Robert Virves vince nel JWRC e vola nel WRC2 2023.

Il pilota estone vince il titolo riservato agli Junior e vola nel WRC2 Open 2023. All’irlandese Brian Hoy il titolo riservato ai navigatori.

Parla estone lo Junior WRC 2022: il campionato riservato ai migliori talenti incorona Robert Virves suo Re. Il classe 2000, conquista l’alloro iridato al termine di una stagione corsa sul filo dei punti, conquistato il titolo proprio allo sprint finale, grazie al successo sui durissimi sterrati dell’Acropolis.

All’ultima gara si era arrivati con quattro piloti in lotta per il titolo, ma già dalla prima giornata le speranze dei due baby finlandesi si sono spente sulla durezza delle pietraie greche, bravissimo invece a trovare fin dai primi chilometri il giusto ritmo di gara è stato proprio il driver estone che ha concluso la prima giornata di prove con un buon vantaggio sul britannico Jon Amstrong, rallentato da una foratura e conseguente cambio pneumatico. I restanti due giorni di gara son stati improntati sulla gestione del vantaggio, compito molto facile a parole, ma terribilmente complicato nei fatti.

“Sono felice, veramente molto felice – dichiara a fine gara l’estone – Il mio obiettivo è quello di diventare un giorno campione del mondo della classe regina, questo è un primo passo verso quel sogno”.

Il premio per l’estone è di quelli ambiziosi, la partecipazione a quattro round del WRC2 Open al volante di una Ford Fiesta Rally2 preparata e gestita da M-Sport. A questo premio già di suo importante si aggiunge una sessione di test alla vigilia di ogni rally calendarizzato e un pacchetto di pneumatici fornito da Pirelli, altro partner fondamentale del J-WRC 2022.