Simone Campedelli e Armando Donazzan, presidente di Orange1 Racing

Armando Donazzan: ‘Simone ha una fantastica opportunità di carriera’

Il sito ufficiale di M-Sport conferma con un comunicato stampa di aver raggiunto una nuova partnership con Orange1 Racing. Un accordo “che porterà il team britannico a schierare una Ford Fiesta R5 ufficiale guidata da Simone Campedelli, con alle note Tania Canton, nel Campionato Italiano Rally 2019. Per il quarto anno Simone Campedelli e Orange1 Racing saranno insieme con una Ford Fiesta R5 nel Cir, questa volta con l’assistenza di M-Sport Poland, con cui possono sfruttare appieno il loro potenziale”, si legge nel comunicato che in sostanza smentisce le voci diffuse nei giorni scorsi che volevano un intervento diretto del reparto M-Sport impegnato nel WRC sulla vettura di Campedelli. Va bene che sognare è gratis, ma…

La nota ufficiale di M-Sport riporta anche una dichiarazione di Armando Donazzan che, ‘leggermente’ travisata nei giorni scorsi, è impazzata nel web a mo’ di clickbait. Tradotte alla lettera, senza enfatizzazioni, le parole di Armando Donazzan, presidente di Orange1 Racing, suonano così: “L’ingresso di M-Sport nel Campionato Italiano Rally ha un significato implicito, ma anche chiaro. Il valore e la grandezza della squadra di Malcolm Wilson non devono essere presentate a nessuno. Questo nuovo ingresso sulla scena italiana eleva il campionato stesso. Un po’ come ha fatto la Juventus, portando Cristiano Ronaldo a giocare in Italia”.

Donazzan ha poi aggiunto: “M-Sport è un partner tecnico di alto livello e siamo orgogliosi di averli come nostri partner. Realizzeremo nei rally quello che stiamo già facendo in pista, dove lavoriamo con i migliori produttori come Lamborghini per raggiungere i migliori risultati. Questo campionato è una grande opportunità non solo per noi, ma anche per Simone Campedelli, che ha il giusto background per dimostrare finalmente di essere il vincente che tutti conosciamo. Simone ha una fantastica opportunità di carriera e la collaborazione con M-Sport può portare a grandi sviluppi futuri”. Tutto qui. Donazzan non ha mai parlato di macchina migliore del mondo.

Ricordatelo quando leggerete di nuovo certe cose: l’autorevolezza vuole che si raccontino fatti e notizie, verificandole prima di tutto. Un giornale deve tardare una notizia, se nella verifica ci sono dei dubbi. Raccontare uno sport non significa pubblicare tutto e anche il contrario di tutto. Forse, la peggiore offesa che si può fare all’intelligenza e alla passione di chiunque. Anche del meno intelligente e meno appassionato.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Facci sapere qual è la tua opinione?