Premiazione sociale della Meteco Corse

La Meteco Corse premia i suoi piloti e si prepara alla stagione 2019

Una serata dove le risate e il buon cibo hanno preso il sopravvento e l’allegria è diventata decisamente contagiosa, finendo per travolgere un po’ tutti. Può essere sintetizzata così la serata di premiazioni della Meteco Corse, storico team piemontese impegnato su vari fronti tra cui anche il Cir 2018, disputato con Giorgio Cogni e Gabriele Zanni, campioni italiani rally junior, oltre che con Emanuele Rosso e Andrea Ferrari, che hanno gareggiato con la Renault Clio RS R3T.

Venerdì 1 febbraio 2019, nei saloni dell’Hotel Brindor di Poirino, nel Torinese, era prevista la consueta cena con premiazione sociale della scuderia di Luciano Chiaramello. Le premesse per una bella e piacevole serata c’erano sin dall’inizio: molti piloti e copiloti da premiare, giornalisti da ringraziare, bilanci di una stagione e tanti sogni nel cassetto per l’immediato futuro. A fine cena, come al solito, a presentare le premiazioni dovrebbe essere il vice direttore di RS e oltre, Sergio Zaffiro, anche volto storico della comunicazione della Meteco Corse.

A Zaffiro si unisce a sorpresa il patron del team, Chiaramello: due t-shirt dedicate a Giorgio Cogni, vincitore del Cir Junior 2018, il cappello della Meteco Corse e un pizzico di sana e ordinaria follia, i “gemelli diversi” si lanciano in una divertente gag che dà vita alla premiazione sociale, che di conseguenza prende una divertente piega e così, tra risate, battute, applausi e ancora risate, la serata scorre via lieta e veloce: ringraziamenti ai giornalisti e agli sponsor. Ma soprattutto: decine di piloti e copiloti vengono premiati e riconfermano fiducia nel sodalizio torinese anche per la stagione 2019 e nella sua trentennale esperienza. Un gesto certamente importante in un momento delicato come questo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Cosa ne pensi?