Roberto Scopel, Colli Trevigiani

Roberto Scopel riparte dal Rally Colli Trevigiani

Il calendario sportivo della nuova stagione si apre, per quel che riguarda il Triveneto, all’insegna di un più che gradito ritorno ovvero quello del rinato Rally Colli Trevigiani che, assente dal 2009, accenderà di nuovo zone rese note dal Marca.

La distanza di pochi chilometri dal fulcro dell’appuntamento si è rivelata un richiamo al quale Roberto Scopel non ha saputo resistere ed ecco pronta una sempreverde Renault Clio Williams GruppoA, messa a disposizione da R Service, con la quale presentarsi ai nastri di partenza.

Affezionato alla propria gara tanto quanto alla casa d’oltralpe il pilota di Possagno non ha mai fatto mancare la presenza sulle strade del Colli Trevigiani, passando dalla sfortuna dell’edizione 2009 alla top ten assoluta sfiorata, quinto di classe S1600, nella precedente dell’anno 2008.

“Con questa sarà la terza edizione del Colli Trevigiani” – racconta Scopel – “ed ho sempre voluto essere presente perchè, quando si gioca in casa, è obbligatorio esserci. Il bilancio delle due mie apparizioni qui è in pari, per il momento, perchè nel 2009 il motore della nostra Clio gruppo A aveva ceduto mentre nel 2008 ci eravamo comportati molto bene con la Super 1600.”

Gara spot per il portacolori di MT Racing, affiancato da Andrea Prevedello alle note, in attesa di definire quale sarà il programma per una stagione tutta all’insegna del marchio Renault.

“Con la Clio gruppo A mi sono tolto tantissime soddisfazioni” – aggiunge Scopel – “e, seppure sia una vettura che comincia ad avere la sua età, resta sempre un’icona del rally. Oserei dire che la Renault Clio è sinonimo di rally quasi quanto lo sia stata la Lancia Delta. Il Colli Trevigiani, essendo al suo ritorno dopo tanti anni, non avrà alcuna validità quindi il nostro intento sarà solamente ed unicamente quello di divertirsi. Ringrazio di cuore la mia famiglia perchè, essendo diventato papà da poco, non è stato facile riuscire ad organizzare questa partecipazione. Tra la bimba ed il lavoro è stata una sudata ma sono molto felice di poter correre vicino a casa. Cercheremo comunque di fare bene, per loro ma anche per i nostri partners, per la scuderia, il team e per noi stessi. Se poi verrà il risultato allora festeggeremo.”

La prima tabella di marcia sarà consegnata nel tardo pomeriggio di Sabato 19 Febbraio, una cerimonia di presentazione ed una passerella quale aperitivo della sfida vera e propria.

La Domenica successiva il semaforo verde si accenderà per affrontare i tre storici tratti cronometrati, ereditati dal Montebelluna Rally, ovvero “Mostaccin” (8,53 km), “Montello” (7,34 km) ed il rinnovato “Monte Tomba” (11,47 km), tutti da ripetere per due passaggi in fila.

“Conosciamo bene il percorso e la vettura” – conclude Scopel – “e sappiamo di avere un pacchetto adatto per questa tipologia di percorso. Il nuovo tratto del Monte Tomba è davvero molto interessante. Cercheremo sicuramente di puntare al podio, vedremo durante la giornata.”