Marcoccia-Malizia nell'edizione 2018 del Rally Terra d'Argil

Rally Terra di Argil: partito il conto alla rovescia

La macchina organizzativa del Rally Terra di Argil, previsto per il 4-5 maggio 2019, è al lavoro da qualche mese. Il movimento automobilistico ciociaro è in fermento per la gara, la prima in provincia di Frosinone. Tante le novità di questa edizione della competizione, diventata con la disputa al primo weekend di maggio un appuntamento fisso di primavera. Cambia il percorso per via del fatto che la gara da quest’anno prende validità per la Coppa Rally di Zona.

Intanto, a Pofi-Cresce la “febbre” per la settima edizione del rally Terra di Argil, gli appassionati attendono la competizione, che si correrà sulle strade ciociare il 3 e 4 maggio prossimi. Il rally, organizzato dall’associazione Rally Game, è il primo che si svolgerà interamente nella provincia di Frosinone. La manifestazione,valida come seconda prova del campionato di zona,oltre che per il Trofeo Rally Lazio e Frosinone Rally Cup si prevede avvincente e combattuto più che mai,ben quattro le vetture R5 iscritte.

Con la chiusura ha preso forma l’elenco dei partecipanti,si parla di vari piloti a bordo di vetture e altri ,al via con vetture performanti pronti a sferrare gli “attacchi”per i piani alti della classifica. Gli organizzatori hanno curato ogni dettaglio,mantenendo alto l’occhio vigile sulla sicurezza,curandone anche i minimi particolari. Il pool di organizzatori si sono avvalsi della super visione Aci Sport del siculo Maurizio Messina, noto copilota di lungo corso in gare del mondiale.

Messina è stato anche vincitore della prima edizione della gara della città dei fiori ciociara, nel 2013, quando con il pugliese Laganà e la Mitsu Evo X si aggiudicarono la competizione regolando Rendina-Pizzuti e Giannetti-Pizzuti anche loro con la vettura dei tre diamanti. Intanto è fissata per giovedi 2 maggio per le ore 19 la presentazione della gara che avverrà presso la biblioteca comunale di Pofi a partire dalle ore 18.