Il pilota polesano Michele Mondin

Michele Mondin: ‘Vincere è difficile, riconfermarsi di più’

Un doveroso salto nel recente passato, quello vissuto da Michele Mondin venerdì 15 e sabato 16 febbraio all’autodromo di Monza, in occasione della cerimonia di premiazione di AciSport per celebrare tutti i campioni, nelle varie discipline motoristiche, per la stagione agonistica 2018. Oltre seicento i piloti premiati, suddivisi in otto cerimonie, hanno animato il tempio della velocità, tra i quali il giovane adriese ha potuto festeggiare il secondo alloro siglato, consecutivamente, nel Campionato Italiano WRC.

Alla guida di una Citroen Saxo Gruppo A, curata da Assoclub Motorsport, il portacolori della scuderia GR Motorsport ha messo la propria firma, bissando il titolo del 2017 da esordiente, tra le vetture delle classi A6, Prod. E6 e K10 ed è risultato inoltre il secondo assoluto nella speciale classifica dedicata agli under 25.

Un importante traguardo che, al tempo stesso, è punto di partenza per la nuova annata. “Vincere è sempre difficile – racconta Mondin – ma riconfermarsi lo è ancora di più. L’evento organizzato a Monza, da AciSport, è stata una bellissima opportunità per incontrare i nostri avversari e colleghi ma, soprattutto, per poter conoscere chi vive altri ambienti dell’automobilismo sportivo. Una cerimonia di premiazione unificata, che raccoglie tutti i campioni nazionali, è molto emozionante. Ci siamo sentiti ripagati per gli sforzi della stagione.”

Seppure l’inizio del 2019 sportivo di Mondin si avvicini sempre di più alla porta il tempo per archiviare i festeggiamenti, per il bis tricolore, non sono ancora del tutto terminati. Grazie all’invito del Panathlon International Club di Adria il pilota polesano sarà ospite, giovedì 21 febbraio a partire dalle 20, per il tradizionale appuntamento della conviviale. Un’occasione importante, quella che si terrà presso l’hotel Stella d’Italia ad Adria, per rafforzare il legame con il territorio e per creare una solida sinergia con il sodalizio locale, da sempre promotore dell’educazione sportiva come elemento della crescita culturale dei giovani.

“Il Panathlon International Club Adria – racconta Giovanni Orlandi, presidente Panathlon International Club Adria – è stato fondato nel 1977 dal maestro Arnaldo Cavallari, il quale in fatto di motori ha fatto parlare in tutto il mondo. Siamo da sempre promotori dell’educazione attraverso i sani principi dello sport, per rendere i giovani più sensibili ad una migliore comprensione reciproca e all’amicizia. Unendo questi due fattori non possiamo che essere contenti di accogliere un giovane talento come Michele Mondin. Ha raggiunto importanti traguardi a livello nazionale, nell’ambito dei rally, portando il nome di Adria a spasso per l’Italia quale sinonimo di realtà vincente. È sempre un piacere ed un onore aprire le porte del Panathlon International Club Adria per poter dare lustro ai nostri campioni locali. Vi aspettiamo giovedì prossimo, all’hotel Stella d’Italia di Adria, per festeggiare il nostro campione italiano”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Facci sapere qual è la tua opinione?