Dove si corre? Anteprime, notizie e programmi delle corse rally. Entra e scopri le news sulla tua tipologia di competizione preferita.

A Rally del Molise lotte finali della Coppa Rally Zona 7

Sono numeri di assoluto spessore quelli dell’edizione numero venticinque del Rally del Molise, anche Trofeo Giuseppe Matteo, appuntamento inserito nel circuito Coppa Rally Aci Sport. Ben sessantasette, infatti, gli equipaggi al via dell’evento organizzato dall’Aci Molise. Di tutto rilievo il cast con ben ventisei vetture di Gruppo R, di cui dieci R5 Skoda Fabia, automobili impegnate anche nell’Europeo della disciplina.

Quindici, invece, il Gruppo A, altrettante le Gruppo N, tre le RS e due le RS Plus. Particolarmente nutrita, tra driver e navigatrici, anche la pattuglia in rosa. Per tutti i partecipanti le attenzioni sono ora spostate sulla giornata di venerdì, quando, presso il centro accrediti istituito al Molise Rally Village nell’area di partenza ed arrivo nella zona di Selvapiana a Campobasso, sarà momento di verifiche tecnico-sportive.

Sabato mattina, invece, si entrerà nell’atmosfera gara. Al mattino spazio allo shakedown che darà ai partecipanti l’opportunità di entrare nel clima gara che prenderà il via nel primo pomeriggio (12.50) e si snoderà lungo otto prove speciali: Busso (sede su un tratto di percorso anche dello shakedown mattutino), Bosco Macera e Castelpetroso.

Le prime due saranno ripetute per ben tre momenti della giornata, l’ultima avrà due soli momenti di svolgimento. Delle otto speciali tre saranno in diurna, due dopo il tramonto e ben tre in notturna con arrivo del primo equipaggio previsto per mezzanotte. La kermesse avrà partenza ed arrivo nell’area di Selvapiana a Campobasso in luogo del corso cittadino per venire incontro alle normative in tema di contrasto alla pandemia da Covid-19.

Il Rally Colli del Monferrato è confermato a Casale

La città ospiterà tutte le fasi della gara il 5 e 6 dicembre 2020. Nonostante le mille difficoltà di questa particolare stagione Moreno Voltan non si è mai fermato e con i suoi collaboratori del VM Motor Team sta finendo di mettere a punto gli ultimi dettagli della 23° Ronde Colli del Monferrato e del Moscato, che si svolgerà a Casale Monferrato il 5 e 6 dicembre prossimi. La città, dopo la positiva esperienza del 2019, aumenterà il proprio impegno al fianco dell’organizzazione, ospitando tutte le fasi della gara.

L’ottimizzazione della logistica sarà uno dei punti forti di questa edizione numero 23, che chiuderà la stagione rallistica piemontese; a Casale non troveranno spazio solo partenza ed arrivo, ma anche verifiche, riordino e parco assistenza. Una soluzione particolarmente apprezzata dagli addetti ai lavori, che potranno limitare al massimo gli spostamenti e che potranno contare sui numerosi servizi della città, specialmente nella stagione fredda; il tutto a circa un chilometro dal casello autostradale.

“Non nascondo che organizzare una gara con tutte le restrizioni che ben conosciamo sia una sfida e ci dispiace molto non poter avere il pubblico presente, però quest’anno non c’è altra scelta e ci siamo impegnati al massimo per migliorare e per offrire ai concorrenti una manifestazione di altissimo livello. Siamo onorati di poter contare nuovamente sull’appoggio del Comune di Casale guidato da un sindaco inarrestabile come Federico Riboldi, ma non voglio dimenticare alcuni miei preziosi collaboratori come Marcello Coppi e Paolo Caretti, casalesi doc. Anche i comuni di Camino, Mombello e Solonghello, interessati dalla prova speciale, hanno offerto massima collaborazione, è un piacere avere le istituzioni al proprio fianco”.

E’ determinato Moreno Voltan, forse più del solito e non nasconde la soddisfazione di aver portato la gara ad un livello superiore, potendo contare sull’appoggio di un’intera città, che vedrà nuovamente le auto sfilare nel prestigioso salotto del centro storico. I dettagli della 23° Ronde Colli del Monferrato e del Moscato sono in via di definizione, ma le prime indiscrezioni parlano di un percorso che ricalcherà quello delle edizioni passate, con qualche miglioria. Non resta quindi che aspettare i prossimi aggiornamenti dal VM Motor Team, in attesa del programma ufficiale della manifestazione.

