Elba, la rimonta del Leone: vincono Ucci-Ussi

Paolo Andreucci, terzo alla fine della PS1, riesce a rimontare e vince il 51° Rallye Elba, raggiungendo così la terza vittoria in quattro gare disputate. Un appuntamento storico che è stato teatro di grandi imprese del passato e che ora vede il Leone sul più alto gradino del podio, consolidandone la leadership in campionato, sia piloti sia costruttori. Week end di gara un po’ sfortunato quello del giovane Marco Pollara alla guida della seconda Peugeot 208 T16 ufficiale. Noie all’idroguida lo hanno rallentato quando si stava avvicinando a posizioni da podio: finisce decimo assoluto. Un peccato, ma ha dimostrato che la stoffa c’è ed è in grado di lottare con i top driver del campionato.

Paolo Andreucci (208 T16): “Il rally dell’Elba è stato una bella sfida! Non facile perché molto scivoloso il fondo nelle prime prove speciali di ieri (venerdì). Sembrava di avere grip, ma non era così. Ho concluso quindi la prima prova speciale in terza posizione. Poi, ieri sera, alla fine della PS5, sono riuscito a risalire una posizione e questa mattina, invece, ho fatto il salto in prima posizione, perché chi mi stava davanti ha avuto un problema ad una gomma. Dall’ottava prova in poi ho amministrato la gara perché chi mi inseguiva era ben distante. È stata una bella gara, finalmente in un clima estivo e senza le bizze del meteo come al Targa Florio. La 208 T16 è andata bene e le gomme sono state una conferma della qualità e competitività di Pirelli. Bene così. Ora ci si prepara per il San Marino, a fine giugno, perché ora arrivano le tappe più difficili per noi. Ma sono sicuro che il lavoro fatto finora ci servirà”

Marco Pollara (208 T16): “Che delusione, ci speravo proprio! Anche perché stavo andando bene. Nemmeno me lo sarei immaginato che avrei potuto puntare al podio e stavo andando in quella direzione prima che l’idroguida mi rallentasse… I meccanici al parco assistenza sono stati come sempre perfetti, ma il ritardo accumulato era tale che non ero in grado di recuperare e puntare più in alto di questo decimo posto. Male ma con una consolazione derivante dal fatto che mi sono reso conto che posso puntare in alto, con i migliori piloti del campionato. La gara è stata una bella esperienza e sicuramente carica di storia. L’appuntamento è solo rinviato.”

Scandola-D’Amore conquistano al debutto il secondo posto al 51° Rallye dell’Elba. Grazie a questo risultato, raggiunto dopo un entusiasmante recupero nella giornata di sabato, la Fabia bianco-verde di Skoda Italia Motorsport sale anche al secondo posto del Campionato Italiano Rally, arrivato al giro di boa. Tutto il team festeggia l’ottima prova e guarda con ottimismo al prossimo appuntamento del 29-30 giugno sulla terra del San Marino Rally

Dal quinto al secondo posto, impreziosito da ottimi tempi nelle prove speciali di sabato. Il Rallye dell’Elba si conclude nella maniera migliore per Umberto Scandola e Guido D’Amore. Nei 150 chilometri delle dieci prove cronometrate l’equipaggio di Skoda Italia Motorsport ha trovato un ottimo passo gara, dopo aver lavorato sulle regolazioni della vettura. Prova dopo prova il pilota veronese ha maturato la giusta confidenza per attaccare nella ricerca dei tempi migliori e dalla quinta posizione che aveva conquistato nella prima semitappa di venerdì, sabato è passato al secondo posto a 30” dal vincitore.

Il 51° Rallye Elba è stato lo scenario della terza prova stagionale del Trofeo Clio R3 Top e del Twingo R1 Top. Nel primo non è mancato lo spettacolo, grazie ad un bel duello tra il leader Ivan Ferrarotti e Riccardo Canzian, che sin dalle prime battute del venerdì hanno fatto registrare tempi molto simili. Canzian ed il navigatore Andrea Prizzon hanno tenuto il comando delle operazioni fino alle battute finali del rally, dove l’esperienza di Ferrarotti e del suo coéquipier Giovanni Agnese è uscita fuori proprio in occasione dell’ultima delle dieci prove speciali previste dalla competizione isolana, ovvero la “Due Mari”.

La stoccata vincente del pilota reggiano gli ha permesso di conquistare anche il primato tra le Due Ruote Motrici del Campionato Italiano Rally ed allo stesso tempo di consolidare la propria leadership nel tro feo, in cui adesso vanta 15 lunghezze di vantaggio nei confronti di Canzian, che ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per poter ambire al titolo. Continua a migliorare anche il debuttante Emanuele Rosso, che con Andrea Ferrari a leggergli le note è riuscito a svettare nella prova spettacolo di venerdì sera a Portoferraio. Un passo di gara costante e deciso ha permesso all’equipaggio della Gima Autosport di salire sul gradino più basso del podio.

Guarda il video con noi

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Cosa ne pensi? Vogliamo parlarne?