Kalle Rovanpera, test Croazia 2022

Rovanpera ha testato in Croazia, ora tocca ad Evans e Lappi

La Federazione Internazionale dell’Automobile, nel 2022 concede a Pirelli tre sessioni di test, ciascuna di tre giorni, per far evolvere le proprie mescole. E questo perché l’introduzione delle Rally1 è stata una vera e propria sfida per gli ingegneri dei 2,5 Marchi coinvolti nella categoria regina del Campionato del Mondo Rally.

Altrettanto, però, hanno dovuto fare anche gli ingegneri del Costruttore di pneumatici che fornisce le gomme nel Mondiale WRC. Infatti, hanno lavorato meticolosamente con il cambiamento dei regolamenti anche gli ingeneri Pirelli (quest’anno dal Mondiale non arriva nessuna polemica sugli pneumatici, mentre l’anno scorso, durante le prime tre gare, regnava grande insoddisfazione). Le caratteristiche delle nuove vetture hanno costretto Pirelli a sviluppare pneumatici più robusti per far fronte all’aumento di peso e potenza delle ibride Toyota, Hyundai e Ford.

Tornando alle sessioni di test per svilupare gli pneumatici, i ragazzi di Toyota hanno deciso di effettuare la prima sessione sull’asfalto croato e con la formazione diretta da Jari-Matti Latvala (sulla rivista RS RallySlalom e oltre in edicola trovate l’esclusiva guida alle prove speciali e al programma eventi del Croazia Rally). Il finlandese Kalle Rovanperä, attuale leader del Campionato del Mondo, ha raccolto alcuni dati preziosi nella giornata del 7 aprile 2022 che adesso Pirelli analizzerà per orientare i progressi.

“L’obiettivo del test in Croazia è quello di verificare come evolve la nostra mescola dura sulla falsariga dello sviluppo delle nuove vetture ibride, più pesanti e più potenti della generazione precedente” , ha spiegato Terenzio Testoni, responsabile Pirelli. Elfyn Evans ed Esapekka Lappi contribuiranno nei prossimi due giorni la sessione di test.

Condividiamo passione nelle migliori edicole

RS e oltre aprile 2022