Anteprima: ecco come si svolgerà e chi ci sarà al Rubinetto

Tutti vogliono il Rally del Rubinetto! È il caso di dirlo visto che le iscrizioni stanno letteralmente fioccando e hanno già permesso al comitato organizzatore di celebrare con una post sui social dedicati, l’arrivo della centesima adesione, superata in poche ore a velocità inaudite fino a quota 120. La tripla cifra, specie in periodi come questo, è un segno positivo che permette di guardare con ottimismo alla corsa che si disputerà nel fine settimana del 30 e 31 ottobre.

“Il trend da alcuni anni è molto positivo” dicono soddisfatti alla Pentathlon Motor Team e siamo felici che anche in era post-Covid ci siano così tanti partecipanti: per giunta mancano ancora alcuni giorni alla chiusura delle iscrizioni e ci aspettiamo che questo numero possa salire ancora”. La Zona 1 della Coppa Rally ha riscosso sin qui grande successo grazie a gare come Rally Lana, Alba e Città di Torino ed ora nel round finale, si prospetta bagarre.

Tra le iscrizioni pervenute figurano già due World Rally Car, vetture turbo 4×4 in grado di erogare oltre 300 cavalli: oltre all’elvetico Paolo Sulmoni ci sarà anche il plurivincitore (3 volte) Simone Miele, protagonista del CIWRC. Papà Mauro Miele sarà al via invece nella categoria R5 dove figura una lunga serie di equipaggi di qualità pronti a giocarsi il tutto per tutto ai fini della graduatoria assoluta; si va dall’aostano Elwis Chentre, leader della CRZ, all’ossolano Davide Caffoni- due volte primo al Rubinetto- passando dal giovane bresciano Luca Bottarelli, rampante del Campionato Italiano Junior fino all’esperto Marco Laurini, dal forte biellese Corrado Pinzano al vercellese Ivan Carmellino fino a rientrante comasco Carlo Galli. Questi e molti altri sono i nomi dei candidati al ruolo di prim’attore nell’edizione 2020.

La gara verrà dedicata a Lucia Francioli, cronometrista e anima della sezione di Novara-VCO. La recente scomparsa della stimata e conosciuta Lucia, originaria proprio di San Maurizio d’Opaglio, ha lasciato un grande vuoto nella comunità rallystica zonale e per questo Pentathlon Motor Team, New Turbomark e l’associazione cronometristi di cui lei faceva parte, hanno istituito un premio in sua memoria che verrà omaggiato alla prima donna all’arrivo, sia essa pilotessa o navigatrice.

L’edizione 2020 si sarebbe dovuta gareggiare tra sabato 3 e domenica 4 ottobre ma la forte ed eccezionale ondata di maltempo ha costretto la direzione gara a fermare tutto prima ancora della cerimonia di partenza; si erano disputate solo verifiche, ricognizioni e shakedown. Ora si riprenderà da capo. Per poter partecipare infatti, gli equipaggi dovranno inviare nuovamente una pre—iscrizione giacché con la nuova data, ci sarà spazio anche a nuovi concorrenti che vorranno partecipare pur non essendo nella lista dello scorso fine settimana. La gara manterrà la titolazione di validità per il CRZ con coefficiente 1,5.

Ancora incertezza per ciò che riguarda il percorso. Domenica 1 novembre infatti, ricorre la festività di Ognissanti e le varie amministrazioni locali hanno chiesto di lasciare liberi gli accessi ai cimiteri; verifiche, ricognizioni e “shake” al venerdì mentre sabato spazio alle speciali. Con Mottarone confermato, gli organizzatori stanno cercando di trovare la miglior soluzione per garantire chilometri e spettacolo ai concorrenti.

Rispetto agli anni passati, gli organizzatori hanno dovuto rimescolare le carte viste le rigide disposizioni legate al Covid-19: la corsa si svilupperà su due giornate che in totale conteranno 61 chilometri suddivisi in sette prove speciali ma bisognerà capire come andranno gestite giacché allo stato attuale, non è prevista la presenza di pubblico lungo le prove speciali.

La corsa darà spazio ai pretendenti dell’R Italian Trophy, del Pirelli Academy e del Trofeo Michelin. Nel 2019 il Rally del Rubinetto ha contato ben 154 iscritti ed il suo elevato standard qualitativo è valso la nomina come miglior gara piemontese dell’anno.

Il lavoro che attende Pentathlon Motor Team e New Turbomark è notevole soprattutto perché la corsa nelle recenti edizioni ha riguardato ben tre province- Novara, Vercelli, VCO. Non resta che attendere il gong che sancirà l’apertura delle iscrizioni ed il fatidico conto alla rovescia che porterà al weekend di gara. Ottobre è vicino, il Rally del Rubinetto… pure!