici anni fa” – racconta Ferri – “quando ho corso assieme ad un altro pilota, Andrea Dal Ponte. Con Alberto è nata una piacevole amicizia e da questo punto di partenza è nata, in me, l’idea di ripetere l’esperimento di essere affiancato da un altro pilota. Abbiamo definito la partecipazione soltanto tre settimane fa e mi ha fatto molto piacere vedere l’entusiasmo di Alberto nell’accettare la mia strana proposta. Lo stimo molto. Essendo due piloti, con un volante solo a disposizione, ci sarà da divertirsi. Sono curioso di vedere se Alberto sarà tra i più forti piloti emergenti italiani anche con il quaderno delle note.”

Gli fa eco il ventiduenne vicentino, figlio d’arte, pronto a calarsi sul sedile di destra.

“Quando Luca mi ha chiamato e mi ha proposto la partecipazione al Monza Rally Show” – sottolinea Battistolli – “credevo fosse uno scherzo. Poi ho realizzato che lui difficilmente scherza quando si pone un obiettivo. Non è mai stato nei miei programmi fare il navigatore ma sarà sicuramente un’esperienza interessante, al fianco di un grande amico. Sarà difficile calarmi bene in questo ruolo, cercherò di fare il mio meglio. Ringrazio di cuore Luca per l’opportunità.”

Il via ufficiale all’edizione 2019 del Monza Rally Show sarà data Venerdì 6 Dicembre, con la partenza della prima vettura prevista per le ore 14:31, prima di darsi battaglia sulle due prove speciali di apertura, “Autodromo” (8,83 km) e “Roccolo” (20,50 km).
La seconda tappa, Sabato 7 Dicembre, si articolerà sulle due tornate sulla “Grand Prix” (27,19 km), intervallate dalla “Parabolica” (9,66 km) e dalla ripetizione di “Autodromo” (8,83 km).
La terza e conclusiva frazione di gara andrà in scena Domenica 8 Dicembre: dopo aver disputato il secondo giro a “Roccolo” (20,50 km) e “Monza” (1,50 km), a conclusione del rally, ci si avvierà verso la sfida, testa a testa, del Masters Show, con inizio previsto alle ore 12:30.

“La WRC è una vettura sempre al top” – conclude Ferri – “ed anche se siamo consapevoli che danno il meglio sulle strade di tutti i giorni siamo certi che ci divertiremo molto. Le inversioni da leva e le super staccate pistaiole ci permetteranno di gustarci questo bolide. Un particolare ringraziamento a tutti i partners che ci han sostenuto, in sinergia totale: Bericah, Cofle e DC.”

Baldon Rally cambia pelle, punta tutto sulla 208

Rivoluzione in seno al team vicentino, deciso a diventare punto di riferimento, a livello nazionale e non, per il noleggio della piccola, pepata, vettura di casa Peugeot.

Da sempre gli ultimi mesi dell’anno sono anticamera di progetti e novità per la nuova stagione ed ecco che Baldon Rally si prepara a giocare la carta Peugeot 208 con un solo ed unico obiettivo: diventare punto di riferimento, a livello nazionale ma senza escludere di strizzare l’occhio fuori confine, per il noleggio della vettura della casa transalpina, quest’ultima diventata palestra ideale per i giovani talenti.

“Il nostro mantra è diventata la specializzazione” – racconta Baldon (titolare Baldon Rally) – “perchè ci siamo resi conto che è molto più utile essere specialisti in qualche ambito piuttosto che essere nella media in tanti campi diversi. Tradotto nel nostro caso ciò significa che abbiamo deciso di rinnovare quasi totalmente il parco auto, andando a dismettere le sempreverdi Peugeot 106 per dedicarci, anima e corpo, al progetto Peugeot 208. Abbiamo così deciso di vendere tutte le nostre 106 per focalizzare tutta la nostra attività sulla 208. Crediamo molto nella francesina, è una vera auto da competizione. Possiamo dire un’auto da mondiale ma in versione più piccola. La Peugeot 208 R2 è diventata ormai passaggio chiave per tanti piloti a livello nazionale, basta scorrere gli elenchi iscritti delle gare in Italia e non solo, per capire come questa vettura sia tra le più amate nel medio segmento. Il pilota più esperto ha la possibilità di sfruttare l’enorme potenziale tecnico di questa vettura ed al tempo stesso il neofita può iniziare a prendere confidenza con una vettura che potrà continuare ad utilizzare a lungo.”

Una decisa e ferma convinzione, quella del patron di Baldon Rally, che si è consolidata ulteriormente grazie al recente arrivo, direttamente nella sede vicentina, di una nuova Peugeot 208 R2, la quale andrà ad aggiungersi agli altri due esemplari già visti nel corso dell’anno.

“Abbiamo deciso di acquistare una terza Peugeot 208 R2” – sottolinea Baldon – “perchè, come già anticipato, vogliamo concentrarci sulla specializzazione su questa vettura, puntando a dare un servizio di alta qualità ai nostri piloti. L’idea è stata ulteriormente spinta sia dalla vittoria nella CRZ, grazie a Sandro Schenetti, sia dai tanti successi che abbiamo raccolto nel 2019. Vogliamo dare ai nostri clienti un prodotto al top, dalla preparazione in officina al servizio sul campo di gara, dalla conoscenza specifica di tutto il potenziale della vettura alla disponibilità di ricambi dedicati nei mezzi di assistenza. Abbiamo maturato molta esperienza, in questo 2019, e ci siamo resi conto che questa è la nostra strada, la strada giusta. Diventare 208 specialist.”

Se l’obiettivo dichiarato in casa Baldon Rally è diventare “208 specialist” non si può non pensare alla nuova Peugeot 208 Rally 4, il cui debutto è previsto per la seconda metà del 2020.

“Siamo sempre proiettati al futuro e all’innovazione” – conclude Baldon – “ed anche la Peugeot 208 Rally 4, appena disponibile, entrerà nel nostro parco auto. Vogliamo essere 208 specialist.”