Ott Tanak chiude al comado dopo le prime due PS

Ott Tanak suona la carica al Rally MonteCarlo: sua la prima tappa

Il WRC 2019 prende il via con una PS da panico. Alle 19.38, Sebastien Ogier è il primo a gettarsi sulla strettissima e insidiosa Le Breole, che porta a Selonnet. Si tratta di un percorso estremamente complicato. Nella prima parte vengono evidenziati strati di asfalto ghiacciato, che diminuisce nella parte finale. Un percorso, veloce e ricco di tratti tecnici e la presenza di numerosi salti. Seb Ogier conclude la prima prova speciale con un tempo di in 13’12″6, ma è Ott Tanak (nella foto di Stefano Romeo) ad impressionare tutti. Il giovane estone della Toyota va fortissimo e chiude in 13″02″0.

Alle sue spalle si piazza il compagno di squadra Kris Meeke, che è secondo in 13’07″0. Dunque, sono di nuovo le Toyota Yaris WRC Plus a dettare legge in questa fase iniziale della stagione, con Ogier che si ritrova a fare il primo degli inseguitori e poi un fantastico Sebastien Loeb. Al debutto con la Hyundai i20 WRC Plus, il nove volte campione del mondo rally appena rientrato da una Dakar 2019 particolare e con pochissimi chilometri di test effettuati con la nuova auto coreana, è riuscito a piazzarsi quarto in 13’25″2, proprio davanti al compagno di squadra Thierry Neuville, che ha chiuso in 13’28″8.

La prima Ford è sesta con Eflyn Evans, che impiega 13’34″3, e poi un più cauto Esapekka Lappi, con la Citroen C3, che si trova settimo in 13’34″7. Dietro di lui, il connazionale Jari-Matti Latvala, davvero lontano dai compagni di team Tanak e Meeke. Il finlandese ammette di essere stato forse troppo prudente in questa PS1 chiudendo in 13’37″4. Chi ha rischiato il ritiro è Andreas Mikkelsen. Aveva rallentato il pilota norvegese, tratto in inganno, ma appena si rende conto dell’errore spinge e si piazza nono, con un tempo di in 13’39″0.

In decima posizione assoluta si ferma Pontus Tidemand, in 13’54″2, con la seconda Ford Fiesta WRC Plus di M-Sport. La terza auto della della squadra guidata da Malcolm Wilson non riesce a vedere la fine della PS1. Dopo appena tre chilometri e uno sputo, Teemu Suninen vola fuori strada. Va peggio al giovane Kalle Rovanpera che, con la Skoda R5, va a sbattere rovinosamente e a malapena riesce a concludere la PS a passo di lumaca.

Appena inizia la PS2, Tanak torna prepotentemente a fare il rullo compressore. Ma non è suo il miglior tempo. Da segnalare un disservizio capitato quando prendeva il via la PS2: problemi tecnici oscurano WRC+ mentre il mondo segue la diretta. La PS2 è un’altra prova inedita, molto veloce e altrettanto tecnica, che offre continui cambi di direzione. Basti pensare che si parte dagli 854 metri di altitudine sul livello del mare, si sale fino a 1096 metri e poi si scende fino ai 727 metri di altitudine dell’arrivo.

A fine PS, Ott Tanak si limita ad un: “Prova pulita, senza problemi“. Il suo miglior tempo è di 13’31″0 . Fa meglio di lui, Thierry Neuville: 13’18″5, che si aggiudica la PS2. Poi segue Seb Ogier, con un tempo di 13’29″5. Tanak è solo terzo in prova, ma leader momentaneo della gara. Quarta posizione parziale per Latvala che, con 13’42″0, si ritrova quinto assoluto a oltre 45” lontano da vertice nella classifica del dopo PS2. A chiudere la top five assoluta ci pensa Lappi, staccato di 25″0 dal vertice della gara.

