Stefano Albertini, Rally Due Valli 2021

Rally Due Valli: al via 181 vetture tra moderne e storiche

Sono 181 gli equipaggi iscritti al Rally Due Valli 2021, la manifestazione organizzata dall’Automobile Club Verona in collaborazione con ACI Verona Sport che l’8 e 9 ottobre prossimi vedrà tornare nella città scaligera il Campionato Italiano Rally Sparco, la Coppa Rally di 3^ Zona e il Trofeo Rally di 2^ Zona per Auto Storiche.

In questo mix esplosivo di vetture e piloti dall’importante blasone, saranno 93 gli equipaggi al via nel CIR Sparco, 57 nel CRZ e 31 nel TRZ. Tutte e tre le manifestazioni disputeranno il medesimo percorso, fatta eccezione per la PS1 “Up Rent Grezzana Power Stage” di venerdì, per i soli piloti del CIR Sparco, e per la PS “Tomasi Auto Ca’ del Diaolo” che CRZ e TRZ affronteranno con un chilometraggio ridotto. Per il resto sarà una gara davvero notevole, dura e tecnica come sempre. Oltre alle prove già citate completeranno il percorso la “Aleph San Francesco” nuovamente nel percorso dopo qualche anno e l’inedita, o quasi, “Banca Valsabbina Orsara”, sulla carta particolarmente impegnativa con molti cambi di ritmo.

Venendo agli iscritti nessuna sorpresa nel CIR Sparco, dove Giandomenico Basso e Lorenzo Granai (Skoda Fabia R5 Evo) cercheranno di capitalizzare il vantaggio per prendere ancora più margine nei confronti di Fabio Andolfi e Stefano Savoia (Skoda Fabia R5), loro primi inseguitori nella classifica piloti. Occhio ovviamente ai campioni italiani in carica, vincitori al Due Valli nel 2019, Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto (Hyundai i20 N Rally2) con la nuova arma di casa Hyundai pronti a confermare il grande feeling del Rally 1000 Miglia. Protagonista a Brescia anche Stefano Albertini con Danilo Fappani alle note (Skoda Fabia R5 Evo), altro equipaggio che a Verona potrebbe togliersi soddisfazioni importanti.
Diego Zantedeschi e Stefano Righetti (Skoda Fabia R5) guideranno il plotone dei veronesi in gara dove, assenti nomi di spicco in grado di lottare per l’assoluta, sarà da seguire con grande attenzione la consueta bagarre per le classi.

Nella Coppa Rally di Zona, occhi su Luca Hoelbling e Federico Fiorini (Hyundai i20 R5) che alla luce dei risultati del Rally della Valpolicella e del Rally Benacvs, cercheranno di capitalizzare i punti necessari per garantirsi un posto alla finale in programma a fine ottobre al Rally Città di Modena. La concorrenza sarà tuttavia piuttosto agguerrita, a partire da Federico Bottoni e Sofia Peruzzi (Skoda Fabia R5) in netta crescita con le quattro ruote motrici, Roberto Righetti e Massimo Nalli (Citroen DS3 R5) che se in giornata sono tra i migliori conoscitori del percorso veronese e poi ancora Mattia Targon ed Andrea Prizzon (Skoda Fabia R5) che nelle gare veronesi di quest’anno si sono già ampiamente messi in luce. Da seguire anche l’equipaggio femminile composta da Federica Lonardi ed Anna Dusi, in gara con la spettacolare Renault Clio Maxi.

Tra le vetture storiche in lizza per il TRZ obbligatorio partire da Nicola Patuzzo ed Alberto Martini (Toyota Celica) che avranno il compito di difendere il successo ottenuto lo scorso anno, in un’edizione che per condizioni meteo è stata probabilmente la più difficile e tecnica di sempre. Presente anche l’inossidabile Giorgio Costenaro navigato da Lucia Zambiasi (Lancia Stratos) oltre a Riccardo Bianco e Nicola Rutigliano (Ford Sierra Cosworth) che lo scorso giugno, a Bosco Chiesanuova, hanno conquistato il Lessinia Rally Historic. Attenzione anche ad Ivo Zanini e Marco Negro Marcigaglia (Lancia Delta) sempre molto veloci e soprattutto pronti a giocarsi l’onore sulla prova speciale di casa, la “Banca Valsabbina Orsara”. Nella gara storica la classifica sarà poi suddivisa nei Raggruppamenti, quindi la lista dei nomi che saranno sicuramente protagonisti si allunga e deve tenere conto, per citarne alcuni, anche di Voltolini-Morelli (Porsche 911), Tezza-Merzari (BMW M3), Zanetti-Vezzaro (Ford Sierra Cosworth) e Pasetto-Salvo (Porsche 911 Carrera).

Tutte e tre le gare si concluderanno in Piazza Bra sabato sera ritornando sul palcoscenico più esclusivo della città dopo un anno di assenza e transitando sulla pedana d’arrivo nell’ordine: Campionato Italiano Rally Sparco, Coppa Rally di Zona e Trofeo Rally di Zona.