Rally Città di Pistoia 2020 scalda i motori

Rally Città di Pistoia 2020 scalda i motori

Una nuova data, per il 41° Rally Città di Pistoia 2020, valido per la Coppa Rally Sesta Zona a coefficiente 1,5 e per il Trofeo Rally Toscano. La rivisitazione del calendario sportivo nazionale da parte di Aci Sport a causa dell’interruzione dell’attività nel primo semestre dell’anno dovuta all’emergenza epidemiologica da Covid-19, ha generato una nuova collocazione per l’evento organizzato da Pistoia Corse con la collaborazione dell’Automobile Club Pistoia, individuata nel 5 e 6 settembre, praticamente un mese prima della data originaria che era il 10 e 11 ottobre.

Ci sono dettagli importanti che riguardano soprattutto gli equipaggi, per la gara organizzata da Pistoia Corse con la collaborazione dell’Automobile Club Pistoia la quale, fregiandosi come già indicato del coefficiente di 1,5 di punteggio prevede al via anche le vetture “World Rally Car”, sicuramente un incentivo sotto l’aspetto agonistico e di spettacolo.

Ogni vincitore di classe, che abbia almeno 5 concorrenti arrivati, al 41° Rally Città di Pistoia avrà in premio l’iscrizione all’edizione 2021 della gara, nella stessa classe in cui si saranno resi vincitori quest’anno. Un impegno notevole, quello di Pistoia Corse e ACI Pistoia, per essere vicini ai praticanti e dare loro un contributo ed un incentivo in quanto momento delicato di ripresa agonistica e favorire anche il prossimo futuro.

La gara, che vedrà al via anche le vetture storiche, per la seconda volta, ed anche le “All Stars” (vetture di interesse storico agonistico) avrà il percorso e la logistica radicalmente modificati rispetto a quanto lo staff organizzativo aveva previsto nel progetto di origine, ciò seguendo le nuove disposizioni sanitarie definite nel protocollo federale ed anche per il contenimento dei costi sia organizzativi che per i concorrenti.

Il percorso, punteggiato da un totale di sei prove speciali (due distinte da ripetere tre occasioni) per un totale di 55 chilometri di distanza competitiva, è ispirato alla tradizione della gara pistoiese, la quale per quest’anno dovrà “abbandonare” arrivo e partenza in centro a Pistoia, prevedendo le due cerimonie, come anche parco assistenza, riordinamenti e quartier generale in aree più idonee al controllo ed al distanziamento sociale. Aree che sono in via di definizione.

La gara, che si fregia del coefficiente di 1,5 di punteggio prevede quindi al via anche le vetture “World Rally Car”, sicuramente un incentivo sotto l’aspetto agonistico e di spettacolo. Inoltre, per il secondo anno, il Rally Città di Pistoia 2020, ospiterà una competizione a sé stante, quella riservata alle auto storiche: la 2^ Coppa Città di Pistoia.

Anticipato al 5-6 settembre dalla data di origine che sarebbe stata ad inizio ottobre, il rally organizzato da Pistoia Corse insieme all’Automobile Club Pistoia è valido per la Coppa Rally di VI zona a coefficiente 1,5 e per il Trofeo Rally Toscano e ad essi si affianca adesso un’altra validità ufficiale, data dalla rivisitazione di ACI Sport del calendario sportivo nazionale.

La 2^ Coppa Città di Pistoia sarà valida infatti per Trofeo Rally di III zona, appunto per autostoriche, andando ad aggiungersi alla “Coppa Ville Lucchesi” del prossimo mese ed al “Trofeo Maremma” di ottobre. La gara, vedrà al via anche le “All Stars” (vetture di interesse storico agonistico) avrà il percorso e la logistica radicalmente modificati rispetto a quanto previsto nel progetto di origine, ciò seguendo le nuove disposizioni sanitarie definite nel protocollo sanitario federale ed anche per il contenimento dei costi sia organizzativi che per i concorrenti.

Il percorso, punteggiato da un totale di sei prove speciali (due distinte da ripetere tre occasioni) per un totale di circa 60 chilometri di distanza competitiva, è ispirato alla tradizione della gara pistoiese, la quale per quest’anno dovrà “abbandonare” arrivo e partenza in centro a Pistoia, prevedendo le due cerimonie, come anche parco assistenza, riordinamenti e quartier generale in aree, in via di definizione, più idonee al controllo ed al distanziamento sociale secondo le prescrizioni governative vigenti.