In pratica, l’estone dà la buona notte a tutti balzando al comando del Rally MonteCarlo 2019 con 9″1 su Ogier e 14″3 su Neuville, che al momento sono i suoi principali inseguitori, quelli con cui dovrà fare certamente i conti domani mattina, alla ripresa delle ostilità. “Sono contento, ma non è abbastanza. Ci aspettavamo di più. Va bene, ci abbiamo provato. Forse era un po ‘rischioso, ma con le informazioni che avevo, pensavo che sarebbe stata la scelta giusta”, dice Neuville a fine PS2. Quarto è Lappi a 45″2, quinto Latvala a 46″4 e sesto Evans a 48″2. Dalla settima alla decima posizione troviamo: Meeke, Loeb, Mikkelsen e Tidemand. Primo degli italiani è Andrea Nucita.

Classifica dopo la PS2 Rally MonteCarlo 2019

POS  N° PILOTA COPILOTA TEAM ELIGIBILITY GR.CL TEMPO DIFF PREV DIFF 1ST
1. 8 ESTO. TÄNAK ESTM. JÄRVEOJA TOYOTA GAZOO RACING WRT M RC1 26:33.0
2. 1 FRAS. OGIER FRAJ. INGRASSIA CITROEN TOTAL WRT M RC1 26:42.1 +9.1 +9.1
3. 11 BELT. NEUVILLE BELN. GILSOUL HYUNDAI SHELL MOBIS WRT M RC1 26:47.3 +5.2 +14.3
4. 4 FINE. LAPPI FINJ. FERM CITROEN TOTAL WRT M RC1 27:18.2 +30.9 +45.2
5. 10 FINJ. LATVALA FINM. ANTTILA TOYOTA GAZOO RACING WRT M RC1 27:19.4 +1.2 +46.4
6. 33 GBRE. EVANS GBRS. MARTIN M-SPORT FORD WORLD RALLY TEAM M RC1 27:21.2 +1.8 +48.2
7. 5 GBRK. MEEKE GBRS. MARSHALL TOYOTA GAZOO RACING WRT M RC1 27:26.8 +5.6 +53.8
8. 19 FRAS. LOEB MCOD. ELENA HYUNDAI SHELL MOBIS WRT M RC1 27:28.2 +1.4 +55.2
9. 89 NORA. MIKKELSEN NORA. JAEGER-AMLAND HYUNDAI SHELL MOBIS WRT M RC1 27:32.6 +4.4 +59.6
10. 7 SWEP. TIDEMAND NORO. FLOENE M-SPORT FORD WORLD RALLY TEAM M RC1 28:14.1 +41.5 +1:41.1
11. 22 FRAY. BONATO FRAB. BOULLOUD YOANN BONATO WRC2 RC2 28:32.4 +18.3 +1:59.4
12. 24 FRAN. CIAMIN FRAY. ROCHE CIAMIN NICOLAS WRC2 RC2 28:44.4 +12.0 +2:11.4
13. 25 BELG. DE MEVIUS BELM. WYDAEGHE DE MEVIUS GUILLAUME WRC2 RC2 28:56.0 +11.6 +2:23.0
14. 21 GBRG. GREENSMITH GBRE. EDMONDSON M-SPORT FORD WORLD RALLY TEAM WRC2PRO RC2 29:10.0 +14.0 +2:37.0
15. 26 FRAA. FOURMAUX BELR. JAMOUL FOURMAUX ADRIEN WRC2 RC2 29:18.3 +8.3 +2:45.3
16. 23 NORO. VEIBY SWEJ. ANDERSSON VEIBY OLE CHRISTIAN WRC2 RC2 29:30.0 +11.7 +2:57.0
17. 32 CHEO. BURRI FRAA. LEVRATTI BURRI OLIVIER NONE RC2 30:05.2 +35.2 +3:32.2
18. 27 LUXG. MUNSTER BELL. LOUKA MUNSTER GREGOIRE WRC2 RC2 30:12.5 +7.3 +3:39.5
19. 34 FRAS. SARRAZIN FRAJ. RENUCCI SARRAZIN STÉPHANE NONE RC2 30:12.9 +0.4 +3:39.9
20. 53 ITAA. NUCITA ITAG. PRINCIOTTO NUCITA ANDREA NONE RC2 30:26.7 +13.8 +3:53.7
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Facci sapere qual è la tua opinione?