Rally Poland: Solans tradito dallo sterzo, Marczyk leader

Clamoroso colpo di scena al Rally di Polonia, gara valida come quarto atto del Campionato Europeo, sulla PS7 Wieliczki, il leader Nil Solans è stato costretto al ritiro a causa della rottura dello sterzo della sua Hyundai i20 Rally2. Lo spagnolo, leader fino a quel momento, alza bandiera bianca e lascia campo libero in ottica titolo al connazionale Efren Llarena.

Ad approfittare dell’uscita di scena dell’ex campione del mondo junior è il locale Miko Marczyk che si ritrova al comando della gara con un vantaggio di 20” sullo svedese Tom Kristensson, autore di una buona prestazione al ritorno nel Campionato Europeo. Molto emozionato il polacco al termine di questa prima giornata di prove: “Mi dispiace che Nil non sia qui, ma queste cose fanno parte del gioco. Oggi abbiamo corso su prove che in parte conoscevamo già, mentre altre erano completamente nuove. Siamo molto felici, domani ci attende una giornata lunga e ricca di insidie. Sono in un momento di buona forma, proverò a portare a casa la vittoria”.

Grande battaglia per il terzo gradino virtuale del podio tra l’estone Ken Torn (Ford Fiesta Rally2) e il leader del Campionato Efren Llarena (Skoda Fabia Rally2) separati tra loro da pochi decimi di secondo. Strizza l’occhio al podio anche il romeno Simone Tempestini (Skoda Fabia Rally2) staccato di appena cinque secondi da Torn, mentre la top 10 è completata da Adrian Chwietczuk (Skoda Fabia Rally2) in sesta posizione, l’altro idolo di casa Grzegorz Gzryb (Skoda Fabia Rally2) occupa la settima posizione seguito in ottava dal ceco Filip Mareš e in nona dal nostro Alberto Battistolli (Skoda Fabia Rally2) autore del secondo tempo sull’ultima speciale di giornata, chiude la top 10 lo spagnolo Siota Pardo. Giornata da dimenticare per Simone Campedelli, il romagnolo perde oltre 20′ minuti ad inizio rally a causa di un’uscita di strada ad inizio giornata.

Nell’ERC3 prestazione super per l’estone Robert Virves, che chiude undicesimo assoluto ad appena due decimi dallo spagnolo Pardo, nell’ERC4 comanda il francese Laurent Pellier.