Rally di Estonia: 24 prove e 320 km di PS

Gli organizzatori del Rally di Estonia scoprono le prime carte sull’edizione 2021 della gara baltica. La gara rispetto alla passata edizione, corsa nel settembre 2020, subirà importanti modifiche sia in termini di chilometraggio, sia in numero di speciali da percorrere. Lo scorso anno la gara era basata su 17 prove speciali per 232,64 km cronometrati, mentre quest’anno il numero delle “speciali” sale infatti a 24, con circa 320 chilometri da percorrere contro il tempo.

Al momento i dettagli del programma di gara non sono stati rivelati, ma di sicuro si sa che venerdì 14 luglio si terrà sia lo shakedown sia la prima prova del rally, molto probabilmente nei dintorni di Tartu. Le maggiori novità riguarderanno il resto del percorso, con alcune prove “vergini” da disputarsi nelle giornate di sabato. Interessante la scelta della power-stage che sarà disputata nei pressi del service park che si terrà nelle vicinanze di Tartu.

Il direttore di gara Silver Kutt, ha così commentato le novità 2021 della gara baltica: “L’edizione 2020 della nostra gara per noi è stata una grande sfida. Durante la preparazione dell’evento e durante lo stesso, abbiamo discusso e introdotto diverse novità, il tutto in coordinazione e assieme al Promoter, alla FIA e al nostro Governo. L’edizione 2021 è stata pianificata con maggior “tranquillità”, in quanto il tempo organizzativo è più ampio, rispetto a quella passata e avrà novità a livello di percorso. Le medie delle prove saranno leggermente inferiori, rispetto a quelle della passata edizione e alcune prove andranno a toccare del cantieri forestali”.