Il pilota estone di Toyota Gazoo Racing, Ott Tanak

WRC 2020: Il Rally Estonia si candida per il Mondiale Rally

E chi non vuole un posto nella massima serie dei rally? Tutti, ora anche l’Estonia. Sia chi ha budget e capacità sia chi non ha nessuna delle due qualità, perché in fondo sognare è gratuito. Il Cile, quest’anno, ha ottenuto la promozione nel WRC e prossimi candidati che sgomitano per farsi spazio sono il Giappone, ‘sponsorizzato’ da Toyota, e il Safari. Poi ci sono pressioni da parte della Polonia e della Croazia.

La presenza di Ott Tanak nel Mondiale Rally ha risvegliato negli organizzatori estoni appetiti ambiziosi, ma perfettamente in linea con la sua tradizione in questo sport. Voci assolutamente non ufficiali parlano di un non meglio definito interesse del governo attraverso la Esso. Sono state sparate cifre che sfiorano il milione di euro e abbiamo anche letto di coperture finanziare pari alla metà del costo di una gara iridata.

Non ci sono riscontri oggettivi. Si tratta di cifre ipotetiche che non sono mai state ufficializzate. Quel che è certo è che per organizzare una gara di WRC i costi complessivi si aggirano mediamente tra i tre milioni e mezzo e i cinque milioni di euro. Quindi, nella migliore delle ipotesi un milione è poco meno di un terzo, ma potrebbe diventare anche un quinto. L’attuale candidatura, in realtà, ha un altro obiettivo, che è quello di richiedere e riuscire a pianificare un incontro con gli ispettori Fia già a luglio 2019, così da mettersi in lista d’attesa.

La notizia, come è inevitabile che sia ha entusiasmato gli appassionati locali, che ora sognano ad occhi aperti l’arrivo del Mondiale Rally in Estonia e possibilità di poter tifare il “loro” beniamino Ott Tanak sulle prove speciali iridate di casa, quel Rally Estonia già apprezzato nel panorama rallystico internazionale. Spesso la gara in questione è utilizzata come rally test in vista Rally Finlandia. Tutto questo fermento nel WRC è la conferma del buon stato di salute che i rally stanno vivendo a livello internazionale, non in Italia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Facci sapere qual è la tua opinione?