,

Rally, in Qatar si apre il MERC 2024

ostberg e al attiyah

Nasser Al-Attiyah è il grande favorito nella gara di casa, primo appuntamento del Campionato Medio-Orientale. Contro di lui ci saranno Mads Østberg, Pierre-Louis Loubet e Mārtiņš Sesks

Parata di stelle al Qatar International Rally, in programma dal 31 gennaio al 4 febbraio che segna l’apertura del FIA Middle East Rally Championship (MERC). Accanto all’idolo di casa Nasser Al-Attiyah che cercherà il riscatto dopo le delusioni della recente Dakar, ci saranno, infatti, gli europei Mads Østberg, Pierre-Louis Loubet e Mārtiņš Sesks. Sono in tutto 22 gli equipaggi, provenienti da 17 nazioni, che prenderanno parte all’evento di tre giorni attraverso i deserti nella zona nord del Qatar. Al via otto vetture Rally2 ed anche tre SSV che gareggiano nella categoria T4, consentita dai regolamenti.

Nasser Al-Attiyah è il primo a partire con la sua Volkswagen Polo GTI dell’Autotek Motorsport e punta a vincere la sua gara di casa per la 18esima volta, sarebbe la settima con Mathieu Baumel al suo fianco. La gara qatariota offrirà a Loubet e Sesks la prima opportunità di competere in una gara desertica mentre Østberg sarà al via per la terza in carriera, tutti e tre saranno al volante delle Skoda Fabia RS Rally2. Nel 2022, il norvegese e la navigatrice austriaca Ilka Minor erano in testa prima che una foratura al posteriore gli costasse il comando. In seguito, nella tappa conclusiva ha picchiato danneggiando la sua Škoda Fabia Rally2 e rompendo un tubo dell’acqua ed è stato costretto al ritiro in vista del traguardo. L’anno scorso, lui e Patrik Barth sono arrivati secondi dietro ad Al-Attiyah.

In gara anche due equipaggi italiani: Stefano Marrini con Stefano Tiraboschi e Filippo Epis assieme a Gabriele Zanni sfideranno il qatarino Khalid Al-Mohannadi per la supremazia nella classe T4. Marrini dispone di un Can-Am Maverick X3 mentre Epis guida un Yamaha YXZ 1000 R. Sono in programma 13 prove speciali e 201,04 km cronometrati su un percorso complessivo di 622,53 chilometri. Lungo le speciali sono state predisposte delle postazioni per il pubblico.