Rovanpera gestisce il vantaggio nel day2 del Rally di Estonia

Il driver finlandese di Toyota Gazoo WRT è sempre più vicino al suo primo storico successo in una gara del WRC. Solamente 52.10 chilometri suddivisi in sei prove speciali separano Kalle Rovanpera e Jonne Hultunnen, da una vittoria che sarebbe storica. Infatti, in caso di vittoria il classe 2000 diventerebbe il più giovane pilota ad aver vinto una gara del Mondiale Rally, superando così il precedente record detenuto dal suo team manager Jari-Matti Latvala, vincitore in Svezia nel 2008 all’età di 22 anni e 313 giorni.

Il pilota Toyota ha attaccato in mattinata scavando un gap molto importante tra se e il suo diretto inseguitore, l’irlandese Craig Breen al volante della Hyundai I20 Coupé WRC, per poi “amministrare” il vantaggio nel loop pomeridiano. Breen in questa seconda giornata di gara si è “limitato” a gestire il vantaggio dal suo compagno Thierry Neuville, che nel frattempo ha allungato su Sébastien Ogier, entrato oramai in modalità controllo. In quinta posizione si conferma Elfyn Evans, in difficoltà e mai completamente a suo agio sulle velocissime strade dell’Estonia.

Sesta e settima piazza per due delusioni di questa prima parte di stagione, stiamo parlando di Teemu Suninen, autore fino a questo momento di una prova incolore, ma sicuramente migliore rispetto al disastroso Rally Italia Sardegna e del giovane francese Pierre-Loius Loubet, che finalmente conclude le prime due giornate di un rally senza dover ricorrere alla formula del super rally.

Il vero mattatore di questo sabato estone è stato però Ott Tanak: il pilota di casa al volante della Hyundai I20 Coupé WRC ha vinto sei prove sulle nove disputate, una prestazione che sepurre estremamente positiva è “inutile” ai fini della classifica generale. L’ex Campione del Mondo 2019 è tornato in gara quest’oggi con la formula del super rally dopo il ritiro avvenuto nella giornata di ieri.

La gara baltica si concluderà nella giornata di domani con le ultime sei prove speciali in programma per poco più di 50 chilometri cronometrati, tre le prove in programma tutte da ripetere per due volte: Neeruti (7,82 km), Elva (11,72 km) e Tartu (6,51 km), quest’ultima valida anche come Wolf power stage.