Panoramica di Autoexpo 2019 a Pistoia

Ad Autoexpo 2019 sono state celebrate auto, gare e campioni

Ha chiuso con il sorriso, ma anche con l’ottimismo, Autoexpo 2019, proposto nel fine settimana appena trascorso negli spazi espositivi de “La Cattedrale – Pistoia Fiere” di Pistoia. Organizzato da Pistoia Corse in collaborazione con l’Automobile Club Pistoia, l’evento era partito al meglio nella vigilia, conoscendo un notevole interesse da parte degli operatori economici, con la parte espositiva che ha incrementato del 15% rispetto all’edizione dello scorso anno, segno che la vetrina è stata ritenuta un importante volano per l’immagine dell’attività di chi espone oltre che per favorire ed avviare importanti contatti commerciali.

Per due giorni, a Pistoia si è parlato di passione, soprattutto. Passione per l’automobilismo, per il motorsport, per le due ruote ed un forte interesse per la mobilità. Con tutto questo Autoexpo 2019 ha ricevuto una concreta risposta del pubblico, sia locale che arrivato anche da molte parti d’Italia, permettendo di registrare lo stesso afflusso della passata edizione, nonostante sul territorio fossero presenti altre manifestazioni.

Autoexpo 2019, facendo anche “cultura” di automobilismo e motociclismo, sia con lo sport che con il racconto dell’industria e dell’indotto ad essi legato, dove l’Italia eccelle da sempre, ha comunicato quindi anche il territorio, favorendo l’incoming di tanti appassionati, come peraltro accaduto nelle tre edizioni passate, segno tangibile della dimensione che il salone sta assumendo in un contesto nazionale.

Già due anni fa ed anche l’anno passato le “rosse” di Maranello fecero sfoggia del loro design unico, del loro colore inconfondibile. Anche quest’anno la Ferrari ha fatto parte integrante di Autoexpo, si è potuta ammirare un modello della vettura Formula 1, in una delle ultime versioni, vero oggetto di culto per gli appassionati di motorsport. Un successo oltre le aspettative anche il tributo organizzato alla Porsche 911. Alla celebre coupé di Stoccarda, dalla silhouette iconica ed il design senza tempo, un simbolo intramontabile delle vetture sportive ed anche da competizione, è stata dedicata un’ampia mostra di modelli che ne hanno raccontato la storia inimitabile.

L’Automobile Club Pistoia ha presentato il nuovo passaggio da Pistoia della 1000 Miglia. La “corsa più bella al mondo” transiterà dalla città il 17 maggio, con un controllo a timbro in Piazza Duomo, oltre a passare in altre parti del territorio. Legata alla storia della mitica gara della “freccia rossa” era la mostra di vetture della Ermini, il celebre costruttore di auto a connotazione sportiva di Firenze (nato nel 1932 e chiuso nel 1956) con modelli che hanno contribuito a fare grande la storia della corsa della “freccia rossa”. Sono stati esposti diversi modelli d’epoca, oggetto anche essi di grande interesse da parte del pubblico, anche da coloro non propriamente ispirati dalla passione per l’automobilismo sportivo, ma della storia industriale toscana.

La kermesse toscana ha avuto quest’anno il valore aggiunto della premiazione del portale web Rallylink.it, online dal 1998. E’ stato premiato, con i voti delle migliaia di utenti del portale, il Campione Italiano Rally (per l’undicesima volta) Paolo Andreucci. “Personaggio del Rally 2018”, un titolo che ha conquistato per la terza volta. Il “Trofeo Loris Roggia”, istituito nel 2004 dopo la scomparsa del copilota veneto (ideatore e fondatore del sito Rallylink), è stato vinto da Luca Beltrame, che al fianco di Enrico Brazzoli, lo scorso anno è diventato campione del mondo rally in categoria WRC 3.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Cosa ne pensi?